Carmen Medea Cassandra

Il processo.

Carmen Medea CassandraRoma, 17 Luglio 2014, Campidoglio

Carmen Medea Cassandra – Il Processo” è uno spettacolo tra prosa e danza, ispirato alle vicende di tre donne, per l’appunto Carmen, Medea e Cassandra, che nella letteratura e nella mitologia sono state condannate senza alcun processo, ritenute colpevoli di infedeltà, infanticidio e dell’inutile capacità di “vedere” il futuro con il cuore. Tre vicende raccontate sempre dal punto di vista maschile, in una visione che forse non rende loro giustizia.

Ecco quindi che Carmen, Medea e Cassandra trovano un riscatto attraverso questo spettacolo a cura di Luciano Cannito, presentato da Daniele Cipriani Entertainment, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ove le tre donne, vittime e carnefici del loro destino, rappresentano con grande attualità le donne di oggi, ancora vittime purtroppo di violenze e abusi.

A dare voce, anima e corpo alle tre figure, vi sono Rossella Brescia e Vanessa Gravina, le quali si immergono in una realtà contemporanea, per raccontare la storia di queste tre donne. Carmen difatti, si ritrova a Lampedusa, tra sbarchi di migranti e mercanti di carne umana, Medea invece è alle prese con un interrogatorio con un giudice, mentre Cassandra si ritrova negli anni Cinquanta, in Sicilia, vittima sia di un amore puro e sia della prevaricazione degli uomini, che al tempo dettavano legge.

Rossella Brescia e Vanessa Gravina sono accompagnate in questo spettacolo dal ballerino Amilcar Moret e dall’attore Gennaro Di Biase, mentre il testo è di Paolo Fallai, con le musiche di Georges Bizet e Marco Schiavoni, le scene di Vito Zito, i costumi di Laura Antonelli ed Elena Cicorella.

I creatori e gli interpreti di “Carmen Medea Cassandra – Il Processo” offrono inoltre il loro contributo alla campagna SOStegno Donna, sostenuta da Intervita Onlus (Organizzazione Non Governativa di cooperazione allo sviluppo a sostegno dell’infanzia, delle donne e delle comunità locali nella lotta alla povertà e alle disuguaglianze) per la creazione di centri di accoglienza all’interno dei Pronto Soccorso degli ospedali di Genova, Trieste e Roma, ai quali la maggior parte delle donne che subiscono abusi e violenze si rivolgono, ma spesso timorose ed ancora scosse, mascherano le violenze con accidentali incidenti. Qui il personale specializzato, saprà fornire loro cure mediche adeguate e supporto psicologico.

Con questa iniziativa, gli organizzatori lanciano sul web anche l’hashtag “#nemmenoconunfiore” ove si invitano le donne a ritrarsi con la schiena nuda, con la scritta dell’hashtag in questione proprio sulla schiena.

Le date estive che vedranno ospitare lo spettacolo all’interno dei teatri di pietra d’Italia sono:
6 Agosto 2014 – Vulci Festival – Vulci, Parco Archeologico
9 Agosto 2014 – Pula, Teatro Romano di Nora
10 Agosto 2014 – Cabras, Zona Archeologica di Tharros
16 Agosto 2014 – Plautus Festival – Sarsina, Arena Plautina

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *