Titor is dead in tour

Titor is Dead in Tour
Con "Titor is Dead Tour" i Titor tornano a calcare i palcoscenici d'Italia. Ad annunciare il tour un nuovo videoclip, "Titor is Dead", con la complicità del duo comico di Zelig "Senso D'oppio". Ma ora scopriamo più da vicino come nasce questa collaborazione tra i Titor ed i Senso D'oppio, con una duplice intervista alla band ed al duo comico. Per i Titor rispondono Sabino e Cekko, rispettivamente cantante e bassista della band.

Titor is Dead in Tour“Titor is Dead” è il nuovo video che lancia il vostro ritorno in tour. Come vi sentite a calcare di nuovo i palchi?
Sabino: Innanzitutto grazie per invitarci nuovamente tra le vostre pubblicazioni!

Il ritorno di Titor on stage per questa primavera 2013 (in realtà non ci siamo mai fermati dall’uscita di “Rock is Back”, dall’aprile 2012 abbiamo avuto circa 80-90 esibizioni per tutta la penisola!) è sicuramente legato ad un ulteriore periodo di promozione e possibilità che si sono via via create proprio grazie al nuovo videoclip che ha suscitato numerosi consensi e un relativo “successo”!

Sicuramente chi ci vede truccati da Kiss nel video, deve in qualche modo vederci anche on stage, quindi con jeans, una maglietta e Grande Rock!

Ad ogni modo abbiamo sempre una voglia incredibile di suonare dal vivo, forse è una forma di “dipendenza” da cui faccio/facciamo, fatica a staccarci.

Ad oggi abbiamo circa una dozzina di nuovi live in programma tra Marzo e Maggio in tutta Italia, e tanti altri in arrivo! Siamo molto contenti.

Con quali “effetti speciali” stupirete i vostri fans?
Sabino: Gli “effetti speciali” saranno personalizzati ed originali per ogni live! In un live scorso abbiamo suonato in una performance dentro una vera e propria gabbia di metallo!

Altre volte suoniamo su quello che normalmente viene definito un “palco” ma curiamo sempre meno una disposizione musicista-pubblico, sia da un punto di vista fisico che comunicativo.

Titor viaggia nel tempo e nello spazio, pertanto ha reperito degli strumenti che neanche lui sa bene come funzionano ed incontra diverse persone che sicuramente, dal loro punto di vista, hanno sicuramente molto da dire. In questo senso Titor vuole essere solo un “interprete” di questo tempo, di questa linea temporale, in questa “fetta” del mondo.

Come nasce l’idea di questo video?
Sabino: Titor e Senso D’oppio, ovvero Francesco e Pietro, si conoscono da vario tempo, nutrendo una forte e reciproca stima umana e artistica.

Tendenzialmente ci siamo incontrati a concerti rock della nostra città (e inoltre noi amiamo i Paneduro, ma questa è un’altra storia!), pertanto abbiamo capito di condividere una simile attitudine rock, spontanea e viscerale.

Il desiderio di realizzare qualcosa insieme si è quindi concretizzato con la scelta del progettare il video di “Titor Is Dead”, la canzone che più di tutte tra quelle all’interno del disco esprime l’anima più ironica, sarcastica e surreale di Titor ed allo stesso tempo, a motivo del suo testo molto “visivo”, particolarmente adatta alla messa in scena dei Senso D’oppio.

Il tutto è stato poi ottimamente coordinato dalla regia di Fabrizio Prest e Laura Brunello, due videomakers di Orbassano, non professionisti ma molto professionali, mentre un’amica, Simona Barone, ha curato il make up, trasformandoci in quello che potete vedere.

La nota da sottolineare è l’atmosfera in cui si è svolta la realizzazione del video, decisamente amichevole, rilassata e divertita e, allo stesso tempo, produttiva ed efficace pur nella semplicità dei mezzi.

In che modo l’intervento e l’apporto del duo comico di Zelig “I Senso Doppio” hanno caratterizzato questa collaborazione?
Cekko: Sapevamo che “Titor Is Dead” è proprio il tipo di canzone adatto alla carica espressiva e comunicativa dei Senso D’oppio, e abbiamo lasciato loro carta bianca sulla sceneggiatura e sulle modalità di interpretazione. Sono arrivati con le idee chiare sugli sketch che avrebbero recitato, lasciando al contempo anche un certo margine di spazio improvvisato che ha reso il tutto più vivace e dinamico. Loro in effetti sono un vulcano di idee e di trovate, e mano a mano che procedevamo col girato continuavano a sfornare suggerimenti e input.

Volete raccontarci qualche aneddoto legato a questo video?
Cekko: è stato tutto molto divertente e genuinamente “cazzaro”. Non saprei narrare un aneddoto in particolare, probabilmente sarebbe quasi riduttivo rispetto a tutta la situazione che si è creata.

Sicuramente a volte dovevamo fermarci perchè ci veniva troppo da ridere, non capita tutti i giorni di vedere i tuoi compari di gruppo truccati a quel modo, a meno che non suoni in una band black metal norvegese.

A ripensarci dovevamo sembrare un manipolo di idioti che facevano cose senza senso in un garage (la location in cui abbiamo girato il video).

Alla fine ci siamo struccati, ma siamo rimasti lo stesso “abbastanza” idioti.

Progetti oltre il tour?
Sabino: Ad oggi ci stiamo dedicando alla date del “Titor is Dead tour”, come sopra accennato, fino a Maggio 2013 e poi stiamo già lavorando per i live estivi.

Oltre ciò siamo in fase di scrittura di nuovi brani che faranno parte del nuovo album. Stiamo inoltre preparando un paio di nuove cover, una delle quali farà parte di un disco tributo ad una band italiana molto nota nell’underground anni ’90, ma è una sorpresa, non possiamo ancora svelarlo!

Stiamo inoltre preparando il nuovo videoclip (il terzo, fino ad oggi), con immagini e riprese live già girate un mese fa in un live club di Torino.

Beh, ci piace autocitare: “Titor non ha mai smesso di tornare”!

Ora la parola passa ai Senso D’oppio.

Come vi siete ritrovati nel video musicale dei Titor?
Senso D’oppio: Le due cose più belle della vita sono stare con gli amici e stare davanti alla telecamera, in questo caso la bellezza è alle stelle!

Musica e comicità è un duetto che va spesso a braccetto. Quanto la musica fa parte del vostro essere artista?
Senso D’oppio: La musica è solo un altro modo per raccontare delle storie. A braccetto ci sono andate molte persone, quali Franco e Ciccio, Le gemelle Kessler, Berlusconi e Maroni, il maccherone col pomodoro, perchè il sugo si “inzicca” dentro il maccherone!

Abituati al palcoscenico di Zelig, come pensate di “affrontare” i fans dei Titor?
Senso D’oppio: Abbiamo fatto spettacoli in diversi posti, come in piola sul Lungo Dora Firenze (Torino. NdA), in un bar di fronte a un magnaccia, due puttane e un bambino, abbiamo fatto spettacoli per produttori di vino. Ne siamo usciti sempre indenni. Il popolo del Rock per noi è una goduria dei sensi… d’oppi!

Pensate che in futuro sia possibile replicare l’esperimento musicale?
Senso D’oppio: Certo! Da tempo volevamo fare un videoclip musicale, e finalmente abbiamo realizzato questo sogno coi nostri amici Titor.

Progetti imminenti?
Senso D’oppio: Ci avvaliamo della facoltà di non rispondere.

Siamo gente scaramantici.

Tags from the story
,
Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *