1Q84 LIBRO 1 E 2 Aprile-Settembre di Haruki Murakami

 

Titolo: 1Q84 libro 1 e 2

Autore: Haruki Murakami

Editore: Einaudi

Collana: Supercoralli

Pagine: 722

Trama: 1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L’autista le suggerisce, come unica soluzione per non mancare all’appuntamento che l’aspetta, di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza, nascosta e poco frequentata. Ma, sibillino, aggiunge di fare attenzione: «Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola».

Negli stessi giorni Tengo, un giovane aspirante scrittore dotato di buona tecnica ma povero d’ispirazione, riceve uno strano incarico: un editor senza scrupoli gli chiede di riscrivere il romanzo di un’enigmatica diciassettenne così da candidarlo a un famoso premio letterario. Ma La crisalide d’aria è un romanzo fantastico – o almeno così dovrebbe essere – tanto ricco di immaginazione quanto sottilmente inquietante: la descrizione della realtà parallela alla nostra e di piccole creature che si nascondono nel corpo umano come parassiti turbano profondamente Tengo. L’incontro con l’autrice non farà che aumentare la sua vertigine: chi è veramente Fukada Eriko?

Intanto Aomame (che pure non è certo una ragazza qualsiasi: nella borsetta ha un affilatissimo rompighiaccio con cui deve uccidere un uomo) osserva perplessa il mondo che la circonda: sembra quello di sempre, eppure piccoli, sinistri particolari divergono da quello a cui era abituata. Finché un giorno non vede comparire in cielo una seconda luna e sospetta di essere l’unica persona in grado di attraversare la sottile barriera che divide il 1984 dal 1Q84.

Ma capisce anche un’altra cosa: che quella barriera sta per infrangersi.

 

1Q84 è stato accolto, alla sua uscita in Giappone, come il capolavoro di Murakami Haruki e immediatamente elevato a oggetto di un autentico culto, tanto che sono comparsi libri e riviste che provano a indagare i misteri e rispondere agli interrogativi che solleva questo romanzo fluviale, ricco di storie (e storie dentro storie), personaggi, idee.

Un Murakami al suo meglio che riesce come non mai a centrifugare le suggestioni più diverse (dal folklore giapponese all’immaginario manga, dalla fantascienza occidentale alla tradizione letteraria orientale) e a esplorare le nostre ossessioni per dare vita a un mondo del tutto personale, onirico e malinconico, in cui nessuna realtà parallela ripaga per la nostalgia di un’amicizia d’infanzia, per un amore mancato.

 

Libro molto interessante e decisamente ben scritto, con una scrittura fluida e scorrevole; lento nella narrazione ma mai noioso e molto interessante soprattutto per i suoi contenuti piuttosto introspettivi. Ogni personaggio è ben delineato e ben inserito nel contesto anche se inizialmente il lettore è costretto a porsi diverse domande sul legame apparentemente e inizialmente inesistente tra i personaggi che però durante la lettura un po’ per volta emerge.

Interessante la suddivisione dei tre romanzi in trimestri, il primo libro è aprile-giugno il secondo luglio-settembre e il terzo ottobre-dicembre, interessante anche il titolo 1Q84; i tre volumi sono ambientati nel 1984 a Tokio e il titolo ricorda molto da vicino 1984 di George Orwell; tra l’altro la lettera «Q» del titolo in giapponese ha la stessa pronuncia del numero 9 (kyuu), per questa ragione è opinione di alcuni critici che l’opera di Haruki Murakami sia un omaggio, per niente velato, a Orwell e al suo 1984, inoltre la «Q» è anche un riferimento al “Question mark”, ossia al punto interrogativo. Anche la motivazione del nome del titolo è alquanto singolare e lo spiega la protagonista Masami Aomame, uno dei personaggi fondamentali del romanzo. Aomame è una trentenne che, per conto di una organizzazione occulta, esegue omicidi di persone accuratamente selezionate in base ai loro misfatti. Il suo cognome significa letteralmente “fagioli blu” ma in italiano è stato adattato in “piselli verdi”, Aomame ha l’impressione di vivere in un 1984 parallelo che lei ribattezza appunto 1Q84.

In questo primo libro tra i personaggi comprimari appaiono Tengo Kawana che è il secondo personaggio fondamentale del romanzo. Trentenne anche lui, è un insegnante di matematica in una scuola di preparazione agli esami di ingresso universitari, autore di romanzi che non sono stati ancora pubblicati.

Altro personaggio comprimario del primo volume è Yuji Komatsu, un editore di 45 anni, e poi c’è Fukaeri una ragazza di 17 anni il cui manoscritto, dal titolo La crisalide d’aria, è stato presentato ad un concorso letterario. La ragazza, il cui nome completo è Fukada Eriko, parla molto poco e in modo inusuale e diretto. Sembra abbia una visione apatica della vita.

Altro personaggio enigmatico del libro è Shizue Ogata una ricca vedova, confidente di Aomame, per la quale Aomame talvolta lavora. Shizue Ogata, che abita nella Casa dei Salici, svolge anche attività di protezione nei confronti di donne vittime di violenza domestica.

Verso la fine del primo libro compare anche Ayumi Nakano, una poliziotta di Tokyo che diventa amica di Aomame.

Il libro inizia con Aomame che ha un appuntamento e rimane intrappolata in taxi nel traffico caotico di Tokio rischiando di arrivare tardi al suo appuntamento, nel taxi aleggia la sinfonietta di Janacek che farà da colonna sonora alla  parte iniziale del romanzo. Aomame si inventa un percorso alternativo e tra mille peripezie arriva trionfante all’appuntamento, ed espleta con successo il suo compito; e proprio in questo punto del romanzo iniziano un serie di strani fatti che portano la protagonista alla conclusione di vivere una realtà alternativa e parallela. Lo sviluppo della storia è scorrevole ma frammentario e apparentemente le storie scorrono parallele senza mai incontrarsi. L’atmosfera che si respira in questo romanzo è magica e onirica allo stesso tempo, dove ci sono personaggi quasi mitologici come i Little People ma  i personaggi del libro  li percepiscono tangibili e presenti.

Il primo libro in realtà lascia molte domande in sospeso che in parte troveranno risposta nel libro 2 per concludersi definitivamente nel libro 3.

Written By

Segni particolari: Informatica di lungo corso, cittadina di internet, residente del web. Nasce assistente al software nei primi anni 90, poi cresce come programmatore di vari linguaggi (c, cobol, Visual Basic, sql, pl1 ecc.) evolve come analista programmatore ma poi cambia rotta, ma non troppo, ricoprendo il ruolo di recruiter (di figure informatiche ovviamente, ma non solo) poi di responsabile del personale e infine di direttore del personale di una nota testata giornalistica politico/economica. Ma non si ferma qui; quasi per caso intraprende con successo la carriera di docente informatico presso importanti aziende e clienti istituzionali nel lontano 2002 e scopre di amare non solo la cattedra ma anche i fogli di calcolo e i database relazionali di cui in breve tempo ne diventa cintura nera. Consegue la certificazione ECDL e l'abilitazione di esaminatore AICA, ed esercita anche come esaminatore ecdl dal 2004. Attualmente la docenza è la sua vita, le da molte soddisfazioni a livello professionale . Materie insegnate: pacchetto office a tutti i livelli, gestione della segreteria, d.lvo 81/2008 (salute e sicurezza). insomma, informatica di lungo corso, amante dei libri dei viaggi degli animali e della birra; attualmente docente transumante con la speranza forse utopica di trovare un pascolo fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *