Intervista a Rudy Rotta

Rudy Rotta
Rudy Rotta nasce a Villadossola, in Piemonte nel 1950. Diciottenne inizia ad esibirsi nel veronese come chitarrista in gruppi emergenti dediti ad un repertorio rock-blues. All’età di quarant’anni compie una scelta di vita e di cuore, certamente meno di “interesse”: vende l’azienda e si dedica interamente alla musica. Prende ad esibirsi quasi esclusivamente all’estero, scalando man mano l’olimpo mondiale del blues ed instaurando una serie di collaborazioni con mostri sacri del calibro di B.B. King, John Mayall, Etta James, Brian Auger e Taj Mahal, solo per fare alcuni nomi.

Rudy Rotta“The Beatles Vs The Rolling Stones” nasce a cinquant’anni dallo sbarco dei due gruppi in America. Un omaggio a due delle più grandi band musicali di tutta la storia moderna e contemporanea. Quali brani hai scelto di rielaborare nell’omaggiarli? In che modo hai effettuato la scelta?
Sono i brani che ascoltavo quando ero bambino, quelli che tentavo di risuonare con la mia prima chitarra (una Hoefner acustica regalatami dai miei genitori) e che, inizialmente, a malapena riuscivo a riprodurre.

Sono cresciuto con queste canzoni, esse hanno segnato profondamente la mia infanzia ed anche la mia gioventù, sono entrate nella mia testa e poi ci sono rimaste.

Tutta la mia carriera artistica ha risentito inevitabilmente dell’influenza di Beatles e Rolling Stones; d’altronde nasco con il beat e solo dopo ho cominciato ad interessarmi al blues nelle sue molteplici sfumature.

Credo di aver scelto i brani maggiormente rappresentativi di entrambe le band e al tempo stesso i miei preferiti, quelli scelti con il cuore, senza rifletterci troppo e curando soprattutto gli arrangiamenti, in modo tale da accoppiare due brani ed unirli in uno solo attraverso lo stesso ritmo e groove.

Qual è invece la canzone che più ami dell’uno e dell’altro gruppo?
Dei Beatles ho sempre adorato la mccartneyana
Here, There And Everywhere mentre degli Stones direi Sympathy For The Devil.

Ma tra The Beatles ed i The Rolling Stones, qual è il tuo gruppo preferito?
Scelgo i Beatles, assolutamente.

Nel corso della tua carriera artistica hai avuto modo di collaborare con grandi musicisti, quali B.B. King, John Mayall e Robben Ford. Quali ricordi conservi di loro?
Bellissimi ricordi, senza dubbio.

Tutti i grandi nomi che hai appena citato, a cui se ne aggiungono tanti altri per mia grande fortuna, mi hanno regalato emozioni impagabili anche se preferisco non fare distinzioni nel citarne uno piuttosto che un altro.

Ognuno di loro ha rappresentato una tappa fondamentale per la mia crescita ed evoluzione sia come artista che come uomo.

Da tutto questo bagaglio di esperienze ho capito che la musica va affrontata sempre con umiltà ed abnegazione, qualità indispensabili se si intende raggiungere i propri obiettivi.

A chi consiglieresti questo disco e per quale motivo?
Ritengo che sia un disco adatto a tutti gli amanti della buona musica, non solo ai fan di Beatles, Rolling Stones o Rudy Rotta. È musica per grandi e piccoli, maschi e femmine, bianchi e neri; è musica che unisce e procura gioia, sia nel suonarla che nell’ascoltarla.

Avevo in mente la pubblicazione di questo album già da un po’ di tempo ed ora che ci sono finalmente riuscito, per me è motivo di grande soddisfazione. É davvero un sogno che si realizza.

Quale grande altro artista ti piacerebbe omaggiare o magari condividere il palco?
Domanda molto difficile.

Beh, se parliamo di blues, non posso non citare artisti leggendari come Albert Collins e Freddy King, senza dubbio i miei prediletti. È un vero peccato che siano morti così prematuramente.

E poi aggiungerei Paul McCartney, giusto per rimanere in tema con il mio nuovo lavoro discografico.

Prossimi appuntamenti live?
Sono in tour già da qualche mese per tutta Europa, in particolare Germania, Austria e Svizzera, paesi in cui sono molto conosciuto ed apprezzato ed in cui torno sempre volentieri, oltre che in Italia naturalmente.

Consiglio di visitare il mio sito ufficiale www.rudyrotta.com e cliccare sulla sezione “tour”, al cui interno potrete rimanere aggiornati su tutti i miei concerti, che mi terranno impegnato fino al Novembre 2015.

Progetti futuri?
Il prossimo anno pubblicherò un nuovo album, nel frattempo ho in programma molti concerti in giro per l’Europa e poi, per la fine di questo 2014, ho in serbo un progetto dal titolo “
Volo Sul Mondo”, sei brani in italiano dedicati ai bambini che soffrono le conseguenze disastrose derivanti dal cattivo uso delle nuove tecnologie come computer, telefonini e videogiochi.

Si è perso quel modo sano di divertirsi fuori insieme, all’aria aperta magari dando qualche calcio al pallone per strada.

La loro situazione ed il loro crescente stato di abbandono da parte dei genitori, che hanno sempre meno tempo per loro, sono ormai evidenti.

The Beatles Vs The Rolling Stones in streaming https://soundcloud.com/rudy-rotta

Rudy Rotta’s best features video compilation https://www.youtube.com/watch?v=TxdJiqynITw&feature=youtu.be

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *