Classicità ed Europa

Classicità ed Europa
Il destino della Grecia e dell'Italia

Classicità ed EuropaRoma, 28 Marzo 2014, Palazzo del Quirinale

Allestita presso lo splendido Palazzo del Quirinale la mostra “Classicità ed Europa”, per omaggiare la presidenza del Consiglio dell’Unione Europea da parte della Grecia, nel periodo che va dal 1 Gennaio al 30 Giugno 2014, e dell’Italia, nel periodo che va dal 1 Luglio al 31 Dicembre 2014.

La Grecia e l’Italia sono due Paesi che hanno fortemente influenzato la cultura europea e mondiale, che nel corso dei secoli hanno offerto i natali ad artisti che hanno realizzato opere tutt’ora ammirate da molteplici estimatori.

In questo percorso espositivo a cura di Louis Godart, Consigliere per la Conservazione del Patrimonio Artistico del Presidente della Repubblica Italiana, vi sono le opere più rappresentative di entrambi i paesi, coprendo cinque millenni della storia della Grecia, dalle testimonianze delle civiltà cicladica, minoica e micenea del III e II millennio a.C. fino ad arrivare al dipinto El Greco del 1600-1607 ed alle moderne tele di Moralis e Partheis.

L’opera più antica è la statua femminile cicladica proveniente dalla necropoli di Spedos nell’isola di Naxos, proveniente dal Museo Archeologico Nazionale di Atene.

Classicità ed EuropaAll’interno della mostra vi è presente anche una Kore arcaica e la stele dell’Atena Pensosa, provenienti dall’Acropoli, una statua bronzea di figura maschile risalente al periodo ellenistico ed altri capolavori della Grecia Bizantina.

Per quanto riguarda le opere italiane invece, sono presenti un’anfora a staffa micenea proveniente dal Museo di Taranto e datata 1200 a.C., le tele del Giani e del Cadorin risalenti al Novecento.

I capolavori scelti evidenziano il ruolo dell’Italia nella trasmissione del messaggio greco, dimostrando che fu Roma a diffondere in Europa una visione del mondo basata sui valori che hanno fatto grande la civiltà ellenica.

Classicità ed EuropaEsposti quindi il vaso di Eufronio del VI secolo a.C. Proveniente dal Museo di Villa Giulia, I Tirannicidi e la Stele Borgia del Museo Nazionale Archeologico di Napoli, l’Amazzone inginocchiata del VI secolo del Museo Montemartini, l’Acrolito Ludovisi del Museo Nazionale Romano, il Filosofo dal Museo Magna Grecia di Reggio Calabria e il Codice Purpureo di Rossano.

Una esposizione che ripercorre quindi, attraverso i capolavori esposti, la grandezza della civiltà, della cultura e della creatività dei due Paesi europei, ad oggi impegnati per la valorizzazione del proprio essere in Europa.

La mostra, ad ingresso libero, si può visitare presso il Palazzo del Quirinale, fino al 15 Luglio 2014.Classicità ed Europa

 

Classicità ed Europa

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *