Festival Suona Francese

Festival Suona Francese
La musica francese in Italia.

Festival Suona FrancesePalazzo Farnese, 22 Marzo 2012, Roma

Lo splendido Palazzo Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia in Roma, ha ospitato la conferenza stampa della presentazione del Festival “Suona Francese”, manifestazione musicale ormai giunta alla V Edizione.

Presenti l’Ambasciatore Alain Le Roy, insieme a Jean-Marc Séré-Charlet, Consigliere Culturale e Direttore dell’Institut français Italia, Sandrine Mini, Addetta culturale dell’Ambasciata e direzione progetto, Oscar Pizzo, Consigliere artistico Suona francese, e Luigi Guidobono Cavalchini, Presidente Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione Franco-italiana per la creazione contemporanea, insieme a tutti i partner del festival e con uno straordinario show case acustico di Ben L’Oncle Soul, il quale ha aperto ufficialmente il Festival con l’anteprima del 24 Marzo, con un concerto all’Auditorium di Roma, oltre che a deliziare i presenti alla conferenza con tre brani tratti dal suo fortunatissimo album.

Il festival “Suona Francese” s’appresta ad “invadere” l’Italia intera, da Trento a Noto, con oltre 150 concerti ed eventi sparsi su tutto il territorio nazionale, concludendo la manifestazione il 29 giugno con un “mostruoso” concerto a Bomarzo, coinvolgendo ben 38 città.

Un festival libero, come tengono a precisare le istituzioni, in perfetta armonia con lo spirito di libertà assunto nella terra di Francia: un festival che prevede quindi vari generi musicali, senza limite alcune, rivisitazioni in chiave contemporanea di musica classica e di quella che ha fatto la storia della musica francese.

Per la prima volta in questa edizione, ci saranno all’interno della manifestazione, delle piccole rassegne per evidenziare le svariate sfumature musicali della musica francese e dei suoi protagonisti. Un omaggio quindi al grande compositore Claude Debussy, in occasione dei 150 anni dalla sua nascita: tante le manifestazioni ed i conservatori impegnati proprio nell’esecuzione dei brani del grande Maestro.

Il calendario della manifestazione è ricco di artisti ed eventi: ben 400 artisti animeranno in tutta Italia lo spirito della musica francese, alla duplice scoperta del territorio italiano nelle sue più belle location e centri culturali/musicali, nonché della musica francese: sia moderna che contemporanea.

Tra gli artisti e gli eventi segnaliamo: Eliane Radigue (3 maggio a Bologna, Teatro San Leonardo, Prima esecuzione assoluta), Tristan Murail (9 maggio a Padova, Auditorium del Conservatorio e il 10 maggio a Firenze, Stazione Leopolda), Francis Dhomont (7 e 9 magggio a Perugia), Geoffroy Drouin compositore e borsista dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici (a Roma l’8 maggio nell’ambito di Emutif, master class il 24 maggio a Venezia e il 27 maggio a Roma con Pascal Gallois).
Inoltre ci sarà l’Orchestra Les Siècles (13 aprile, Roma, coproduzione Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Palazzetto Bru Zane – Centre de musique romantique française), Pascal Gallois (24 maggio a Benevento per una master class e il 26 maggio a Frosinone), Stefano Bollani (9, 13 e 14 giugno – Accademia nazionale di Santa Cecilia), e in prima nazionale la tournée di Sonia Wieder Atherton (21 maggio a Bologna, 23 maggio a Bari, 27 maggio a Roma, al Teatro Argentina).

Per la musica contemporanea e per i più giovani, segnaliamo alcuni degli eventi romani come Mademoiselle K (21 giugno, Piazza Farnese, Festa della Musica) e Karimouche (16 giugno, Circolo degli artisti a Roma, 19 giugno, Mrs Good (21 giugno, Piazza Farnese, Festa della Musica). Ed ancora Pascal Contet con l’esecuzione dal vivo per un ciné-concert (il 26 maggio master class al conservatorio Santa Cecilia e il 27 maggio Casa del Cinema a Roma, l’elettronica di Chapelier fou (4 maggio a Roma, Lanificio), Rone e Para One (4 maggio a Roma, Lanificio).

Non solo festival, ma anche concorsi per i giovani artisti emergenti, con “Io Farnetico”, si selezioneranno artisti italiani per la serata finale della Festa della Musica, ovvero il 21 Giugno, dove sarà allestito il palco, proprio davanti l’Ambasciata Francese, in piazza Farnese in Roma. I vincitori del concorso, potranno ripetere l’esperienza musicale in Francia, attraverso il festival “Suona Italiano” che si svolgerà a Parigi da Settembre a Dicembre.

Un dualismo musicale, culturale e territoriale quindi che si trasferirà in Francia per far conoscere la nostra cultura in una terra più simile alla nostra di quanto pensiamo.

Per partecipare al concorso “Io Farnetico”, gli artisti dovranno inviare una demo di brani in mp3 (comprensivi dei propri riferimenti) entro il 12 Maggio, all’indirizzo mail iofarnetico.concorso@gmail.com. Ad ogni modo, il bando completo di partecipazione è presente sul sito della manifestazione. (www.suonafrancese.it).

Il palco del 21 Giugno sarà allestito da Edison Energia, una delle più antiche società di energia in Europa. Un partner che ha sposato l’iniziativa culturale ed ambientale appieno, fornendo così un palco ad impatto zero, un palco che si alimenta in tutto e per tutto con pannelli fotovoltaici, quindi a tutto vantaggio dell’ambiente.

Ma non solo, con il concorso “Edison Change the Music” si offre una ulteriore possibilità per gli artisti emergenti, sempre in pieno rispetto dell’ambiente.

Con la festa in Grotesques al Parco dei Mostri di Bomarzo il 29 Giugno si concluderà questa entusiasmante manifestazione, all’insegna della musica e della cultura, nell’unione dei popoli.

Nonostante il periodo di crisi che attraversa l’Europa, Francia e Italia mantengono e supportano questo grande progetto, grazie al sostegno del Ministero della Pubblica Istruzione, Afam-Miur e del Ministero della Cultura francese.

Tags from the story
Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *