HUGO CABRET

 

Hugo Cabret (Hugo) è un film fantastico per ragazzi del 2012 in 3D diretto da Martin Scorsese e con protagonisti Asa Butterfield, Chloe Moretz, Ben Kingsley, Sacha Baron Cohen, Ray Winstone, Emily Mortimer, Jude Law, Michael Pitt, Christopher Lee, Michael Stuhlbarg.

uscito in Italia il giorno 03 febbraio 2012.

tratto dal romanzo La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Brian Selznick del 2007.

Il 15 gennaio 2012, in occasione della premiazione dei Golden Globe, il film ha fatto guadagnare a Martin Scorsese il premio come miglior regista.

TRAMA: Hugo Cabret è un ragazzino orfano che vive da solo nei meandri di una stazione ferroviaria parigina negli anni Trenta. Dopo essersi imbattuto in un macchinario da ricostruire e in una ragazza eccentrica, il ragazzino entrerà in contatto con un anziano e misterioso gestore di un negozio di giocattoli, finendo risucchiato in una magica e misteriosa avventura. Hugo Cabret racconta l’avventura di un ragazzo pieno di inventiva, che mentre cerca la chiave per far luce su un segreto legato alla vita di suo padre, finisce per migliorare quella delle persone che lo circondano, trovando inoltre un luogo che può chiamare finalmente casa.

Il film è ambientato in una Parigi degli anni trenta, all’interno della stazione di Montparnasse, dove la vita scorre lenta tra un treno in arrivo e uno in partenza; il protagonista è un ragazzino, figlio e nipote di orologiai che resta prematuramente orfano di padre e che uno zio prende con se. Anche lo zio si occupa di orologi, quelli della stazione di Montparnasse appunto, dove il piccolo protagonista vivrà in una stanzetta per gli addetti alla manutenzione dimenticata da tutti. La vita di Hugo (il protagonista) scorre tra un furto di latte e brioche per sopravvivere e una fuga dalla polizia, quando incontra o forse sarebbe meglio dire si scontra, con l’anziano proprietario del negozio di giocattoli della stazione che all’inizio sarà molto ostile verso di lui ma alla fine (complice la di lui figlia adottiva incontrata per caso in stazione) lo accetterà come lavorante e la storia prenderà una piega diversa.

Come in tutte le favole che si rispettino anche in questa ci sono i personaggi canonici: c’è il cattivo, che alla fine però dimostrerà di avere un cuore, c’è un deus ex machina che farà da catalizzatore e prenderà parte alla soluzione dei vari enigmi che compongono questa storia, tutto ruota intorno ad un automa che il padre di Hugo aveva trovato nella soffitta del museo in cui lavorava e che aveva deciso di riparare. L’automa sarà il trait-d’union e la chiave per risolvere a catena gli enigmi che daranno vita ad un finale quasi magico.

Nel complesso è una bella favola ambientata in un’epoca non troppo lontana ma dove le persone erano ancora capaci di stupirsi degli effetti speciali dell’allora neonato cinema dei fratelli Lumieres.

Belle anche le scenografie molto realistiche e le musiche  suggestive. Bravissimi anche gli attori che hanno reso questo film una favola magica.

Written By

Segni particolari: Informatica di lungo corso, cittadina di internet, residente del web. Nasce assistente al software nei primi anni 90, poi cresce come programmatore di vari linguaggi (c, cobol, Visual Basic, sql, pl1 ecc.) evolve come analista programmatore ma poi cambia rotta, ma non troppo, ricoprendo il ruolo di recruiter (di figure informatiche ovviamente, ma non solo) poi di responsabile del personale e infine di direttore del personale di una nota testata giornalistica politico/economica. Ma non si ferma qui; quasi per caso intraprende con successo la carriera di docente informatico presso importanti aziende e clienti istituzionali nel lontano 2002 e scopre di amare non solo la cattedra ma anche i fogli di calcolo e i database relazionali di cui in breve tempo ne diventa cintura nera. Consegue la certificazione ECDL e l'abilitazione di esaminatore AICA, ed esercita anche come esaminatore ecdl dal 2004. Attualmente la docenza è la sua vita, le da molte soddisfazioni a livello professionale . Materie insegnate: pacchetto office a tutti i livelli, gestione della segreteria, d.lvo 81/2008 (salute e sicurezza). insomma, informatica di lungo corso, amante dei libri dei viaggi degli animali e della birra; attualmente docente transumante con la speranza forse utopica di trovare un pascolo fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *