Fausto Roma

Fausto Roma
Le terre del caffè

Fausto Roma  Roma, 15 Aprile 2014, Complesso del Vittoriano

Lo spazio allestito presso il Complesso del Vittoriano di Roma si trasforma magicamente, sotto la direzione di Comunicare Organizzando e Claudio Strinati, in un luogo ove ammirare capolavori di ampie dimensioni realizzati dall’artista Fausto Roma, per questa personale che prende spunto dalle terre del caffè, per poi rilanciare e focalizzare l’attenzione sul problema della Terra.

Il percorso espositivo è composto di 29 acrilici su tela stampata e una scultura gioiello “Eneide”, dalla quale l’artista è partito per ricreare il percorso artistico ispirato alla sua visione dell’arte che guarda verso l’alto.

La scultura gioiello Eneide è testimonial della missione spaziale italo-russa “Eneide”, da cui per l’appunto il gioiello prende il nome. Portata a bordo della navicella spaziale Soyuz 10s dall’astronauta Vittori, il gioiello si presenta sotto forma di losanga percorsa da segni primigeni graffiati nell’oro. La figura al centro è l’Uomo, mentre la testa simboleggia la Terra e le tre pietre che ne compongono il gioiello, ovvero smeraldo, brillante e rubino, stanno ad indicare l’Italia. I tre colori difatti ricordano la bandiera del nostro Paese.

Fausto RomaIl diamante nero invece rappresenta la stazione orbitante. La sua forma a mandorla invece sta ad indicare la vita, mentre sulla cornice sono riportati i segni Alfa-Omega che ne simboleggiano l’Universo.
Un gioiello ricco di simboli ancestrali con dei forti richiami all’Uomo ed alla Terra, alla nascita ed alla vita, a simboleggiare quindi quanto queste tematiche stiano a cuore all’autore.

Le opere presenti in mostra quindi sono ispirate alle sedici terre dove, grazie al particolare clima favorevole, vengono coltivati i chicchi della pregiata bevanda tanto amata nel nostro Paese. Tra le varie terre che ispirano il lavoro del Roma vi sono il Kenya, il Messico, l’Etiopia, il Guatemala e la Colombia.

Partendo dalle mappe di queste terre l’artista scopre attraverso i tratti e le pitture, simboli ed archetipi che da sempre contraddistinguono la produzione, l’esportazione ed il consumo del caffè. I colori sono i veri protagonisti di questa mostra, ove vengono messi in risalto per mostrare in modo più che evidente, il simbolismo fortemente utilizzato nelle opere, nella visione del Roma.

In mostra vi sono anche i cicli della Terra, stampe fotografiche della Terra vista dal satellite, ove l’autore con l’ausilio dei colori acrilici, pone il suo punto di vista, giocando con le linee naturali della terra e ricostruendo in parte le distese di campi, dei corsi d’acqua e della superficie terrestre, in una straordinaria visione artistica.

Fausto RomaTra fantasia e realtà, mescolando l’arte ed i colori, giocando con le linee suggerite dalla visione della Terra, il Roma pone così in evidenza il suo particolare sguardo sul mondo, suggerendo al visitatore un punto di vista diverso ed insolito, ma dal sapore artistico e raffinato.

Fausto Roma nasce a Ceccano nel 1955 e frequenta l’Accademia di Belle Arti di Frosinone. Allievo del Maestro Augusto Ranocchi, dal 1977 opera nel campo dell’arte come pittore e scultore.

La mostra è visitabile fino al 18 Maggio 2014 ed è ad ingresso libero.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *