Made in Rome Blues Festival

Made in Rome. Blues
Blues con Stefano Malatesta.

Made in Rome. BluesRoma, 23 Ottobre 2011

Il blues è di scena a Roma, a Castel Sant’Angelo, dove è stato l’illustre spettatore di questa manifestazione alla prima edizione, curata nella direzione artistica da Lucio Villani, organizzata da Cosmos con il supporto di Roma Capitale, Estate Romana 2011 e la Camera di Commercio di Roma, tenutasi dal 15 al 24 Ottobre.

Diverse le Blues Band che si sono alternate all’ora dell’aperitivo sul palco allestito ai piedi di Castel Sant’Angelo, affacciato sul placido Tevere.

The Red Wagons, Davide Lipari One Man 100% Blues (feat. Ruggero Solli), Jona’s Blues Band, O’Ray Blues Band, The Blues Groovers, The Caldonians, Mz Dee Logwood & Maurizio Pugno Large Band, Marco Pandolfi, Stefano Malatesta ed Enrico Crivellaro, questi gli “ingredienti” che hanno animato le ottobrate romane, una sorta di prolungamento dell’Estate Romana 2011 (grazie al clima ancora molto favorevole, salvo una epocale improvvisa e scrosciante pioggia) per un’ottima musica nel cuore pulsante di Roma.

Così, tra i curiosi turisti e i numerosi romani sopraggiunti con prole al seguito, Stefano Malatesta ha inaugurato il pomeriggio romano a suon di note, con una verve ed un sound tipicamente blues, contagiato da uno stravagante funky, spaziando in sonorità che si accostano -talvolta- al jazz e al pop.

L’artista romano, accompagnato dalla sua band (composta da Simone Scifoni (Fender rhodes), Gianluca Palmieri (Batteria) e Francesco Luzzio (basso)) ha scaldato la piazza che si andava riempiendo a dismisura canzone dopo canzone, facendo ballare grandi e piccini.

Un’ora intensa di musica, di storie di vita vissuta (e sognata) a suon di blues, un ampio repertorio di musica originale per un artista che sa conquistare ed intrattenere il suo pubblico: coinvolgente ed eclettico.

Da segnalare, nell’ampio repertorio eseguito dal Malatesta, le canzoni “Poroppoppò”, “Please” e “Se mi vuoi”, tre brani che hanno estasiato i fans, i quali in preda all’entusiasmo, a fine concerto hanno a gran voce richiesto un bis, concesso con grande piacere dal Malatesta.

Una manifestazione ben riuscita e congeniale, che riporta al pubblico romano un sound colto quanto popolare, un sound che raggiunge un vasto numero di appassionati (e non) che ha saputo catturare persino i tanti bambini presenti e che forse cresceranno con una viva curiosità musicale.

Una manifestazione che auspichiamo possa tornare anche il prossimo anno, Ottobre è un bel mese per ascoltare del sano Blues nelle strade di Roma.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *