Romics

Romics
La fiera dei fumetti di Roma.

RomicsRoma, Nuova Fiera di Roma, 1 Ottobre 2011

Dal 29 Settembre al 2 Ottobre si è svolta l’XI Edizione di Romics, il festival del fumetto e dell’animazione di Roma.

Da quando la manifestazione si è trasferita nella Nuova Fiera di Roma, il numero dei visitatori è cresciuto sempre più, anno dopo anno, non solo per l’immenso spazio a disposizione degli organizzatori, ma anche per il continuo rinnovamento della fiera stessa.

Nelle quattro giornate si sono svolte tavole rotonde con gli autori, la gara di cosplay, il galà del doppiaggio, la festa dei Puffi e di Dylan Dog, proiezioni cinematografiche in anteprima e naturalmente tanti fumetti e gadget nell’area degli espositori.

In particolare, abbiamo seguito per voi la giornata di Sabato 1 Ottobre, quando parte della redazione di Sul Palco si è ritrovata tra la folla che imperversava all’ingresso e all’interno della stessa fiera.

Un fiume di personaggi “animati” viventi ha invaso tutti i padiglioni della fiera ed i ragazzi sono sempre molto creativi e accurati nella scelta dei loro costumi. Se i personaggi dei cartoni animati spiccano nella memoria comune dei partecipanti, non da meno sono i personaggi dei fumetti e manga che popolano l’area.

Con intrusioni di personaggi di videogiochi e creativi, come le carte da gioco di ruolo. L’inventiva accomuna da sempre il ludico partecipare dei visitatori.

RomicsMa non solo cosplay, ma tanti fumetti e autori, come i 7 Re di Romics, ovvero Francesco Artibani, Lorenzo Bartoli, Giacomo Bevilacqua, Stefano Caselli, Renato Polese, Vauro e Silvia Ziche, che hanno animato i workshop e le tavole rotonde. I visitatori, gli appassionati e gli aspiranti fumettisti, hanno così avuto modo di conoscere da vicino chi ha fatto della nona arte il proprio lavoro, carpendo qualche trucco del mestiere e consiglio.

L’incontro con Vauro, al quale abbiamo assistito, è stato preso letteralmente d’assalto; la sala era gremita di persone, in un religioso silenzio, interrotto solo dalle risate provocate dall’irriverente vignettista. Della serie, ridere per non piangere, le vignette satiriche di Vauro sono pungenti e attualissime, a volte “scomode” per gli stessi protagonisti, ma come ha sottolineato il moderatore, si fa molta fatica a non sorridere delle sue vignette. Vauro ha così raccontato al suo pubblico l’esperienza televisiva, presso una nota trasmissione della RAI e l’esperienza con svariate testate che hanno ospitato le sue creazioni. Ed un annuncio sensazionale, ovvero Il Male, storica testata satirica, tornerà in vita grazie a lui.

Molto più emozionante la telefonata con Quino, uno dei premiati con il Romics D’Oro di quest’anno, assieme a Ivo Milazzo, che è intervenuto dall’Argentina. A causa di motivi di salute, il papà di Mafalda non ha potuto raggiungere l’Italia, ma le sue parole sono giunte dritte al cuore delle persone che lo attendevano. Ed ecco così raccontare la sua esperienza in nel ’68 in Francia, della sua esperienza in Italia (adora la cucina italiana) dei suoi fumetti che hanno conquistato il mondo e “tremendamente” attuali, dopo tanti anni dalla loro creazione.

RomicsQuelle sue vignette, quei suoi personaggi quasi privi di parole, che con la sola forza del disegno, hanno trasmesso a generazioni di appassionati quel suo personalissimo umorismo, a volte tendente al pessimismo, all’inquietudine e arrabbiatura di chi vede che il mondo girare proprio come non dovrebbe.

Un doveroso e affettuoso omaggio è stato fatto anche al recente scomparso Sergio Bonelli, editore dell’omonima casa editrice che ha fatto sognare generazioni di lettori, rendendo grande il fumetto in Italia, così un registro ha accolto i pensieri spontanei dei visitatori.

Una delle novità di quest’anno è stata l’Area Pro, dove aspiranti fumettisti e disegnatori, hanno potuto lasciare i loro book per essere selezionati per degli incontri con delle case editrici, un modo per avvicinare sempre più i giovani al mondo del lavoro. Ci auguriamo che l’iniziativa venga ripetuta anche nella prossima edizione, magari dedicandole uno spazio maggiore.

L’altra grande novità è stata l’inaugurazione del Pala BCC, una grande sala con 3000 posti a sedere, dove si sono tenute le proiezioni, le sfilate dei cosplay, gli show musicali e le feste dei personaggi.

Ad inaugurare la sala, il film “Thor“, in uscita in home-video proprio in questi giorni. Da segnalare anche la proiezione del making off di “Pirates“, dagli stessi creatori di Wallace and Gromits e Galline in Fuga, che uscirà nelle sale nel 2012.

Il fumetto ha finalmente la sua casa romana, non vi resta che partecipare alla prossima edizione.

Tags from the story
, ,
Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *