Legami e corrispondenze

Legami e Corrispondenze
Immagini e parole attraverso il '900 romano.

Legami e CorrispondenzeRoma, Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, 27 Febbraio 2013

La mostra “Legami e corrispondenze. Immagini e parole attraverso il ‘900 Romano” è una mostra che si estende lungo i tre piani della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, coinvolgendo ben 100 opere, tra dipinti e sculture, in correlazione a sei autori che hanno caratterizzato il ‘900, attraverso i loro scritti, libri, ritratti e riviste.

Il percorso espositivo si divide in sei sezioni, ognuna dedicata a un autore. Gli autori in mostra sono Gabriele D’Annunzio, Filippo Tommaso Marinetti, Massimo Bontempelli, Luigi Pirandello, Giuseppe Ungaretti ed Alberto Moravia.

Una settima sezione ricorda invece i “Luoghi d’incontro” privilegiati per lo scambio ed il confronto tra intellettuali, ove si creavano legami ed intrecci tra artisti, letterati, poeti e musicisti.

Gallerie o spazi espositivi, oppure luoghi insoliti come botteghe, negozi, caffè e trattorie, diventano così i testimoni della nascita di forti amicizie, collaborazioni e opere d’arte che hanno lasciato traccia nella storia artistica del nostro paese.

Legami e CorrispondenzeInoltre il Maestro Luca Bernardini ha sonorizzato il museo con alcune selezionate musiche e canzoni, in modo da ricreare una affascinante atmosfera all’interno di ogni sezione.

Al primo piano è possibile ammirare opere di Gabriele D’annunzio, tra simbolismo e decadentismo, in correlazione con le opere di Nino Costa, Giulio Aristide Sartorio, Antonio Discovolo, Adolfo De Carolis e molti altri.

Per la sezione dedicata a Filippo Tommaso Marinetti, dedito al futurismo, vi troviamo tra le opere quelle di Benedetta Cappa Marinetti, Gerardo Dottori e Sante Monachesi.

Legami e CorrispondenzePer la sezione di Massimo Bontempelli, ispirato al realismo magico, vi troviamo tra le opere quelle di Felice Carena, Mario Sironi, Giorgio De Chirico, Carlo D’Aloisio da Vasto e Francesco Trombadori.

Al secondo piano vi ritroviamo invece Luigi Pirandello ed “L’io allo specchio”, in correlazione con le opere di Roberto Melli, Afro, Felice Casorati e molti altri.

Ad accompagnare Giuseppe Ungaretti e la scuola romana vi troviamo tra le opere quelle di Amerigo Bartoli Natinguerra, Renato Guttuso, Carlo Quaglia, Mario Mafai e Pericle Fazzini.

Al terzo ed ultimo piano vi troviamo Alberto Moravia e gli artisti, con le opere di Carlo Levi, Adriana Pincherle, Mario Schifano, Giulio Turcato e Mario Ceroli.

Legami e CorrispondenzeIn questa sezione vi sono presenti anche alcune opere contemporanee dell’artista Francesco Vaccaro che ha realizzato un ritratto intimistico del grande autore Alberto Moravia. In una, vi sono una serie di fotografie minuscole poste su di un tavolo, che sembrano fissare il visitatore non appena si entra nella saletta. La seconda opera è rappresentata da una serie di video realizzati all’interno della casa di Moravia.

La mostra è promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza Capitolina, a cura di Federica Pirani, Gloria Raimondi e Maria Catalano.

La mostra è visibile fino al 29 Settembre 2013, presso la Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, sita in Via Francesco Crispi.

Tags from the story
Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *