Arte della Civiltà Islamica

Arte della civiltà islamica
La collezione al-Sabah Kuwait in mostra presso Le Scuderie del Quirinale fino al 20 settembre 2015.

Roma, 24 Luglio 2015, Scuderie del Quirinale

 

Arte della civiltà islamica Le Scuderie del Quirinale ospitano una straordinaria mostra in rappresentanza dell’arte e della cultura islamica.

Nell’esposizione “Arte della Civiltà Islamica” vi sono oltre 360 oggetti provenienti dalla Collezione al-Sabah, reperti raccolti in oltre quarant’anni dallo Sceicco Nasser Sabah al-Ahmad al-Sabah e da sua moglie la Sceicca Hussah al-Salim al-Sabah, presente alla conferenza stampa.

La Collezione al-Sabah raccoglie ad oggi circa 35.000 oggetti, una grande ed importantissima collezione privata che ripercorre mille e quattrocento anni di storia dell’arte islamica, messa a disposizione del pubblico, che può così vedere magnifici reperti ed oggetti, compresi dei gioielli di una manifattura davvero straordinaria.

Gli oggetti, così come le persone, hanno delle storie da raccontare. Con questo spirito è presentata la mostra, lasciando che siano gli oggetti stessi a raccontare la storia della civiltà e della cultura islamica, attraverso oggetti che forse sono sconosciuti anche agli stessi islamici. Una occasione speciale dunque, per poter apprendere e visionare oggetti che hanno fatto il giro del mondo in altri paesi per altre esposizioni, finalmente raccolti a Roma.

La prima parte della mostra è cronologica, raccontando dunque la nascita e lo sviluppo della civiltà e della sua espansione, nonché della sua influenza nei paesi vicini.

La seconda parte invece si focalizza sulle calligrafie, l’esplorazione delle possibilità matematicheArte della civiltà islamica e geometriche, la fantasia del motivo floreale ripetuto infinitamente, ma anche la rappresentazione astratta e realistica della figura animale ed umana, sfatando così il mito dell’iconoclastia islamica.

All’interno della mostra è possibile visionare ceramiche, miniature, preziosi gioielli tempestati di pietre preziose, oltre che tappeti dalle dimensioni fuori dal comune, tessuti ed oggetti in avorio.

Non mancano inoltre monete d’oro, libri e manoscritti miniati, capitelli marmorei, pugnali di giada incastonati con rubini e smeraldi, anelli, collane e bracciali d’oro, con diamanti e pietre preziose che fanno sognare e girare la testa.

Gli oggetti presenti provengono dalla Spagna fino ad arrivare alla Cina, per un viaggio straordinario nella storia e nella cultura.

I numerosi oggetti di questa collezione furono nel 1983 offerti in prestito permanente presso il Museo Nazionale del Kuwait in occasione della Festa Nazionale del Kuwait, dove rimase fino a quando non vi fu l’invasione irachena nel 1990. Furono in quell’occasione prelevati numerosissimi oggetti, soltanto pochissimi rimasero nel museo, ma successivamente furono recuperate quasi tutte a Baghdad.

Arte della civiltà islamicaIl Museo Nazionale, ovvero il Dar al-Athar al-Islamiyyah, è guidato dalla stessa Sheikha Hussah. Un centro sia per l’arte e la cultura, sia colta che popolare, con la missione di educare al bello, per conoscere e capire ciò che ci circonda, soprattutto in un periodo molto caratterizzato da forti incomprensioni.

Il dialogo, il confronto e la conoscenza permettono dunque di vivere in armonia e l’arte è uno dei veicoli più adatti a questo tipo di missione.

Arte della Civiltà Islamica. La collezione al-Sabah, Kuwait” è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e Turismo, ed organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con Dar al-Athar al-Islamiyyah, National Council for Culture, Arts & Letters, Kuwait. L’esposizione è a cura di Giovanni Curatola.

La mostra si può ammirare fino al 20 Settembre 2015.

Maggiori info su orari e costo dei biglietti sono disponibili presso il sito www.scuderiequirinale.it.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *