Giorni d’oro e notti d’argento

giorni d'oro + notti d'argento
giorni d'oro + notti d'argento Foto di Sara Di Carlo - Installazione di Ugo Rondinone
Questa mostra unica di Ugo Rondinone può essere visitata in due splendide location di Roma, ovvero il Macro Testaccio ed i Mercati di Traiano.
giorni d'oro + notti d'argento
giorni d’oro + notti d’argento Foto di Sara Di Carlo – Installazione di Ugo Rondinone

Il 9 Giugno è stata inaugura a Roma la mostra “giorni d’oro + notti d’argento” dell’artista svizzero, di origini italiane, Ugo Rondione. La mostra è ospitata in due spazi, ovvero il Macro Testaccio e presso i Mercati di Traiano.

Un’unica mostra naturalmente, per un dualismo che racchiude il senso artistico del Rondinone, che convivono in due location diverse ma estremamete suggestive, grazie anche alle opere che l’artista ha realizzato.

Le installazioni artistiche all’interno dei due spazi sono concepite come due cicli, ovvero i giorni d’oro + notti d’argento, trasformandoli in luoghi “magici”, ove il visitatore entra a far parte di un’opera, vivendola appieno. Non semplice spettatore dunque, ma parte integrante dell’opera.

Il padiglione all’interno del Macro Testaccio ospita ben 45 clown. Forse vi verrà il dubbio se siano veri o semplici statue, o meglio calchi, realizzati appositamente per questa installazione. Le mura che circondano i clown rappresentano i colori dell’arcobaleno, quindi un effetto visivo molto forte e pieno di vita.

giorni d'oro + notti d'argento
giorni d’oro + notti d’argento Foto di Sara Di Carlo – Installazione di Ugo Rondinone

In contrapposizione però vi sono i clown che, benchè rappresentino nell’immaginario collettivo un qualcosa di divertente, sono disposti all’interno dello spazio in posizioni certamente casuali, ma passive, così come il loro sguardo. Rappresentano dunque la passività dell’uomo, ispirati alle attività della vita quotidiana, ma al contempo la solitudine di ogni singolo. Le azioni declinate dall’artista sono essere, respirare, dormire, sognare, svegliarsi, alzarsi, sedersi, ascoltare, guardare, pensare, stare in piedi, camminare, pisciare, docciarsi, vestirsi, bere, scureggiare, cacare, leggere, ridere, annusare, assaggiare, mangiare, pulire, scrivere, sognare a occhi aperti, ricordare, piangere, appisolarsi, toccare, sentire, gemere, godere, fluttuare, amare, sperare, desiderare, cantare, ballare, cadere, maledire, sbadigliare, spogliarsi, sdraiarsi e mentire.

Questa stessa installazione è stata riproposta anche al Museum Boijmans di Rotterdam e al Bass Museum di Miami, ma anche a Shanghai ove però i clown sono stati interpretati da persone vere che avevano il diviato di interagire con il pubblico.

giorni d'oro + notti d'argento
giorni d’oro + notti d’argento Foto di Sara Di Carlo – Installazione di Ugo Rondinone

Ad accompagnare l’installazione vi sono inoltre i disegni di migliaia di bambini che sono stati coinvolti nel processo artistico, permettendo loro di esprimersi secondo la fantasia, realizzando il proprio arcobaleno. Tutti i disegni, compresi quelli dei bambini delle scuole romane, saranno portati in giro per il mondo ovunque sarà ospitata la mostra.

giorni d'oro + notti d'argento
giorni d’oro + notti d’argento Foto di Sara Di Carlo – Installazione di Ugo Rondinone

Recandosi invece presso i Mercati di Traiano, all’interno dell’esedra, è possibile vedere l’altra parte della mostra “giorni d’oro + notti d’argento“, ovvero cinque calchi di ulivi millenari presenti in Puglia e in Basilicata. I calchi sono stati realizzati in alluminio e verniciati di bianco. Questo è un omaggio alla famiglia dell’artista, emigrata da Matera alla Svizzera, dando vita a una sorta di foresta pietrificata, una foresta millenaria ma che prende di nuovo vita grazie all’installazione. I cinque alberi prendono il nome di luna d’inverno, luna da fame, luna di vento, luna di primavera e luna di fiori.

giorni d'oro + notti d'argento
giorni d’oro + notti d’argento Foto di Sara Di Carlo – Installazione di Ugo Rondinone

L’installazione sarà trasferita nell’ottobre 2016 a Parigi, a Place Vendome, in occasione della FIAC.

L’esposizione è promossa da Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali ed è curata da Ludovico Pratesi, organizzata con il supporto di Sadie Coles HQ (Londra), Gladstone Gallery (New York-Bruxelles), Galerie Eva Presenhuber (Zurigo) e Esther Schipper (Berlino).

Ugo Rondinone nasce a Brunnen, in Svizzera nel 1964, ma ad oggi vive e lavora a New York.

La sua opera ruota intorno a visioni legate alla fantasia e al desiderio, non prive di aspetti ludici, giocosi e surreali.

L’artista ha esposto in diversi musei e spazi internazionali, tra cui il New Museum di New York, il Louisiana di Copenaghen, la Biennale di Venezia e il Rockfeller Center di New York.

giorni d'oro + notti d'argento
giorni d’oro + notti d’argento Foto di Sara Di Carlo – Installazione di Ugo Rondinone

La mostra è visitabile fino all’11 settembre presso lo spazio Macro Testaccio, mentre fino al 1 settembre presso i Mercati di Traiano.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *