Moulin Rouge

Il balletto.

 

Coreografia – JORDEN MORRIS

Musiche – compositori vari

Costumi -ANNE ARMIT & SHANNON LOVELACE

Scene – ANDREW BECK

Luci – PIERRE LAVOIE

Drammaturgia – RICK SKENE

Make-up design – MELISSA GIBSON

 

Dopo aver avuto più di 100.000 spettatori nel Nord America, sbarca, per la prima volta in Italia, come terza tappa del tour europeo, dopo la Germania e l’Olanda, il Moulin Rouge della Canada’s Royal Winnipeg Ballet.

Il Moulin Rouge è uno dei più famosi locali a luci rosse di un quartiere parigino, inaugurato fine 800, che ha ispirato molti autori a farne la base per le proprie opere. Lo stesso pittore Toulouse-Lautrec amava passarci le serate e ritrarre, in quella che poi è diventata una delle sue opere più belle, uno scorcio del locale chiamato: “Ballo al Moulin Rouge.

La trama del balletto è la storia, tormentata e impossibile, tra una ballerina, Nathalie, ed un pittore, Matthew. Lei diventa ballerina del Moulin Rouge assoldata dal proprietario Zidler, il quale si invaghisce di lei e fa di tutto per ostacolare l’amore tra Nathalie e Matthew.

Nel balletto troviamo anche la figura dello stesso Toulouse-Lautrec che, dopo aver criticato duramente i lavori di Matthew come pittore, tenta di aiutare i due amanti proteggendoli dal proprietario del Moulin Rouge, Zidler, distraendolo per agevolare un incontro tra i due amanti. Un incontro che che ha come sfondo una stupenda scenografia: la torre Eiffel ed una esibizione a due, molto toccante.moulin3

Ballerini bravissimi, costumi impeccabili e meno succinti di quelli che troviamo al locale di Parigi oggi, musiche bellissime che spaziano tra la classica, il tango, fino ad arrivare alla musica/ballo parigina proprio del Moulin rouge: il can-can!

Una sorta di Romeo e Giulietta alla francese.

Sentimenti di allegria contrapposti alla disperazione si alternano sul palco e vengono percepite attraverso la musica ed i movimenti del corpo di ballo della RWB Company (Royal Winnipeg Ballet).

Il can-can rimane sempre un ballo coinvolgente che trascina tutti gli spettatori a batter le mani a tempo di musica.moulin2

Piroette, gonne svolazzanti, gambe che si alzano fin sopra la testa, colori sgargianti fanno da apripista al grande, tragico, finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *