Saving Mr. Banks

Saving Mr Banks
Come Walt Disney riuscì a realizzare il film di Mary Poppins.

Saving Mr BanksUSCITA CINEMA: 20/02/2014
GENERE: Drammatico
REGIA: John Lee Hancock
SCENEGGIATURA: Kelly Marcel
ATTORI: Tom Hanks, Emma Thompson, Colin Farrell, Paul Giamatti, Jason Schwartzman, Ruth Wilson, Rachel Griffiths, B.J. Novak, Bradley Whitford, Kathy Baker, Victoria Summer, Dendrie Taylor, Ronan Vibert
FOTOGRAFIA: John Schwartzman
MONTAGGIO: Mark Livolsi
PRODUZIONE: Ruby Films, Essential Media & Entertainment, BBC Films, Hopscotch Features, Walt Disney Pictures
DISTRIBUZIONE: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
PAESE: USA 2013
FORMATO: Colore

Questa è la storia vera di come Walt Disney, il famoso magnate dell’ormai industria cinematografica animata più famosa al mondo, riuscì ad ottenere i diritti del libro della scrittrice P.L. Travers per realizzare il lungometraggio Mary Poppins, un best sellers e caso letterario che scaturì nella fantasia di milioni di bambini, ma anche di adulti, il desiderio di incontrare veramente la famosissima tata.

Le vicende di questa storia iniziano agli inizi del ‘900, quando P.L. Travers è soltanto una bambina, nel lontanissimo continente australiano, con un padre molto fantasioso che odia il suo lavoro di banchiere, e una madre messa in ombra e in disparte.

P.L. Travers ha vissuto una infanzia a tratti felice, a tratti molto triste, prendendo spunto dalla figura paterna e dalla solare zia per realizzare il romanzo di Mary Poppins. Un romanzo così tanto amato che il signor Disney promette alla propria figlia di realizzarne un film.

La disputa tra Disney e la signora Travers, durata per 14 anni, si avvia verso una conclusione nel 1961, quando la signora Travers, in preda a dei problemi finanziari, si vede costretta ad accettare l’ennesimo invito del signor Disney ad andare presso gli studios e concordare insieme la stesura finale per la realizzazione del film.

La signora Travers appare molto fredda, autoritaria e senza un briciolo di volontà per la realizzazione della pellicola. La signora Travers non vuole che il suo romanzo sia animato da stupidi personaggi a cartoni animati, non vuole commercializzare e far divenire Mary Poppins una creatura cattura soldi.

Contraria sulla realizzazione dei personaggi, sulle canzoni, sui testi. Walt Disney cerca di venire incontro ad ogni capriccio della scrittrice, credendo appunto che solo di capricci trattasi.

In realtà, dietro la durissima facciata della signora Travers si nascondono sofferenze e ricordi d’infanzia non del tutto sereni, in ricordo di quel che è accaduto al padre e di quanto le fosse legata.

Pian piano però la signora Travers riesce ad aprirsi e a comprendere il vero motivo di Walt Disney nella volontà della realizzazione di questo film, così come al contempo egli capisce veramente chi si nasconde dietro la figura di Mr. Banks e di come questo personaggio, in realtà il padre della scrittrice, si possa salvare e riabilitare, lasciando così andare tutta quella malinconia e quella durezza accumulata nel corso degli anni.

Un film che fa commuovere, sia coloro che da bambini hanno vissuto la storia e le magie di Mary Poppins, sia coloro che in qualche modo si identificano nel dolore della scrittrice.

Quel che stupisce è l’ambiente fiabesco della Disney e degli Studios, ove anche il capo, Walt, esige di essere chiamato dai suoi dipendenti con il proprio nome di battesimo, in contrapposizione con l’atteggiamento severo e austero della signora Travers, la quale sottolinea sempre un margine di distanza tra lei e gli altri riferendosi a tutti in modo molto distaccato e fortemente da snob, evidenziando al massimo i propri “capricci”.

E’ davvero strano scoprire quanto la scrittrice che ha fatto sognare milioni di bambini abbia un lato arcigno e severo, freddo e distaccato, seppur in realtà tutto ciò è dovuto all’attaccamento del personaggio di Mary Poppins, proprio come fosse parte della sua famiglia.

Ma chi non difenderebbe la propria famiglia in questo modo così arcigno?

Dietro al volto severo della signora Travers, si nascondono un grande cuore e tante lacrime, che arriveranno a sgorgare per il classico lieto fine che ha dato vita al capolavoro Disney che tutti quanti conosciamo.

Tom Hanks interpreta il ruolo di Walt Disney candidamente, immergendosi completamente in un mondo da favola, ove tutto è un susseguirsi di sorrisi, canzoni, dolciumi e gentilezze, mentre Emma Thompson da prova di essere una vera amazzone e combattente, mantenendo quel classico contegno e stile del tutto british, senza scomporsi più del necessario, ma con notevole autorevolezza.

Una pellicola che vi farà commuovere, un po’ ripensando all’infanzia vissuta con Mary Poppins e un po’ per l’umanità dei personaggi, molto più simili a noi di quanto crediate.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *