Alessandro Serra

Ride bene chi ride... de core!

Alessandro SerraRoma, All’Ombra del Colosseo, 18 Agosto 2013

Le domeniche di agosto nella Capitale sono sempre all’insegna del divertimento, anche quando magari le sporadiche partite di calcio ci mettono lo zampino.

Alessandro Serra non si scompone e torna sul palcoscenico della manifestazione “All’Ombra del Colosseo” più carico che mai, per uno spettacolo intimo e personale, all’insegna del divertimento e dal ritmo travolgente.

L’Associazione culturale Castellum per questa XXIV edizione sceglie i migliori artisti comici da proporre al pubblico romano e non solo, agevolando anche le famiglie. Difatti con un solo euro in più, tutti i minorenni accompagnati da un adulto possono accedere alla manifestazione assieme alle loro famiglie.

In questo spettacolo da “one man show” Alessandro Serra affronta nella maniera più genuina la veracità e la schiettezza tipica del popolo romano, di cui si fa portavoce ormai nei suoi spettacoli.

Forte anche delle apparizioni televisive a Zelig ed a Colorado, ove tornerà anche per la prossima stagione televisiva, Alessandro Serra affronta il pubblico senza schemi predefiniti e testi scritti, affidandosi semplicemente alla sua spontaneità, al quale il pubblico risponde con altrettanta schiettezza, applaudendo e ridendo di quelle sfumature comiche e pungenti di cui solo i romani sanno rendersi protagonisti.

Ma non solo comicità romana, ma anzi Alessandro Serra senza risparmiarsi alcun colpo, affronta le problematiche quotidiane e sociali, vizi e virtù degli italiani.

Durante i suoi spettacoli non mancano di certo riferimenti all’infanzia, talmente diversa ora da quella da lui vissuta che si meraviglia anche vedendo un giovanissimo spettatore che mentre segue lo spettacolo è alle prese con uno degli smartphone più noti.

Riferimenti alla tecnologia che volente o dolente hanno cambiato il modo di vivere delle persone in pochissimi anni. Sembrano trascorsi secoli quando da bambino il suo unico divertimento era quello di giocare in cortile a pallone con gli amici, dove anche i malintenzionati sono messi in difficoltà da un folto gruppetto agguerrito di bambini di periferia.

Croce e delizia anche il rapporto con le donne che Serra non manca di manifestare e mettere in evidenzia nei suoi spettacoli, travolgendo (forse avendo anche un pizzico di ragione) su alcuni difettucci del gentil sesso. Ma come non amare una donna ed i suoi mille difetti? Impossibile ed imprescindibile per Alessandro Serra.

Anche quando la coppia decide di andare in vacanza, organizzando dei viaggi surreali dei quali purtroppo ne è il protagonista.

Sicuramente vi ritroverete a ridere per le esilaranti ed a volte assurde situazioni che possono succedere a bordo di un aereo, anche semplicemente commentando la consueta routine delle hostess che mostrano ai passeggeri come comportarsi in caso di avaria.

Ma il vero tormentone che ha reso celebre Alessandro Serra sono le “domande deficienti”, una vera e propria battaglia contro coloro i quali pongono al malcapitato comico delle domande alquanto… inutili ed ovvie!

Come ad esempio quando si è sotto la doccia e ti domandano candidamente se ti stai lavando. Alessandro Serra ha pronta la sua risposta, ovvero “No, stò a provà l’ombrello nuovo…!”.

Riuscirà il mitico Alessandro Serra a sconfiggere le “domande deficienti” e ad educare chi le pone?

Nel frattempo Alessandro conquista la mitica gratinata de “All’Ombra del Colosseo”, in barba alle partite di calcio, al tango ed alla sfortuna.

Alessandro Serra tornerà in televisione con il suo travolgente cabaret questo autunno durante la nuova edizione di Colorado.

Preparate le domande, Alessandro ha una risposta per ognuno di voi.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *