Edgar Honetschlager in mostra al Museo Macro

img_1117-2
Fino al 18 Ottobre 2016 è possibile visitare presso il Macro Testaccio la mostra "Los Feliz".

Edgar HonetschlagerNel Padiglione 9A del Macro Testaccio è allestita la mostra “Los Feliz” dell’artista Edgar Honetschlager, noto regista viennese che ha realizzato l’omonima pellicola “Los Feliz“, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, presentando il film lo scorso settembre presso il Cinema Trevi di Roma.

Sia la pellicola che la mostra fanno parte dello stesso progetto al quale il regista ha lavorato per 15 anni.

All’interno del padiglione del Macro vi sono esposti alcuni elementi utilizzati per la realizzazione della pellicola, come l’automobile che viene guidata dalla protagonista del film, ricreando una strada che conduce alla macchina, ove sullo sfondo è posto uno dei fondali che ricreano scene in movimento, con un sottofondo di carillon che rende l’atmosfera da sogno, così come lo è quella di chi sogna di realizzare i propri progetti.

I diciotto dipinti giapponesi ad inchiostro che compongono il percorso espositivo rappresentano le icone della terra delle opportunità, ovvero quella del mondo felice di Los Feliz, dove l’industria cinematografica si è stabilita e dove crea le sue opere da sogno. Questa particolare regione di Los Angeles è sempre immersa nella bella stagione, dove tutto sembra essere perfetto, persino i giardini delle case. Ed è proprio lì che sembra tutto sia possibile, dove i sogni possono essere realizzati.

Edgar HonetschlagerOltre ai fondali ed ai dipinti, vi è la macchina che permette di creare l’illusione del movimento dell’automobile, scorrendo il fondale. Sono presenti anche 250 disegni, alcuni dei quali ricreano immagini ed ambienti ancora più grandi.

Edgar Honetschlager parte dal presupposto che il Cristianesimo sia l’unica religione ad aver reso l’immagine la fonte principale del proprio potere. Così come coloro che creano immagini, hanno un potere enorme nelle loro mani, e per questo dominano il mondo. Si pone dunque in contrapposizione tra loro Roma e il Vaticano, Los Angeles e Hollywood.

La storia rappresentata nella pellicola si sviluppa in sette giorni, così come accade nel libro della Genesi, per un viaggio che si svolge da Roma fino ad arrivare a Los Angeles, raccontando un’America in bianco e nero, per una sorta di road movie, alla ricerca della fama, dell’amore e del desiderio.

I protagonisti della pellicola hanno tutti un ruolo ben definito, rappresentando la ricerca della fama, quello dell’amore e il desiderio di realizzazione ad ogni costo, dove appare anche il diavolo, assoldato dai tre cardinali (presenti nella pellicola) che intendono utilizzare la magia delle immagini hollywoodiane per non perdere la supremazia nel mondo.

Edgar HonetschlagerEdgar Honetschlager, austriaco, è un artista e regista che ha vissuto anche negli Stati Unici, in Giappone, in Italia e in Brasile. Ha preso parte a svariate mostre internazionali, tra cui Documenta X e ai festival del cinema Berlinale e Cannes.

La mostra, curata da Mario Codognato e promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – sovrintendenza Capitolina al Beni Culturali, è aperta al pubblico fino al 18 ottobre 2016.

Written By

Giornalista. In special modo seguo mostre di artisti contemporanei, spettacoli teatrali, anteprime cinematografiche e tutto ciò che mi incuriosisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *