Luce

Luce - L'Immaginario Italiano
L'immaginario italiano

Luce - L'Immaginario Italiano  Roma, 3 Luglio 2014, Complesso Del Vittoriano

Il Complesso del Vittoriano ospita dal 4 Luglio fino al 21 Settembre 2014 la mostra “Luce, l’immaginario italiano”, una mostra evento in occasione del 90 anni dalla fondazione dell’Istituto Luce, L’Unione Cinematografica Educativa, fondato nel 1924 e che nel corso degli anni ha documentato l’Italia, gli italiani e la loro storia.

Un percorso espositivo multimediale, con molteplici immagini e filmanti estratti dall’archivio Luce, un archivio dalle dimensioni enormi ma per la maggior parte fruibile anche attraverso il web.

Si parte dagli anni ’20, con immagini della città e della campagna, per proseguire verso gli anni ’30, caratterizzati ed influenzati dal fascismo e dal Duce che, avendo intuito l’importanza e l’influenza del cinema e dei giornali, ha utilizzato filmati e fotografie per la sua propaganda politica, evidenziando così soltanto un’Italia positiva e forte, nascondendo quell’Italia sofferente e contraria all’egemonia fascista.

Non manca l’area riservata alla Guerra ed ai suoi orrori, con immagini inedite, ma anche alla Rinascita dell’Italia e del suo popolo, grazie alla riconquista dei propri spazi e delle istituzioni, in un processo politico, culturale e umano di stampo democratico, procedendo verso un’Italia a metà tra la modernità e l’arretratezza, della disparità sempre più evidenziata dai filmati, giungendo al boom degli anni ’60 e proseguendo verso un’Italia più contemporanea. Nella sala principale protagonisti sono tre mega schermi che racchiudono per lo più momenti di cultura e spettacolo, in un colorato intreccio di filmati e musica, tra i quali spiccano anche i Beatles.

Luce - L'Immaginario ItalianoAl piano superiore vi sono invece le immagini fotografiche degli artisti che hanno caratterizzato il cinema e l’arte italiana, lasciando una traccia nella storia.

Una mostra questa che evidenza come l’Istituto Luce ha saputo raccontare gli italiani ed il loro mondo, che ha raccontato in passato agli italiani della loro terra, sconfinando oltre i luoghi di dimora, conoscendo forse per la prima volta, la geografia della propria nazione e dei “vicini” di regione.

Un archivio talmente importante che, sia per la sua ricchezza di materiale, sia per il ruolo che ha ricoperto in passato e per quello che sta costruendo per il futuro, nel 2013 fa il suo ingresso nel Registro Memory of The World dell’UNESCO, diventando così patrimonio mondiale.

Ad accompagnare la mostra vi è anche un libro – catalogo “Luce – L’immaginario italiano”, ricco di immagini che cronologicamente narrano le vicende dell’Italia, sia storiche che culturali. Il libro è curato da Gabriele D’Autilia, con la prefazione di Dacia Maraini.

In occasione dell’esposizione, all’interno del Complesso del Vittoriano, sarà inoltre possibile visionare una serie di film e documentari, prodotti o distribuiti dall’Istituto Luce, che vanno dal 1933 al 2013, mentre altri saranno proiettati in speciali “punti Luce” serali disposti ai Fori Imperiali (dall’11 al 27 Luglio), Piazza Santa Croce in Gerusalemme (dal 28 Luglio al 5 Settembre), dal 1 Luglio al 10 Ottobre al Museo MAXXI, con ingresso libero.

Luce - L'Immaginario ItalianoLa mostra è ideata e realizzata da Istituto Luce – Cinecittà, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Lazio, in collaborazione con Roma Capitale, curata da Gabriele D’Autilia e da Roland Sejko ed organizzata da Comunicare Organizzando.

Il costo del biglietto d’ingresso è di sei euro per il biglietto intero, mentre il ridotto ha un costo di quattro euro.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *