PERCORSI DI CINEMA ALLA CASA DEL CINEMA DI ROMA

I GRANDI MAESTRI RACCONTANO IL PERCORSO CHE DALL'IDEA GIUNGE AL FILM

In autunno, a Roma, c’è un appuntamento ormai storico per gli amanti del cinema. Quello organizzato dall’ANAC – Associazione Nazionale Autori Cinematografici – alla Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma.

Prende il via il 13 novembre, infatti,  la decima edizione  della  rassegna “Percorsi di Cinema” con i suoi quattro appuntamenti da non perdere. Ad inaugurare la rassegna  mercoledì 13 novembre alle ore 16,00 sarà  “Sacro GRA” di Gianfranco Rosi, vincitore del Leone d’Oro alla 70° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Secondo una formula ormai collaudata, dopo la proiezione della pellicola, ci sarà l’incontro con l’autore sul “percorso dall’idea al film”. Il dibattito sarà  condotto da Ugo Gregoretti.

Ed è proprio l’incontro con gli autori uno dei maggiori motivi di interesse della rassegna. I grandi maestri del cinema analizzano, nel modo più analitico e approfondito possibile, una delle loro opere e ci raccontano nel dettaglio il processo creativo che li ha portati alla realizzazione dei film, raccontando gustosi aneddoti e dialogando anche con il pubblico presente.

Attraverso l’analisi e le testimonianze dei creatori dei film – registi, sceneggiatori, direttori della fotografia, scenografi, interpreti, autori delle musiche – si ripercorrono tutte le tappe creative dalla scrittura alla realizzazione pratica dei film.  Si riesce così a penetrare nei segreti e nelle curiosità  legate agli aspetti del lavoro di regia, quali le tecniche di ripresa, la composizione del cast tecnico e artistico, e le problematiche legate agli aspetti produttivi e distributivi.

Tutti gli incontri saranno filmati con tecnica digitale, come è avvenuto anche negli anni passati. Ciò ha permesso di comporre una cineteca digitale estremamente interessante, che è possibile visionare gratuitamente sul sito Internet dell’associazione: http://www.anac-autori.it/. Percorsi di Cinema si è affermato come un vero e proprio “laboratorio creativo” attraverso il quale  trasmettere l’ esperienza personale nella realizzazione di un film. 

Il secondo appuntamento sarà mercoledì 20 novembre con l’anteprima nazionale dell’opera prima di Sebastian Maulucci “La terra e il vento”. Seguirà l’incontro con l’autore  condotto dal regista Vito Zagarrio. Il terzo appuntamento, il 27 novembre, è con il film “Con il fiato sospeso ” di Costanza Quatriglio, presentato fuori concorso alla 70° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. L’incontro sarà condotto dal regista Giulio Manfredonia. Chiuderà il 4 dicembre “Salvo” di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, vincitore del Gran Premio della Semaine de la Critique al Festival di Cannes 2013. L’incontro sarà condotto dal regista Francesco Martinotti.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti fino ad esaurimento posti. Il senso di arricchimento culturale e poetico dato dalla partecipazione a questi incontri invece non ha prezzo.

Written By

Lavora da oltre quindici anni nel campo del web e della comunicazione digitale. È un project manager e ha conseguito un Master in Politiche Sociali dopo essersi laureato all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Prima, si era diplomato come perito di elettronica e telecomunicazioni. Se questo percorso non vi sembra lineare, allora leggete anche i suoi articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *