IL CANNIBALE di Jefferson Bass

 

Titolo Il cannibale

Autore Bass Jefferson

Anno Pubblicazione 2012,

Pagine 323

Traduttore Ricci M.

Editore Newton Compton

 Trama: Il dottor Bill Brockton è un noto antropologo forense, direttore della famosa Fabbrica dei Corpi, dove si studia la decomposizione dei cadaveri. Quando un giorno si ritrova a esumare un corpo per eseguire un test di paternità, tutto lascia supporre che si tratti di un caso di routine. Ma l’apertura della bara riserva una scioccante sorpresa: il corpo all’interno è stato orrendamente profanato. In seguito alla raccapricciante scoperta, Brockton viene contattato dall’FBI, che vorrebbe utilizzare i cadaveri dei suoi esperimenti come esca per smascherare un fiorente mercato nero di resti umani. Proprio mentre sta decidendo, pieno di dubbi, se accettare o meno, il suo grande amico Eddie Garcia rimane vittima di un incidente e rischia l’amputazione di entrambe le mani: la sua carriera di medico legale potrebbe avere fine per sempre. Un evento inaspettato e sconvolgente, che rischierà di compromettere l’indagine sul profanatore di tombe, ma anche i principi in cui Brockton crede…

Premetto che il titolo del libro non ha nulla a che vedere con il cannibalismo antropologico, bensì con un cannibalismo molto più sottile, inteso come smembramento di corpi e non come chi si nutre di corpi umani.

Molto interessante il fatto che sia B. Bass e K. Reichs abbiano scritto entrambi un libro sul traffico illegale di organi, argomento di evidente attualità che ha suscitato l’attenzione dell’opinione pubblica negli Stati Uniti.

Mentre però K. Reichs, privilegia la storia gialla, il romanzo di Bass pone l’accento sui particolari scientifici, e le vicende poliziesche servono solo per legare i vari episodi autobiografici del maestro dell’antropologia forense. Nei libri di Bass si nota lo stacco fra gli avvenimenti gialli d’azione e di fantasia, e i fatti reali della sua straordinaria esperienza.

Bass è un uomo pragmatico e di scienza, da lui non ci si possono attendere straordinari slanci di fantasia, ma è proprio la realtà, a volte a superare di gran lunga l’immaginazione, a rendere unici i suoi libri. Il rigore scientifico, condito con un pizzico di goliardico umorismo, ci guida alla scoperta dei macabri misteri della morte, destinazione finale di tutti i viventi. Pessima, purtroppo, la traduzione (Grandi Montagne Fumose x Great Smoky Mountains lo trovo davvero eccessivo), anche nel titolo “Il cannibale”, che nulla ha a che vedere con la vicenda, rispetto all’originale “The Bone Thief”.

La storia comunque è ben articolata, i personaggi sono credibili, le vicende hanno un loro motivo d’essere, i colpi di scena non mancano e nemmeno i guizzi si fanno attendere ma la traduzione e l’editing – soprattutto questo – lasciano un po’ a desiderare.

In sostanza è un buon romanzo giallo, che tocca sensibilmente il lettore per le vicende umane in esso contenute; romanzo dai contenuti interessanti e dalla scrittura  scorrevole e mai noiosa.

Written By

Segni particolari: Informatica di lungo corso, cittadina di internet, residente del web. Nasce assistente al software nei primi anni 90, poi cresce come programmatore di vari linguaggi (c, cobol, Visual Basic, sql, pl1 ecc.) evolve come analista programmatore ma poi cambia rotta, ma non troppo, ricoprendo il ruolo di recruiter (di figure informatiche ovviamente, ma non solo) poi di responsabile del personale e infine di direttore del personale di una nota testata giornalistica politico/economica. Ma non si ferma qui; quasi per caso intraprende con successo la carriera di docente informatico presso importanti aziende e clienti istituzionali nel lontano 2002 e scopre di amare non solo la cattedra ma anche i fogli di calcolo e i database relazionali di cui in breve tempo ne diventa cintura nera. Consegue la certificazione ECDL e l'abilitazione di esaminatore AICA, ed esercita anche come esaminatore ecdl dal 2004. Attualmente la docenza è la sua vita, le da molte soddisfazioni a livello professionale . Materie insegnate: pacchetto office a tutti i livelli, gestione della segreteria, d.lvo 81/2008 (salute e sicurezza). insomma, informatica di lungo corso, amante dei libri dei viaggi degli animali e della birra; attualmente docente transumante con la speranza forse utopica di trovare un pascolo fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *