Multiplex

Multiplex
Un film horror.

MultiplexRoma, Anteprima al Cinema Adriano, 25 Giugno 2013

GENERE: horror/thriller
PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE: Poker Entertainment
SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Stefano Calvagna
REGIA: Stefano Calvagna
AIUTO REGIA: Tiziano Grasso
FOTOGRAFIA: Dario Di Mella
MUSICHE: Claudio Simonetti
MONTAGGIO: Roberto Siciliano
SCENOGRAFIA: Jaime D’Ercole
COSTUMI: Susanna Razzi
ORG. GENERALE: John Cesaroni
DIR. PRODUZIONE: Paolo Cellini
DURATA: 84′
FORMATO: HD- Cinemascope
LINGUA: Italiano
CAST ARTISTICO: Francesca Romana Verzaro, Tiziano Mariani, Laura Adriani, Jacopo Troiani, Lavinia Guglielman, Federico Palmieri, Gabriele Mira-Rossi e Giulia Morgani.

Viola, Niccolò, Clelia, Valerio, Ambra e Mattia sono una comitiva di ragazzi alquanto diversi tra loro. Viola è una persona timida e pacata, Niccolò ha avuto invece un esaurimento nervoso che lo porta a prendere dei farmaci ed a fare degli strani incubi, Clelia è una hipster radical chic, tra la goffa e la sfigata, Valerio è il classico figlio di papà, Ambra è la bella del gruppo mentre Mattia quello simpatico e sempre con la battuta pronta.

I ragazzi però hanno una passione che li accomuna, ovvero il cinema. Quindi insieme decidono di incontrarsi e di andare a vedere un thriller horror. Viola e Niccolò raggiungono gli altri proprio per l’ultimo spettacolo a notte fonda, in uno dei multiplex più grandi della Capitale.

Si aggirano strane e macabre leggende su quel cinema e Mattia non perde tempo nel raccontarle con il suo classico stile, ma gli altri non gli credono. Eppure Mattia sostiene che molti anni fa proprio in quel cinema dei ragazzi sono stati uccisi.

In attesa dell’inizio del film Ambra si allontana dal gruppo per andare nella toilette del cinema, ove viene messa all’erta dalla guardia del multiplex, il quale svolge il suo lavoro in maniera da sembrar molto pericoloso e fuori di testa.

Stesso trattamento lo riserverà anche a Niccolò e a tutta la comitiva in sala, minacciandoli di pentirsi di aver messo piede nelle sue sale se si comporteranno in malo modo.

I sei ragazzi, dapprima un po’ titubanti, dopo questa “sfida” da parte della guardia, decidono all’unisono di restare all’interno del cinema dopo la chiusura. Si nascondono in una delle sale, mentre gli ultimi spettatori vanno via e la guardia inizia il suo ultimo giro.

Ha così inizio un gioco tra di loro, il quale però li porterà a separarsi e ad essere più vulnerabili. Le ragazze vanno a nascondersi, mentre i ragazzi cercano di ritrovarle. La guardia torna nella sua postazione, dove si cela il suo più grande segreto, mostrando così il suo lato folle.

Dalle telecamere a circuito chiuso la guardia scopre gli intrusi e decide di dar loro la caccia, mentre i ragazzi continuano ancora a cercarsi ma, di lì a breve arriva la prima vittima. Mattia è stato ferito a morte. A trovarlo è Niccolò che cerca di avvisare tutti gli altri.

La comitiva di amici a poco a poco scoprirà che il gioco è diventato qualcosa di molto pericoloso, cercando di sfuggire alla follia omicida che serpeggia tra le sale ed i corridoi talvolta nascosti agli occhi dei visitatori che si trovano all’interno del multiplex.

La tensione inizia a salire, così come le prime vittime. I ragazzi fuggono dalla mano dell’assassino folle alternandosi tra i corridoi bui che conducono alle sale e tra gli angusti e soffocanti corridoi delle uscite di sicurezza, tra scale ed anfratti che talvolta si rivelano una vera salvezza per coloro che vi si nascondono.

La follia, così come la notte, sembra non aver mai fine all’interno del multiplex. I tre sopravvissuti, Niccolò, Viola e Valerio riescono a ritrovarsi, ma i ragazzi decidono che non possono andarsene senza aver consumato la loro vendetta. Mentre i due ragazzi cercano di pareggiare i conti con la guardia, Viola fugge a nascondersi. Ma è proprio dopo questo episodio che una terribile verità sarà svelata agli occhi dello spettatore, conducendolo fino al finale a sorpresa.

Multiplex” è un thriller-horror ben riuscito, grazie anche alla location scelta, ambientato in uno dei più grandi multiplex d’Italia, che si presta con le sue scale ed i suoi corridoi nell’intento di ricreare quell’atmosfera soffocante e senza uscita.

Una serie di inquadrature, il montaggio e la fotografia, supportate dalla musiche del Maestro Claudio Simonetti, collaboratore di Dario Argento, rendono al film un ritmo frenetico, fino al suo epilogo. Una storia che regge, senza discrepanze, tanto che durante la visione del film vi ritroverete a guardarvi intorno per ogni minimo movimento percepito in sala.

Stessa sensazione l’avrete mentre cercherete un po’ spaesati l’uscita del cinema, ove soltanto fuori vi sentirete di nuovo al sicuro.

Se siete degli amanti del cinema e del thriller in particolare, questo è un film che non potete perdere. Seppur sia un film indipendente e realizzato con un budget davvero minimo, la pellicola rispecchia tutti i canoni dei miglior film del genere.

La pellicola è al cinema nelle migliori sale dal 27 Giugno, distribuito da Poker Entertainment.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *