VILLA PAMPHILJ

Tra i parchi e le ville di Roma Villa Pamphilj è la più vasta, misura infatti 180 ettari, ed è divisa in tre parti: la più rustica è la tenuta agricola, poi ci sono i giardini che sono la parte predominante ed infine il palazzo.

Quando nel 1630 la tenuta venne acquistata da Panfilo Pamphilj esisteva già quella che è conosciuta come la Villa Vecchia e successivamente nel 1644 sotto il pontificato di Innocenzo X Pamphilj, ad opera di Algardi e Grimaldi, famosi architetti dell’epoca, venne edificato il complesso noto come la Villa Nuova.

Villa Pamphilj è legata anche a grandi avvenimenti storici, come la battaglia contro le truppe francesi combattuta  dai garibaldini per la difesa della Repubblica Romana .

Questo grande complesso fu acquistato dallo Stato Italiano nel 1957 ed aperto al pubblico nel 1972.

Passeggiare in questo immenso parco è una gioia per lo spirito e per gli occhi. Appena ci si inoltra nei suoi viali la città pare immensamente lontana, non ci sono più rumori di traffico, odori fastidiosi di smog, si è solo immersi nell’ombra verde dei suoi alberi e i suoni che si odono sono canti di uccelli e stormire di foglie.

Da un po’ di tempo tra questi alberi si sono insediate colonie di pappagalli verdi, che sicuramente non sono fauna locale, ma questo è il bello di questa villa: non sai mai chi o cosa puoi incontrare.  Se si è particolarmente fortunati si può incontrare anche qualche personaggio famoso che corre o prende il sole, ed anche un premio Nobel che sotto un vezzoso ombrellino si riposa e si gode la natura.

Adesso  che questa meraviglia verde è un godimento per chiunque la visiti  ricordiamoci qualche volta di ringraziare con il pensiero i nobili Pamphilj e i loro discendenti che nei secoli hanno arricchito questa grande villa di alberi rari, di fontane e di statue e di bellezze uniche e ineguagliabili.

Written By

Attempata signora innamorata di Roma, della sua storia e delle sue tradizioni ma attenta e curiosa verso le scoperte e le tecnologie del futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *