Il grande orso

Il grande orso
Anteprima al Cinema Barberini del 3 Luglio 2013.

Il grande orsoGENERE: animazione
PRODUZIONE: Copenhagen Bombay
NAZIONALITA’: Danimarca
DISTRIBUZIONE: Poker Entertainment
SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Jannik Tai Mosholt, Esben Toft Jacobsen
REGIA: Esben Toft Jacobsen
MUSICHE: Nicklas Schmidt
DURATA: 90′
LINGUA: Italiano
CON LE VOCI DI: Germana Savo, Francesca Rinaldi, Stefano Thermes, Gaetano Lizzio.

Jonathan e Sofia sono due fratellini che si divertono a giocare nel loro piccolo giardino circostante la casa di famiglia, quando Jonathan decide di vivere qualche brivido in più recandosi nella casa del bosco da suo nonno.

Non c’è verso di lasciare a casa la sua sorellina che è impaziente e curiosa di vivere assieme al fratello una fantastica avventura estiva.

La casa del nonno si trova in un bosco ove non vive più nessuno, circondata da un muro oltre il quale si trovano monti, alberi e qualcosa di strano e curioso. Ben presto Sofia e Jonathan si ritroveranno a scoprirlo da soli.

Dietro una piccola porticina che conduce al di là del sicuro giardino, Sofia fugge dopo aver cercato di aiutare suo fratello nell’aggiustare il fortino sull’albero che anziché rafforzarsi, cade a pezzi. Arrabbiato, Jonathan blocca la porta, mentre Sofia si ritrova al di là del muro con una stranissima rana che quando gracida fa piovere ed il suo peluche.

Quando Jonathan finalmente si decide ad aprire la porta, Sofia non c’è più. Preoccupato, si immerge nella foresta, a dispetto di tutte le storie che aveva sentito su quel luogo misterioso ed al contempo affascinante.

Jonathan così scoprirà presto che la foresta è immensa, selvaggia, bellissima. Il bosco è animato anche da strane e buffe creature, come i corvi che lo seguono come angeli custodi, oppure le piccole alci che si divertono a giocare ad incornare sassi. Ma ciò che di più strano e meraviglioso scoprirà è il grande orso.

Un enorme orso ove sul suo dorso sono cresciuti alberi e rocce, con una folta distesa di prato verde. Mister Orso, così come l’ha nominato Sofia, è mansueto ed adora vivere in quell’ambiente, libero e felice di girovagare tra le grandi valli.

Sofia cerca di far capire a Jonathan la bontà dell’enorme animale che a dispetto della sua mole e del suo aspetto, si comporta come un docile cagnolino. Jonathan non riesce però a fidarsi, così Sofia decide di andarsene via con l’orso.

Cadendo in una trappola, alla continua ricerca della sorella, Jonathan viene salvato da un solitario cacciatore, il quale risulta essere l’unico abitante del bosco. Il suo obbiettivo è quello di uccidere l’animale il quale, secondo le sue teorie, è responsabile dell’abbandono degli abitanti della foresta e della distruzione del villaggio.

Dapprima Jonathan, pur di salvare la sorella, decide di aiutare il cacciatore nella cattura dell’orso, ma una volta rintracciato Mister Orso si rende conto della bontà dell’animale, godendosi appieno il paesaggio circostante a bordo del muso dell’animale, il quale è incantato dalle farfalle.

Il cacciatore tenta in tutti i modi di uccidere l’animale, nonostante le rassicurazioni dei bambini che invece vogliono dimostrare quanto sia in errore, ma non vi è verso.

I due bambini e l’orso riusciranno a sconfiggere il cacciatore e a far si che finalmente Mister Orso torni a vivere nel bosco in tutta tranquillità.

La pellicola danese è un inno alla natura, alle diversità ed alla meraviglia, supportata da elementi fantastici, come la mole dell’orso, le piccole alci, le rane della pioggia ed i simpatici corvetti che durante tutto il film si ritagliano siparietti esilaranti.

Una pellicola basata sul senso dell’amicizia, sulla scoperta del lato più selvaggio della natura, meravigliosamente incantevole, contro pregiudizi e paure sintomo solo dell’ignoto e di pericoli che spesso sono presenti nelle moderne società.

Non mancano momenti emozionanti e commoventi in questa favola che molto insegna ai bambini, ma soprattutto agli adulti, a non odiare a prescindere, ma a capire la vera essenza delle creature.

I bellissimi paesaggi ed alcune immagini del grande orso immerso nei laghi della grande vallata, lasciano fantasticare persino gli adulti. Vivere un’avventura in questo modo con il Grande Orso diviene un sogno ad occhi aperti.

La pellicola è al cinema nelle migliori sale dal 4 Luglio, distribuito da Poker Entertainment.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *