Marilyn

Marilyn
Gli ultimi tre giorni.

MarilynRoma, Teatro dell’Orologio, 6 Giugno 2013

Marilyn Monroe è un mito senza tempo. La sua prematura scomparsa l’ha consacrata definitivamente nell’olimpo delle star più amate della storia del cinema americano e non solo. Ma anche per questo, la sua scomparsa sembra essere avvolta in un mistero ancora non risolto.

Un mistero che ispira la compagnia teatrale “Compagnia degli INDIE (pendent)” con lo spettacolo “Marilyn – gli ultimi 3 giorni”, di Elisabetta Villaggio, con la regia di Michele Di Francesco e con Vita Rosa Pugliese, Claudio Boschi, Andrea Carpiceci, Carolina Izzo, Federica Faisha Lenzi, Marco Martino, Matteo Milani ed Alberto Mosca.

Cosa è successo negli ultimi 3 giorni antecedenti la scomparsa di Marilyn Monroe? Siamo in agosto, Marilyn è nella sua casa coccolata e seguita dalla sua governante e dal suo psicoanalista.

I suoi sbalzi d’umore sono imprevedibili, anche se a suo dire era un buon periodo. Finalmente l’aveva spuntata per non ottenere più solo ruoli di bionda svampita e senza cervello, cimentandosi anche alla regia e nella produzione di pellicole cinematografiche.

Ma i successi professionali non hanno mai colmato quella sensazione di abbandono, quel bisogno di affetto che Norma Jeane Mortenson non è mai riuscita a colmare. Numerosi amanti, matrimoni, aborti, ricadute di salute hanno compromesso in parte la vita sentimentale e privata della grande attrice che agli occhi del pubblico compariva come la più desiderata e la più fortunata ragazza d’America.

In questo spettacolo si cerca di dare una spiegazione a tutto quel che è successo negli ultimi giorni di vita di Marilyn con un epilogo che mai lo spettatore avrebbe pensato di vivere. E così l’allegria ed il sorriso di Marilyn si spegne piano piano, tra urla disperate ancora ancorate alla vita, per mano di colui che credeva l’amasse. Un intrigo nell’intrigo ove la storia non ci ha mai rivelato il vero finale.

Uno spettacolo emozionante, ove traspare tutta la fragilità di Marilyn Monroe, ove chi doveva proteggerla l’ha invece spinta verso una fine cruenta, al contempo creando quello che oggi è ancora uno dei miti più amati di Hollywood.

Ben strutturata la storia, con una scenografia ricercata, così come i costumi della protagonista, a cura di Raffaella Rame.

Uno spettacolo che vi lascerà amare ancora di più Marilyn Monroe, che si conclude con una bellissima interpretazione canora della protagonista, riportando alla luce lo sfavillio e la bellezza della sensuale Marilyn Monroe, così come abbiamo imparato ad amarla.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *