Soft Work

Soft Work
Mostra personale di Sterling Ruby.

Soft WorkRoma, Museo Macro Testaccio, 28 Maggio 2013

Fino al 15 Settembre sarà possibile visionare la mostra personale di Sterling Ruby dal titolo “Soft Work”, presso il Museo Macro Testaccio di Roma.

Come sempre il Museo d’arte Contemporanea di Roma stupisce i propri visitatori sia per l’insolita e stupefacente location ove sono collocale le opere, sia per le opere stesse.
E la mostra di Sterling Ruby ne è uno dei tanti lampanti esempi.

I grandi cuscini uniti tra loro esposti nel padiglione del museo formano in realtà un’unica grande opera. Così è stata concepita dall’autore questa mostra.

Cuscini colorati che si intrecciano lungo il percorso espositivo offerto dal Museo Macro, ove vi sono anche enormi pupazzi che penzolano dal soffitto, mentre altri cuscini assumono la forma di gocce di sangue, ricordando i tatuaggi dei carcerati.

Vi sono inoltre delle enormi bocche vampiresche fissate alle pareti che sembrano mordere chi vi si avvicina, simbolo del consumismo.

Il lungo serpentone di cuscini scaturisce nel visitatore, di primo impatto, una forte attrazione nel tuffarvisi sopra, adagiandosi su quelle enormi e morbide opere d’arte, ma osservando più attentamente le composizioni e le forme di alcune opere, può anche sentirne qualche sensazione di timore.

Soft WorkL’artista in questo modo ha voluto trasformare i simboli di tranquillità e comodità domestica, come cuscini, coperte e trapunte, in veri e propri oggetti scultorei che sembrano suggerire l’ingannevole natura delle quotidiane certezze domestiche, mettendo in discussione l’idea di sicurezza del focolare domestico molto sentito soprattutto sul territorio americano, facendo invece emergere la paura di non aver più un luogo sicuro.

Un altro elemento di discussione è il cucito, visto tipicamente come una attività femminile, ma che in questa occasione si trasforma attraverso i morbidi cuscini e le coperte intrecciate, in qualcosa di “mostruoso” che inquieta.

Ma in fin dei conti è “solo” arte. Molti bambini piccoli, grazie alla loro naturale curiosità, si sono lasciati conquistare da questi cuscini, tanto da sedercisi sopra.

Sterling Ruby è una artista sempre alla ricerca e sperimentale, operante su scultura, pittura, disegno, fotografia e video. Attivo a Los Angeles, è definito uno degli artisti più significativi e originali di questi ultimi anni.

Dopo le tappe di Ginevra, Reims e Stoccolma, il suo tour europeo termina a Roma, con questa straordinaria mostra al Macro Testaccio.

La mostra è a cura di Maria Alicata, con l’organizzazione generale di Damiana Leoni e il contributo di Depart Foundation e SINV ed è organizzata con il supporto di Regione Lazio.

La mostra è visitabile fino al 15 Settembre.

Tags from the story
,
Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *