Noi e la Giulia

Noi e la Giulia
Una commedia che riesce a lanciare alcuni segnali forti, in primis quello di avere il coraggio di inseguire un proprio “piano b” nella vita, nell'attuare quindi quell'alternativa a ciò che ti sei prefissato, quando tutto e tutti sembrano remarti contro.

Noi e la GiuliaRoma, 16 Febbraio 2015, Anteprima al Cinema Moderno

DATA USCITA: 19 febbraio 2015
GENERE: Commedia
ANNO: 2015
REGIA: Edoardo Leo
SCENEGGIATURA: Marco Bonini, Edoardo Leo
ATTORI: Luca Argentero, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Stefano Fresi, Carlo Buccirosso
FOTOGRAFIA: Alessandro Pesci
MONTAGGIO: Patrizio Marone
DISTRIBUZIONE: Warner Bros. Italia
PAESE: Italia

 
C’erano una volta un costernato, un coatto razzista e un depresso, al quale si unisce successivamente un comunista e una tipa fuori di testa.

Così, in apparenza, i protagonisti di “Noi e la Giulia” sembrano sbucare dal nulla, senza avere niente in comune se non forse quella insoddisfazione, quel malessere per quella vita vissuta fino a quel momento che nessuno ha desiderato, ma che anzi, poco alla volta affrontano per cambiarla, seguendo quel folle “piano b” che molto spesso non si ha il coraggio di attuare.

Ed ecco che Diego (Luca Argentero), Fausto (Edoardo Leo) e Claudio (Stefano Fresi) si incontrano per caso, quando ad ognuno viene l’idea di dare finalmente forma a quel “piano b” tanto desiderato, per riscattarsi dalla propria vita lavorativa ed affettiva, per dare un senso diverso alla propria esistenza, per finalmente afferrare con le mani un sogno, anche se quel sogno sembra folle ed irrealizzabile. I tre decidono di mettersi in società ed acquistare un casale per ricavarne un agriturismo.

Ai tre si unisce dapprima Sergio, un “combattente” dai forti e solidi ideali interpretato da Claudio Amendola, che con il suo carattere e la sua determinazione, guiderà i tre non solo nella ristrutturazione del casale, ma sarà colui che inizierà quella lotta contro colui che vuole invece dettare legge in un luogo dove tutti scappano via, ovvero da Vito (Carlo Buccirosso), un insolito camorrista della zona che vuole estorcere il pizzo alla nuova attività in via d’apertura. Un personaggio che, a bordo di una vecchia Giulia 1300, giunge al casale e che non riuscirà ad intimorire Sergio nell’attuare il loro progetto, convincendo gli altri a perseguire quella “folle” strada.

Noi e la GiuliaAl gruppo si unisce anche Elisa (Anna Foglietta), la quale dopo una fortissima delusione d’amore, è alla ricerca forse di se stessa, ma soprattutto di un posto tranquillo dove poter vivere, assieme alla creatura che si porta in grembo.

Una commedia divertente, quella diretta da Edoardo Leo, tratta dal libro “Giulia 1300 e altri miracoli” di Fabio Bartolomei, dove la stessa auto Giulia diviene un personaggio attorno al quale gira il film, accompagnata dalle musiche composte da Gianluca Misti.

Una commedia che riesce a lanciare alcuni segnali forti, in primis quello di avere il coraggio di inseguire un proprio “piano b” nella vita, nell’attuare quindi quell’alternativa a ciò che ti sei prefissato, quando tutto e tutti sembrano remarti contro.

Ma soprattutto, anche se magari con incoscienza, ad alzare la testa. I protagonisti della storia non si lasciano intimorire dal boss di turno, non si piegano quindi a ricatti e soprusi, ma anzi lottano per ciò in cui credono e nella libertà di poter realizzare quel “piano b”, costato fatica e sudore.

Un film che racconta, con la lente della commedia, dei temi alquanto delicati, poiché un sorriso aiuta ad affrontare al meglio le situazioni in cui possiamo incappare.
Dunque, in un susseguirsi di situazioni tragicomiche, come finirà la storia dei nostri protagonisti? Riusciranno a mettere in atto il loro “piano b”? O vi sarà un “piano c” sul quale dirottarsi?

Non resta che scoprirlo.

La pellicola è stata realizzata anche con il supporto di Lucana Film Commission e la Regione Basilicata, dove è ubicato il casale.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *