IL CACCIATORE E LA REGINA DI GHIACCIO

Il mondo di Biancaneve e il cacciatore si espande per rivelare in che modo i destini del cacciatore Eric e della regina Ravenna siano ancora profondamente e pericolosamente legati. Un fantasy sentimentale condito con tanta perfidia.

DATA USCITA: 06 aprile 2016

GENERE: Avventura , Azione , Fantasy

ANNO: 2016

REGIA: Cedric Nicolas-Troyan

ATTORI: Chris Hemsworth, Jessica Chastain, Emily Blunt, Charlize Theron, Sam Claflin, Sheridan Smith, Sophie Cookson, Colin Morgan, Nick Frost, Rob Brydon, Alexandra Roach, Sam Hazeldine

SCENEGGIATURA: Craig Mazin, Evan Spiliotopoulos

FOTOGRAFIA: Phedon Papamichael

MONTAGGIO: Conrad Buff IV

MUSICHE: James Newton Howard

PRODUTTORE: Joe Roth

PRODUZIONE: Roth Films, Universal Pictures

DISTRIBUZIONE: Universal Pictures Italia

PAESE: USA

DURATA: 114 Min

 

Un prequel/Spin off di ciò che sarà il film Biancaneve e il cacciatore.

Anche se di Biancaneve, in questo film, c’è solo il nome.

La regina Ravenna, perfida, usurpatrice di troni, consultando lo specchio magico viene a sapere che a breve perderà il suo primato di “più bella del reame”.

Grazie all’amore che nasce tra un principe, promesso ad un’altra, e la sorella di Ravenna, Freya, nasce una bimba che, a detta dello specchio, è destinata ad essere la più bella del reame. Ravenna questo non lo accetta e, attraverso la manipolazione mentale, fa uccidere la bambina dallo stesso padre bruciandone la culla.

Da lì Freya diventa perfida come e peggio della sorella. Non accetta nessun sentimento di amore attorno a lei, tutto diventa di ghiaccio, si allontana da Ravenna e crea un regno tutto suo.

Fa rapire i bambini e li addestra creandone un esercito personale per usurpare i regni che sono attorno al suo.

I suoi allievi/figli prediletti, Eric (il cacciatore) e Sara (la guerriera), fanno di tutto per lei, combattono battaglie cruente per anni ma, alla fine, si innamorano e vogliono scappare. Freya non tollera questo sentimento e, grazie al suo potere, fa credere a Eric che Sara viene uccisa dal loro miglior amico ed a Sara che Eric scappa lasciandola sola.

Eric, sfuggito alla morte, viene a sapere che lo specchio di Ravenna, ormai uccisa, è stato trafugato ma deve essere recuperato perché porta con se un grande potere. Freya viene a sapere dello specchio spiando Eric e fa di tutto per averlo e mette Sara, ormai indurita di cuore, sulla strada di Eric. Eric non riesce a credere che la sua Sara sia ancora viva ma, insieme, fanno di tutto per recuperare lo specchio e riportarlo a Biancaneve. A loro si alleano dei nani ed insieme combattono contro le creature che hanno trafugato lo specchio. Ripreso lo specchio Eric, Sara ed i nani si trovano di fronte l’esercito di Freya. Sara obbedisce a Freya ed “uccide” Eric con una freccia (e lei non sbaglia mai!).1

L’esercito di Freya torna nel suo regno e, dallo specchio, risorge la sorella Ravenna che, ormai sola, ma grazie al suo grande potere, convince la sorella ad allearsi per conquistare il mondo.

Eric, salvato dal colpo mortale grazie al medaglione che Sara gli aveva regalato, si reca nel castello di Freya per affrontarla e si ritrova a combattere contro le perfide sorelle ed il loro esercito.

Freya, per una frase sbagliata detta dalla sorella, viene a scoprire che è stata lei la mandante della morte di sua figlia e prova ad ucciderla. Ma Ravenna è forte.

Nasce uno scontro tra Ravenna e i cacciatori ormai rinsaviti. La stessa Freya, morente, aiuta Eric ad uccidere Ravenna.

Eric e Sara si ritrovano insieme, innamorati e, come in tutte le favole che si rispettano, “vissero per sempre felici e contenti “(o forse no!).Il_cacciatore_e_la_regina_di_ghiaccio

Ravenna e Freya, interpretate da Charlize Theron e Emily Blunt sono di una bellezza mozzafiato in questo film. Alla Theron i ruoli da cattiva riescono sempre bene. A dirigere il team in questo nuovo capitolo della leggendaria saga è il produttore Joe Roth (Maleficent, Alice in Wonderland).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *