The Boy

theboy
Segui le regole. Sveglialo, lavalo, vestilo, nutrilo, cantagli una canzone, fallo studiare, leggigli una favola, non coprirgli mai il viso, dagli la buona notte, non lasciarlo mai solo.

theboy Roma, Anteprima del 4 Maggio 2016 presso Anica

DATA USCITA: 12 maggio 2016
GENERE: Horror , Thriller
ANNO: 2016
REGIA: William Brent Bell
ATTORI: Lauren Cohan, Rupert Evans, James Russell, Jim Norton, Diana Hardcastle, Ben Robson
SCENEGGIATURA: Stacey Menear
FOTOGRAFIA: Daniel Pearl
MONTAGGIO: Brian Berdan
MUSICHE: Bear McCreary
PRODUZIONE: Huayi Brothers Media, Lakeshore Entertainment, STX Entertainment
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
PAESE: USA
DURATA: 98 Min

Greta (Lauren Cohan) è una ragazza americana che giunge in Inghilterra, in una affascinante e tenebrosa villa in aperta campagna, in una isolata zona.

Per Greta è proprio il luogo ideale per dimenticare i suoi problemi, ma quando entrerà nella villa si renderà conto che la casa è ancora più sinistra di quello che sembra all’esterno. Viene accolta dagli anziani coniugi Hellshire, i quali sembrano essere felici ma al contempo nervosi nel vedere una estranea a casa. Ad ogni modo, qualcosa sembra inquitarli e quella ostentata freddezza british svanisce nel momento in cui i due si congedano, partendo per un viaggio che aspettavano da lungo tempo. Non prima però di aver presentato a Greta il loro piccolo figlio, ovvero Bramhs. Quel che non si aspetta Greta è di vedere una bambola, con i tratti somatici di quel bambino che ha visto poco prima in un dipinto all’interno della casa.

Greta deve far da baby sitter a quella bambola che i coniugi considerano a tutti gli effetti il loro figlio.

Dapprima Greta crede che sia uno scherzo; poi pensa che i due anziani siano ancora addolorati per la perdita del loro figlio, tanto da averne realizzato una bambola (così come le spiega successivamente il garzone della spesa Malcom, interpretato da Rupert Evans), ma la verità è un’altra e Greta la scoprirà a sue spese.

theboyI coniugi forniscono a Greta dieci regole che dovrà rispettare, affinchè Brahms non si comporti male nei suoi riguardi. Ovviamente Greta non pensa proprio a svolgere ciò che è scritto nella lista, fino a quando non le sembra di capire che Brahms non è una bambola, poichè scopre che la bambola si sposta, così come talvolta spariscono oggetti.

Così Greta si cala perfettamente nel ruolo della baby sitter, prendendosi cura della bambola. Ma è solo l’inizio di una serie di episodi strani che inquieteranno sempre più Greta, rivelando alla fine una oscura e terribile verità.

Un horror dalle atmosfere cupe, con un finale sorprendente, spiazzando un po’ lo spettatore, ma rivelato da alcuni piccoli indizi che un arguto ed attento spettatore potrebbe cogliere durante la visione della pellicola.

La protagonista è Lauren Cohan, uno dei personaggi di punta della serie tv “The Walking Dead“, la quale esce dai panni della coraggiosa Maggie per calarsi in quelli di una baby sitter, alle prese con altri orrori e paure da superare.

La pellicola scorre senza intoppi fino alla fine, con momenti di pura tensione, fino al finale che ormai svelato, condurrà lo spettatore in un altra dimensione e con altri sentimenti, cercando di sopravvivere a quell’orrore.

theboyLa bambola è stata realizzata con molta cura in quanto doveva sembrare vera, molto simile al piccolo protagonista, ma al contempo far paura ed inquietare. Ogni particolare è stato curato con estrema precisione, affinchè tutto risultasse il più reale possibile.

Anche quella che in realtà sembra essere una tranquilla dimora di campagna, nei peggiori degli incubi si trasforma in un luogo estremamente terrificante.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *