Signori… Le patè de la maison

Signori le pate de la maison
Una sera a cena in famiglia, tra scherzi e verità che vengono a galla, pasteggiando con il pasticcio. Sabrina Ferilli in una brillante commedia andata in scena al Teatro Sistina.

Roma, 3 Febbraio 2016, Teatro Sistina

Signori le pate de la maisonUna cena in famiglia, di quelle organizzate all’ultimo minuto per il gusto di stare insieme, diviene anche l’occasione per fare un annuncio. Una bella sorpresa da festeggiare con la famiglia al completo.

I due fratelli, interpretati da Sabrina Ferilli e da Pino Quartullo, sono molto diversi tra loro. Lei, donna brillante e di casa, condivide le idee del marito, interpretato da Maurizio Micheli, che puntano a sinistra. Una famiglia borghese che non ostenta, anzi, ultimamente con qualche difficoltà lavorativa, ma sempre con il sorriso sulle labbra.

Lui invece, burlone ed imprenditore, ha una vita molto più agiata, non perde mai l’occasione per fare scherzi e sfoggiare tutta la sua ricchezza, seguendo una corrente politica di destra.

Così burlone da far credere ai famigliari che il figlio che la moglie aspetta non sia suo, bensì del ginecologo.

Scoppia immediatamente ed immancabilmente un putiferio in casa, ma ancor di più quando si svela anche il nome che sarà dato al bimbo, ovvero quello di un terribile personaggio protagonista della seconda guerra mondiale.

Altro putiferio ove emergono tutte le divergenze idealistiche, anche i pregiudizi e le verità che feriscono letteralmente gli animi, facendo emergere anche altre scomode verità del passato. Animi che si placano però quando tutto verrà rivelato come uno scherzo.

Alla cena di famiglia partecipa anche Marcello, un amico d’infanzia della coppia di fratelli che ha trascorso con loro oltre trent’anni della propria esistenza. Un amico speciale per la protagonista, con il quale non vi è alcun segreto. Fino a quando non si scoprirà un altro “terribile” segreto che coinvolge Marcello e un altro componente della famiglia.

La commedia è tratta dallo spettacolo teatrale “Le prenom” di Matthieu Delaporte e Alexandre De La Patellière, spettacolo che ha ispirato anche due pellicole, una francese e una italiana. L’adattamento è di Carlo Buccirosso e della stessa Ferilli, mentre la regia è affidata a Maurizio Micheli.

Una commedia divertente ambientata in un’unica scena, ovvero quello del salotto di casa, ove intorno al tavolo si svolgono dialoghi e battute, nonché rivelazioni e reazioni.

La commedia non solo punta a rivelare i punti deboli dei commensali, ma anche nel rivelare senza ipocrisie i veri pensieri, così proprio come accade in tutte le famiglie. Senza peli sulla lingua, senza mezzi termini, in maniera genuina e colorita.

Il finale scoppiettante rivelerà inoltre un’altra verità, per una sorprendente ed inaspettata visione della vita.
Sarà solo grazie all’evento della nascita che, miracolosamente, tutto tornerà come prima, legando ancora di più la famiglia, “cancellando” gli attriti del passato per un roseo futuro da vivere insieme.

La Ferilli con il suo consueto sorriso non delude il pubblico che l’acclama, divertendolo con le sue fulminee battute, rivelando ancora una volta il suo spiccato senso dell’umorismo. Il personaggio è stato cucito addosso all’attrice, esaltando così la sua frizzante interpretazione.

Perfetta l’armonia con il “maritoMaurizio Micheli, con il quale duetta proprio come fossero una coppia sposata da molti anni. Micheli si lascia inoltre coinvolgere in situazioni assurde che talvolta stemperano un po’ la situazione, “distraendo” il pubblico e conducendolo così all’improvviso verso il colpo di scena.

Pino Quartullo si cala perfettamente nel ruolo del fratello un po’ troppo burlone e che le ha tutte vinte. Il classico cocco di mamma, a discapito della sorella – figlia femmina che invece è abituata a rimboccarsi le maniche sin dall’infanzia.

A completare il cast in scena vi sono Massimiliano Giovanetti, nel ruolo di Marcello, Claudiafederica Petrella nel ruolo della moglie di Pino Quartullo e Liliana Oricchio Vallasciani nel ruolo della mamma dei due fratelli.

La commedia è stata in scena al Teatro Sistina fino al 14 febbraio 2016, dopo un tour che ha visto i protagonisti calcare diversi palcoscenici in giro per l’Italia, riscuotendo sempre un grande successo di pubblico e di risate. Di vero cuore.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *