Annie

DAL SENTIERO DI OZ, UN MUSICAL PER TUTTA LA FAMIGLIA AL TEATRO VASCELLO

Il Teatro Vascello conosce già la compagnia de “Il Sentiero di Oz”. Altri due spettacoli della stessa, hanno avuto un grande successo sul palco del teatro che si trova nel centro del quartiere Monteverde a Roma. Così, dopo “Il Grinch che rubò il Natale” e dopo “La vera storia di tre moschettieri”, era tanta l’attesa per il nuovo e originale lavoro della compagnia. “Annie”, questo il nome dello spettacolo, è una commedia musicale per tutta la famiglia.

La regia è affidata alla sempre brava Linda Flacco, che coordina un brillante cast composto da attori e “bambini attori” alle prime esperienze teatrali. La trama, le musiche e le canzoni sono il sale  dello spettacolo per una storia tanto famosa negli Stati Uniti quanto poco conosciuta nel nostro paese. La storia infatti è liberamente tratta dal fumetto americano “Little orphan Annie”, in cui una serie di personaggi “bizzarri” e sopra le righe, trasmettono, in fondo, un messaggio d’amore.

Siamo a New York, negli anni ’30. Nel triste e tetro orfanotrofio della burbera Miss Hannigan, le giornate degli orfanelli scorrono sempre uguali: lavare, spolverare e sbrigare le faccende domestiche.

Un giorno però alla porta dell’istituto bussa, per conto di Oliver Warbucks, un ricchissimo uomo d’affari, Grazia Farrell, la sua segretaria personale. Il miliardario ha infatti deciso di ospitare, per scopi esclusivamente propagandistici, un orfanello nella sua ricca e sfarzosa dimora. Annie, conquista subito il cuore di Grazia che la sceglie e la porta nella casa del Sig. Warbucks. Per la prima volta la bambina ha l’occasione di conoscere la vita al di fuori dell’orfanotrofio. Ospitata dal Sig. Warbucks, Annie conquisterà e stringerà un legame di amicizia con Drake, Edgar e Mrs. Pugh membri della “servitù”, e in particolar modo con Punjab, la curiosa guardia del corpo del Sig. Warbucks. Ma proprio quando, con la sua forza d’ animo, la bambina riesce a conquistare il cuore freddo e calcolatore del miliardario Oliver, una vecchia conoscenza di Annie e due loschi figuri, Gallo e Lily Excelsior, si intromettono tra lei e la sua felicità…

Una storia di amicizia, speranza e contagioso buon umore,  che dimostra come tutti possano, attraverso il coraggio e la forza d’animo, superare i momenti più duri della propria vita, e sperare in un domani migliore. “Annie” è una commedia musicale per tutta la famiglia, dove, nello stile della Compagnia Teatrale “Il Sentiero di OZ”, non mancano azione, comicità e sentimento.

Molto brava l’attrice che interpreta Miss Hannigan, la responsabile dell’orfanotrofio. La recitazione è accattivante per un personaggio alcolizzato e isterico, per poi virare verso la redenzione finale, quando si rende conto che tutta la sua vita, in realtà, è rappresentata da quegli orfani che lei tratta nel peggior modo possibile.

Il pubblico in sala ha gradito molto lo spettacolo, con genitori e bimbi tutti uniti prima nella risata e poi nella commozione, soprattutto quando Annie accetta di essere adottata dal miliardario. Molto bravi anche i bambini in scena. Non era semplice tenere uno spettacolo, per più di un’ora, con continui cambi di scena, coreografie e incessanti scambi di battute, ma i piccoli attori hanno dimostrato la loro bravura e i frutti di una seria preparazione.

Written By

Lavora da oltre quindici anni nel campo del web e della comunicazione digitale. È un project manager e ha conseguito un Master in Politiche Sociali dopo essersi laureato all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Prima, si era diplomato come perito di elettronica e telecomunicazioni. Se questo percorso non vi sembra lineare, allora leggete anche i suoi articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *