La nascita dell’Archivio Nazionale del Jazz

Archivio Nazionale del Jazz
Un progetto a cura del Saint Louis College of Music

Archivio Nazionale del JazzCampidoglio, 19 Aprile 2012, Roma

Presentato al Campidoglio, nella splendida Sala degli Arazzi, il nuovo ed entusiasmante progetto legato al Saint Louis College of Music di Roma, ovvero la nascita dell‘Archivio Nazionale del Jazz.

Il progetto nasce dall’esigenza di portare alla luce non solo la musica contemporanea, raccogliendo in un unico luogo e strumento, tutto ciò che concerne la musica Jazz ed il mondo circostante, bensì di andare a ritroso nel tempo, alla riscoperta dei grandi jazzisti, della loro musica e delle emozioni vissute, attraverso l’ascolto di rarissime quanto preziose registrazioni.

Registrazioni di semplici amanti e appassionati di Jazz, di giornalisti e soprattutto fonici. Questi ultimi possono rivelarsi dei veri e propri scrigni di tesori “nascosti”, pronti ad essere riportati alla luce.

Concerti, jam sessions o semplici sound check possono essere svelati al grande pubblico, grazie anche alle preziose registrazioni conservate dai fonici.

Il responsabile dell’Archivio Nazionale del Jazz è Adriano Mazzoleni, giornalista ed esperto di musica Jazz, che con l’ausilio del Saint Louis College of Music di Roma e con le figure di Rossella Gaudenzi, Alessandro Peana, Adriana Persico e Giorgia Mileto, ha contribuito alla crescita dello stesso, con delle registrazioni rarissime.

La scelta per la fruizione e condivisione della musica Jazz è ricaduta sulla creazione di un portale, sfruttando la rete internet, in modo da poter raggiungere il maggior numero possibile di persone ed al contempo, digitalizzare tutto il materiale a disposizione, in modo ordinato e accurato.

Un vero e proprio archivio virtuale ove ascoltare le registrazioni, leggere le recensioni o le notizie dell’epoca relative ai concerti, visionare le locandine e leggere le biografie relative ai grandi jazzisti.

Un archivio aperto e fruibile a tutti, sia agli appassionati che agli studiosi e musicisti.

Il portale infatti è suddiviso in varie sezioni. Vi sono presenti le voci “archivio audio”, “partiture”, “archivio dischi”, “pubblicazioni” e “archivio video”.

Un portale che si appresta a divenire un punto di riferimento, ove ricercare tutte le informazioni necessarie, oltre ad ascoltare delle vere e proprie rarità di musica Jazz.

Il Saint Louis College Music di Roma auspica che il portale traini il progetto nell’avere una sede fisica ove ci si possa incontrare, studiare e naturalmente ascoltare musica Jazz. Una evoluzione naturale legata inoltre allo studio e alle attività didattiche offerte dalla scuola stessa.

Il Saint Louis College of Music di Roma è una delle strutture didattiche più rinomate, con oltre 1800 allievi provenienti da ogni Paese e con un corpo docente composto da 120 musicisti di fama nazionale, diretto dal Maestro Stefano Mastruzzi.

Il progetto è totalmente finanziato dal Saint Louis College of Music di Roma, patrocinato dal Comune di Roma, che ha accolto con grande entusiasmo l’iniziativa.

Il portale lancia un appello a tutti coloro che sono in possesso di materiale utile alla formazione dell’Archivio Nazionale del Jazz. Sul sito è presente una sezione apposita per mettersi in contatto con la direzione e donare i propri “tesori”, in modo che siano fruibili a tutti.

Invitiamo tutti a visitare il portale all’indirizzo web www.archivionazionaledeljazz.com e ad ascoltare la musica che ha scritto la storia Jazz.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *