Il Muro

Il Muro
Opera rock sulle musiche dei Pink Floyd.

Il MuroRoma, Stazione Birra, 1 Marzo 2013

Il muro non è soltanto un insieme di mattoni e calce. Il muro è qualcosa di più umano di quanto possiate pensare.
Il muro è qualcosa che ci rende irraggiungibili e come un muro invalicabili. Ma il muro è anche un qualcosa che ci protegge, seppur talvolta ci esclude dal mondo, dal vivere appieno le proprie emozioni.

Il Muro” è una storia d’amore tra due persone che si incontrano per caso. Due persone titubanti ad aprirsi verso il nuovo, a causa del loro passato turbolento che li ha delusi, ma al contempo desiderosi di gettarsi l’uno tra le braccia dell’altra, in una nuova travolgente storia d’amore.

Una storia d’amore raccontata attraverso flash back in diverse fasi della loro conoscenza e vita insieme. Il momento più nefasto per lui è il carcere, mentre per lei l’attesa di un uomo che forse quella realtà ha cambiato per sempre.

Una storia d’amore che nasce sulle note dei Pink Floyd, scritta e diretta dal regista Angelo Longoni, accompagnati dalla band SoundEclipse che dal vivo esegue alcuni dei pezzi più noti della storica band.

Questa piccola opera rock è un altalenarsi di emozioni, così come in fondo lo sono le storie d’amore. La prima fase della scoperta, dell’allegria, dei sogni e dei tanti progetti di vita insieme, per poi proseguire verso una fase di paure, misteri, rabbia e lacrime.

Il protagonista è un giovane ingegnere del Comune di Roma, mentre lei è una consulenti di viaggi con diverse fobie, tra cui quella di viaggiare in spazi chiusi. Lui le offre un passaggio quando la incontra per strada, a causa della macchina in panne, e da quel momento sono inseparabili. I due si sposano ed i progetti di vita comune si fanno sempre più intensi, quando purtroppo lui finisce in carcere, finendo in un giro di corruzione molto più grande di lui.

Tra i due, dapprima si crea complicità, ma l’esperienza negativa di lui porta a costruire tra di loro un “muro”, fatto di silenzi, rabbia ed insicurezze. Un muro che a fatica riusciranno a scalfire, ma che piano piano li proteggerà dal mondo esterno.

Ettore Bassi ed Eleonora Ivone sono i due protagonisti di questa storia, accompagnati sulla scena dalla band SoundEclipse, che eseguono dal vivo alcuni pezzi tra i più noti dei Pink Floyd. La band è posizionata alle spalle degli attori, dietro a un velo scenografico. Quando gli attori lasciano la scena per far spazio alla musica, vengono proiettati dei video ispirati alle note delle canzoni, lasciando intravedere la band suonare.

Lo spettacolo affronta un tema molto attuale, alla scoperta delle vere emozioni che si celano all’interno dell’animo umano, quelle stesse emozioni che tutti, chi più chi meno, nascondono dietro un muro, per i più svariati motivi.

Il palco del noto locale di musica live, Stazione Birra, si è così prestato a un esperimento teatrale fuori dagli schemi, lasciando che la magia delle musica si sprigionasse per ulteriori pensieri ed emozioni tra il pubblico.

Lo spettacolo sarà di nuovo in scena dal 23 al 28 Aprile 2013 presso il Teatro Golden di Roma.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *