Un mostro a Parigi

Un Mostro a Parigi
Un talento pauroso.

Un Mostro a ParigiUSCITA CINEMA: 22/11/2012
GENERE: Animazione, Fantasy, Avventura
REGIA: Eric ‘Bibo’ Bergeron
SCENEGGIATURA: Eric ‘Bibo’ Bergeron, Stéphane Kazandjian
ATTORI:
Arisa, Raf, Enrico Brignano, Maurizio Mattioli, Enzo Decaro, Simona Borioni
PRODUZIONE: Bibo Films, Europa Corp., Walking The Dog
DISTRIBUZIONE: Sunshine Pictures
PAESE: Francia 2011
DURATA: 82 Min
FORMATO: Colore 3D

Parigi 1910. Il cinematografo è la passione ed il lavoro di Emilie, che sogna di conquistare la bella cassiera del cinema Maud. Ma Emilie è troppo timido per dichiararsi, così dietro consiglio di Raoul, decide di scriverle una lettera.

Emilie e Raoul sono molto amici. Raoul ha un furgoncino e consegna merci in tutta la città. Tiene molto al suo furgoncino, più di ogni altra cosa. Anche Raoul è segretamente innamorato ed ha difficoltà nel dichiararsi. Forse perchè Lucille è bellissima ed ha una voce melodiosa, forse perchè è corteggiata dal prefetto Maynott, a capo della polizia.

Un giorno i due amici si ritrovano nel laboratorio di uno strambo scienziato ed a dispetto delle sue raccomandazioni e del diniego del babbuino nel farli entrare, i due combinano un pasticcio con le pozioni lasciate incustodite nel laboratorio.

La pulce del babbuino prende così nuova vita, trasformandosi in una creatura di oltre 2 metri che spaventa la popolazione parigina.

In realtà anche la pulce, Francoeur è molto spaventata. Si esprime cantando e la sua voce è dolcissima. Sotto la pioggia incontra la bella Lucille che ne resta affascinata e decide di aiutarlo a nascondersi, mentre sua zia invece lo vuole a tutti i costi al fianco della nipote nello spettacolo.

Ma Francoeur avrà purtroppo breve pace poiché il prefetto è sulle sue tracce e vuole assolutamente eliminarlo per conquistare la carica di sindaco.

Fortunatamente per il nostro Francoeur le cose vanno per il meglio grazie all’aiuto di tutti i protagonisti della storia.

Un mostro a Parigi” è una dolcissima storia sull’amicizia, il talento ed i buoni sentimenti. Ambientato nella vecchia Parigi, le ambientazioni e le musiche fanno immergere lo spettatore in una atmosfera da sogno, romantica ma al contempo divertente.

Un film adatto ad ogni età, per (ri)scoprire le magiche atmosfere di un’epoca in cui la magia del cinema stava nascendo, insegnando a grandi e piccini che le apparenze a volte ingannano. Un mostro è tale quando non conserva la propria umanità e non per via del suo aspetto esteriore.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *