Enrico Montesano

I love comico
Tra risate e romantici ricordi.

I love comicoRoma, 28 Agosto 2014, I Love Comico, Villa Ada

L’incantevole cornice di Villa Ada ha accolto all’interno del meraviglioso parco romano la manifestazione “I Love Comico”, evento a cura della AB Management, in un alternarsi di artisti che per tutto il mese di agosto e per i primissimi giorni di settembre, ha allietato sia i molti romani rimasti in città e sia coloro che rientrati da qualche fugace giorno di vacanza hanno trovato un divertente intrattenimento.

Tra i protagonisti in cartellone non è mancato uno dei più grandi artisti della comicità italiana, un attore che si avvicina a festeggiare i cinquant’anni di carriera, coronata da numerosi successi e una costante verve comica, mai sopita nel corso negli anni.

Enrico Montesano è stato forse uno degli artisti più attesi, vista la notevole affluenza di pubblico durante il suo live show senza titolo. Ebbene si, perchè Enrico non ha pensato a un titolo per questo suo nuovo spettacolo, regalando però al suo pubblico una performance straordinaria, all’insegna dei ricordi e del romanticismo.

Montesano si presenta sul palco di “I Love Comico” con una piccola orchestra che lo accompagna durante il corso della serata sulle note delle canzoni che l’attore ha interpretato nel corso della sua variegata e longeva carriera, divisa tra cinema, teatro e televisione, cantando naturalmente quelle stesse canzoni, con grandissima emozione.

Le note però sono anticipate dalle parole graffianti di un “semplice” personaggio, cittadino e lavoratore, che in attesa della comparsa del grande attore, non perde occasione di cantarne alla classe politica, in un susseguirsi di consensi ed applausi da parte del pubblico che si riconosce nelle sventurate situazioni, invitando così magari i politici a dare un po’ più di ascolto ed attenzione al popolo ed alla nostra bella nazione, passando inoltre alla difesa della lingua italiana e della sua bellezza citando le parole di Erri De Luca, auspicando nel tornare alla purezza di un linguaggio incontaminato che oggi invece è nutrito da “strane” parole che, interpretate da una sfrontata comicità, suonano buffe e divertenti.

In questo spettacolo Montesano prende spunto anche dalla sua vita privata, della quale non ha mai voluto rivelare nulla, soddisfacendo alcune curiosità del suo pubblico, rendendo così anche piccoli episodi di vita famigliare in qualcosa di estremamente esilarante, ma al contempo tenero e rassicurante, così come lo sono la maggior parte delle famiglie.

Attraverso i ricordi dei suoi esordi, dal cabaret al teatro, dal cinema alla televisione, Montesano incanta il pubblico con una forza e una innata comicità che rapisce lo spettatore, trascinandolo e coinvolgendolo nelle sue visioni, semplici e genuine, ma mai banali. L’apice del romanticismo arriva con l’interpretazione del brano “Roma, nun fa’ la stupida stasera”, splendida canzone romana del Maestro Armando Trovajoli, tratta dallo spettacolo teatrale “Rugantino” di Garinei e Giovannini, personaggio che Montesano ha interpretato nel 1978, affiancando Alida Chelli, Aldo Fabrizi e Bice Valori. Montesano invita il pubblico a cantare la canzone, anche semplicemente “ummando”, senza parole, svelando infine come interpretarla al meglio.

Sul palcoscenico affiorano anche i personaggi più noti di Montesano, come il Conte Tacchia, il Sor Torquato e la romantica signora inglese con il suo Salvatore, regalando altre straordinarie risate e simpatici ricordi.

Uno spettacolo che si conclude con un monologo legato all’Altissimo, a colui che “sarà quel che sarà”, cercando di capire il perchè non ascolti più le nostre preghiere. Forse una spiegazione a tutto ciò Montesano la individua nel constatare che non vi è più silenzio. Se non vi è silenzio, come è possibile che qualcuno di ascolti?

Esilarante, coinvolgente, uno straordinario mattatore ed intrattenitore che si diverte e diverte il suo pubblico, cedendo anche a piccole improvvisazioni che deliziano anche lo stesso Montesano. Una comicità attuale ed irriverente, genuina ed impertinente che conquista e diverte, contornata da ricordi privati e ricordi legati alla sua carriera artistica, ripercorrendo i momenti più salienti dell’attore.

Montesano sarà uno dei protagonisti dell’imminente scena teatrale romana e non, con diversi appuntamenti dei quali non mancheremo di raccontarvi e di invitarvi a vivere in prima persona.

Tags from the story
, ,
Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *