Rock the Kasbah

Rock The Kasbah
Quando il rock "sfida" la guerra.

Roma, 28 Ottobre 2015, Anteprima presso l’Anica

Rock The Kasbah DATA USCITA: 05 novembre 2015
GENERE: Commedia
ANNO: 2015
REGIA: Barry Levinson
ATTORI: Bill Murray, Bruce Willis, Zooey Deschanel, Taylor Kinney, Kate Hudson, Scott Caan, Danny McBride, Sarah Baker, Eugenia Kuzmina, Leem Lubany, Fahim Fazli, Arian Moayed, Beejan Land
SCENEGGIATURA: Mitch Glazer
FOTOGRAFIA: Sean Bobbitt
MONTAGGIO: Aaron Yanes
PRODUZIONE: Dune Films, QED International, Shangri-La Entertainment, Venture Forth
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
PAESE: USA
DURATA: 100 Min
Rock The KasbahLa musica, così come l’arte, è un linguaggio universale che spesso si pone al servizio di nobili cause, seppur possa sembrare assurdo che possa risolvere problemi tutt’altro che semplici.
O per lo meno, ci prova.

Se una piccola goccia può nel tempo scavare la roccia, anche una nota o una canzone, può sostanzialmente nel tempo lasciare tracce del proprio messaggio e passaggio.

Salima è una ragazza pashtun che vive in Afghanistan. Come la maggior parte degli Afghani, la ragazza si sintonizza con una vecchia tv nel suo paesino sperduto tra le montagne ed il deserto per vedere lo show Afghan Star, la versione televisiva afghana di American Idol.

La scena torna negli Stati Uniti dove Richie Vance, un manager di musica rock, è alla ricerca di una nuova stella da lanciare, o meglio, cerca di sopravvivere cercando un talento.
Fortuna vuole che un ufficiale, vedendo l’esibizione di Ronnie, una delle pupille di Richie Vance da lanciare, ne rimane colpito, così da proporre a manager e ad artista un tour nelle basi militari USA in Afghanistan.

Richie vede la possibilità di fare soldi e lanciare finalmente la ragazza, ma i piani del manager vanno in fumo ben presto. La ragazza è spaventata dall’ambiente pericoloso del paese Afghano, lasciando il manager in balia degli eventi, senza soldi ne passaporto.

Dapprima incontra il militare mercenario Bombay Brian, successivamente conosce il duo Jake e Nick, i quali vendono armi ai ribelli ed alla popolazione, che lo portano in un club segreto dove incontra Merci, una prostituta bellissima quanto “pericolosa”.Rock The Kasbah

Per il duo Richie affronta una “missione” segreta, ritrovandosi di nuovo nei guai, accompagnato anche dall’autista di taxi Riza, il quale resta affascinato da tutte le storie che racconta Richie, il quale sa ben usare l’arte oratoria.
Ed è proprio in questa missione che incontra Salima, la giovanissima e talentuosa figlia di Tariq, il capo villaggio. Richie è convinto del suo talento e vuole a tutti i costi che partecipi ad Afghan Star, certo che possa avere l’opportunità di vincere il talent.

Seppur né il padre di Salima ne tanto meno la popolazione del villaggio è favorevole a questa idea, Salima sfida tutto e tutti, pur di tentare questa opportunità. Sarebbe la prima donna a cantare ad Afghan Star, portando con sé un vento di cambiamento e di apertura straordinari.

Richie farà di tutto per condurla allo show, dove Salima si esibisce, incantando il pubblico, seppur l’esito della finale non sia poi così scontato.

Richie, interpretato da Bill Murray, è un personaggio onirico e un po’ alienante, pronto ad inseguire i sogni ma al contempo cinico e disarmante. Un personaggio nato proprio per esser interpretato da Murray che dona a questa commedia semplice ed incantevole, quell’atmosfera surreale, così come l’ambientazione nella città Afghana, dove nonostante la guerra, le esplosioni e le morti, la vita continua, nella sua farneticante atmosfera, dove nonostante tutto “the show must go on”.

Rock The KasbahIl resto del cast è stato scelto accuratamente per poter al meglio illustrare la storia e renderla credibile. Ecco così che Bruce Willis interpreta il mercenario Bombay Brian, mentre la prostituta imprenditrice Merci è interpretata da Kate Hudson, l’attrice che ha incantato il manager rock. Salima è invece interpretata dalla giovane e talentuosa attrice e cantante Leem Lubany, con una bellissima voce che incanterà il pubblico nei momenti in cui sarà dato spazio alla musica.

La pellicola difatti ha una splendida colonna sonora, ove sono presenti molti brani che hanno fatto la storia del rock.
La storia è ispirata a un fatto realmente accaduto, di quando una ragazza per la prima volta partecipa al talent Afghan Star, cantando così per la prima volta di fronte alla popolazione Afghana.
Una storia che sembra surreale ma che riesce comunque a raccontare una città martoriata dalla guerra in una chiave diversa, umana e con una straordinaria colonna sonora.

La regia è affidata a regista premio Oscar Barry Levinson, il quale riesce a ricamare immagini e musica, in un incantevole affresco.
Se anche una sola nota di una canzone può aprire le menti delle persone, allora lasciamo che la musica invada le strade e le città.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *