Gomorra

Gomorra - La Serie
La serie. Anteprima al cinema Moderno di Roma.

Gomorra - La SerieRoma, 29 Aprile 2014, Anteprima presso Cinema Moderno

Gomorra – La serie” è il nuovo kolossal tv ispirato dal libro di Roberto Saviano, “Gomorra”, un libro che narra del viaggio nel mondo affaristico e criminale della camorra e dei luoghi dove questa è nata e vive, ove i boss vivono in ville sfarzose, ove la popolazione approva e vive in stretto contatto con la criminalità organizzata, ove le giovani “reclute” vengono indotte a pensare che quello soltanto è il futuro che attende loro, dando vita e corpo al “Sistema”.

Gomorra – la serie” è in onda dallo scorso 6 Maggio su Sky Atlantic HD, per un totale complessivo di 12 episodi, girati da tre registi che sviluppano così la storia da tre punti di vista differenti, così come i principali personaggi della serie.

A dare il primo ciak è Stefano Sollima, lo stesso regista di “Romanzo Criminale”, per proseguire con Francesca Comencini e Claudio Cupellini, i quali si immergono assieme agli attori, tra professionisti ed emergenti, proprio sul territorio dove le vicende della serie sono più sentite e protagoniste anche nella realtà di fatti di cronaca riguardanti la camorra. Ma proprio laddove forse ci si aspettava ostilità, la troupe, il cast ed i registi, trovano invero una forte accoglienza e la tipica ospitalità dei partenopei. Da parte della produzione c’è stata inoltre la volontà di coinvolgere la popolazione locale in questa grande produzione, così da offrire anche lavoro, che in questi tempi di crisi latita maggiormente in determinate zone del nostro Paese.

Alla proiezione dell’anteprima dei primi due episodi della serie, oltre ai registi ed ai produttori, sono stati presenti anche gli attori principali intorno ai quali ruota la storia liberamente ispirata dal romanzo di Saviano, ovvero Marco D’Amore, Fortunato Cerlino, Maria Pia Calzone, Salvatore Esposito, Marco Palvetti, Domenico Balsamo e tanti altri.

La storia ha comunque un impianto narrativo del tutto originale rispetto al romanzo ed al film di Matteo Garrone, incentrato sulle vicende di due famiglie che si contendono il dominio sul territorio e la gestione degli affari illeciti nel napoletano.

Pietro guida il clan dei Savastano, temuto e rispettato da tutti. Suo figlio Genny, il quale un giorno dovrà prendere il suo posto, non è ben visto dall’ambiente in quanto non ritenuto all’altezza del padre nel curare e gestire gli affari della famiglia.

Ciro Di Marzio è uno dei soldati più fedeli e più in gamba che Pietro Savastano possa desiderare, finchè non si rende conto che all’interno del suo gruppo vi è una spia. Ciro acquista sempre più fiducia nei riguardi del boss che al contempo, apre una faida con il clan guidato da Salvatore Conte, il quale vuole sottrargli l’appalto per la gestione dei rifiuti.

La guerra tra le due famiglie è senza esclusione di colpi, con molti colpi di scena ed oscure trame che si sviluppano nell’ombra, sempre mirate alla conquista del predominio degli uni sugli altri.

La scrittura di “Gomorra – La serie” è a cura di Stefano Bises, Leonardo Fasoli, Ludovica Rampoldi e Giovanni Bianconi, a cui si sono uniti in fase di sceneggiatura Filippo Gravino e Maddalena Ravagli, mentre Roberto Saviano ha partecipato all’elaborazione del soggetto della serie.

Con oltre 30 settimane di riprese e 216 giorni complessivi di girato, 92 dei quali con effetti speciali di grande impatto visivo e circa 100 giorni di lavoro con il supporto di maestri d’armi e stuntmen, “Gomorra” si candida ad essere una serie kolossal che prima ancora di esser trasmessa, è stata venduta in 50 paesi nel mondo, le quali trasmetteranno la serie nei loro palinsesti televisivi, tra cui spicca il mercato americano.

Sono state utilizzate ben 156 location per la realizzazione della serie, girata anche tra le famose vele di “Scampia”, al tempo definita una delle più importanti piazze d’Europa per la vendita della droga, ma dove oggi la popolazione, grazie anche all’ausilio di svariate associazioni e al costante supporto delle forze dell’ordine, ha ripreso il controllo della situazione.

Durante l’anteprima degli episodi si delinea la genesi della lotta tra le due famiglie contendenti, dal punto di vista interno della famiglia stessa. Si possono quindi notare la ricchezza degli arredi di chi ve ne fa parte, ad iniziare dal lusso sfrenato della casa del boss, fino a proseguire con quello un po’ più modesto, seppur decorosissimo, dei semplici “sgaloppini”.

Un altro elemento comune è la forte devozione che tutti manifestano verso la religione, difatti numerosi sono i simboli cristiani sparsi sia come oggetti e sia come gioielli, che vistosamente appaiono al collo o alle dita dei protagonisti. Un punto di vista che sottolinea inoltre l’attaccamento verso la famiglia, alla cura dei figli, talvolta viziandoli in capricci che portano ad aprire altre faide con altri piccoli clan della zona. Un punto di vista che ha come base il disagio, il cambiamento e un’insolita evoluzione, che porteranno i personaggi e le vicende sempre più legati tra loro, in un vortice infernale senza fine.

Gomorra – La Serie” è una serie ben fatta e curata, ottima sia dal punto di vista narrativo che dal punto di vista scenico ed ambientale, grazie anche alla bravura degli attori e dei registi che hanno saputo ben definire i personaggi in un contesto ai più ignoto, ma che si va svelando piano piano agli occhi dello spettatore. Dalla produzione e dai registi, nonché dagli attori stessi, si fa inoltre notare che i personaggi all’interno della serie si evolveranno man mano, con il susseguirsi degli eventi. Niente può esser dato per scontato. Personaggi che, al primo colpo d’occhio, possono apparire sensibili o distanti dal mondo cruento dei clan, si riveleranno essere i più spietati nel salvaguardare l’onore, la famiglia e gli affari.

Personaggi e storie che difficilmente potranno essere emulati, poiché sono vicende che già accadono, verosimilmente, nella realtà. Una realtà fatta anche di orrori e disperazione, con personaggi così violenti che non provano pietà, ai quali difficilmente ci si può affezionare.

Nella serie non si è fatto altro che narrare una storia ispirata a persone ed a fatti reali, una sorta di collage che ha così dato vita ai personaggi ed alle vicende che si avvicendano durante il corso dei dodici episodi. Per rendere ancora più realistica la serie, la lingua utilizzata è il napoletano, in alcuni punti supportata da sottotitoli in italiano.

Gomorra - La SerieNon mancheranno colpi di scena, momenti di commozione ed indignazione, per una realtà che sembra essere così lontana per coloro che non la vivono, eppur così vicina al nostro quotidiano da far paura.

La serie, dopo la messa in onda su Sky Atlantic HD, sarà trasmessa in chiaro anche sul canale La7 e se, come si auspicano i produttori, avrà successo, probabilmente si penserà poi alla realizzazione di una seconda stagione.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *