6Artista

L'arte contemporanea scopre i nuovi artisti.

6 ArtistaRoma, Museo Macro, 2 Dicembre 2011

Le vincitrici del prestigioso premio “6 Artista”, concorso concepito dall’Associazione Civita e dalla Fondazione Pastificio Cerere con il sostegno di Allianz, vede le opere esposte all’interno del Museo Macro di Roma, sensibile alle tematiche dei giovani artisti contemporanei, i quali trovano una “casa” dove poter creare e fare arte.

Il concorso, giunto alla II Edizione, ha visto vincitrici Elisa Strinna e Adelita Husni-Bey, due giovani artiste under 30 che hanno non solo creato delle opere apposite, opere in mostra fino a Gennaio 2011 presso il Macro Museo di Roma in Via Nizza, ma ha dato modo di far vivere le artiste una esperienza artistica a tutto tondo, soggiornando nella città di Roma, frequentando la Fondazione Pastificio Cecere, da anni punto di riferimento per gli artisti, passando per il Cité Internationale des Arts di Parigi, contaminando culture, linguaggi, idee e tecniche per una esplosione di creatività e fantasia.

Elisa Strinna ha espresso il concetto di arte e frutta, da sempre un tandem molto frequente tra i vari artisti del passato, mescolando così concezioni antiche e contemporanee. L’espressione più coinvolgente è stata realizzata con il mini film “La Ragazza Mela”, ove la mela diviene protagonista e oggetto d’arte conteso, attraverso un intreccio di emozioni e magia.

6 ArtistaElisa Strinna espone anche una sequenza di litografie raffigurante natura morta “Variazioni su Canestra di Frutta”, riproduzione del dipinto del Caravaggio, ovvero frutta in un canestro di vimini, con variazioni da una litografia all’altra, aggiungendo o sostituendo oggetti inanimati ed emblematici dei nostri tempo, al posto della classica frutta.

Adelita Husni-Bey ha invece realizzato il progetto artistico “A Holiday From Rules”, il quale comprende installazioni video e disegni realizzati con l’ausilio dei bambini. “I want the sun I want” è un film in 16mm realizzato in piano sequenza della durata di 9 minuti, girato all’interno di una scuola di Parigi senza muri interni, mentre l’audio è un dibattito con le maestre sul tema dell’educazione dei bambini.

6 ArtistaPostcards from the desert island” ha visto invece protagonisti i bambini, che hanno partecipato ad un workshop assieme all’artista, immaginando di vivere tutti insieme su un’isola deserta. Una sorta di esperimento ispirato al “Signore delle Mosche”, un romanzo che mette in luce alcuni aspetti dell’infanzia e dell’adolescenza. I cartoncini, consultabili sui tavoli, sono un modo molto inconsueto di vivere l’arte, ma che avvicina il pubblico ad ammirarla e toccarla.

La mostra al MACRO, curata da Vincenzo de Bellis, curator in residence della Fondazione Pastificio Cerere per il 2011, è aperta al pubblico fino al 29 gennaio 2012 e presenta quattro lavori delle due artiste realizzati appositamente per l’occasione.

Un modo diverso per vivere l’arte e fare della quotidianità un’opera d’arte.

Tags from the story
,
Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *