Indivisibili

DATA USCITA: 29 settembre 2016

GENERE: Drammatico

ANNO: 2016

REGIA: Edoardo De Angelis

ATTORI: Angela Fontana, Marianna Fontana, Antonia Truppo, Massimiliano Rossi, Toni Laudadio, Marco Mario De Notaris, Gaetano Bruno, Gianfranco Gallo, Peppe Servillo

SCENEGGIATURA: Nicola Guaglianone, Barbara Petronio, Edoardo De Angelis

FOTOGRAFIA: Ferran Paredes Rubio

MONTAGGIO: Chiara Griziotti

MUSICHE: Enzo Avitabile

PRODUZIONE: Tramp Limited e O’Groove.

DISTRIBUZIONE: Medusa Film

PAESE: Italia

DURATA: 100 Min

indi

Quando la ricerca della “normalità” diventa uno scopo nella vita.

Viola e Dasy (le esordienti Angela e Marianna Fontana), gemelle siamesi “unite un po’ più sotto della vita”, cantano ai matrimoni e alle feste per guadagnare abbastanza da far vivere tutta la famiglia: in primis al padre “impresario” Peppe (Massimiliano Rossi), un padre-padrone che utilizza i soldi per giocare al videopoker, poi alla mamma Titti (Antonia Truppo), donna tossica, apatica ed insoddisfatta, infine allo zio Nando (Marco Mario De Notaris) e a Nunzio (Tony Laudadio).

Le cose vanno bene fino a quando non scoprono di potersi dividere grazie all’incontro con un chirurgo (Peppe Servillo). Il loro sogno è la normalità: viaggiare, ballare, bere vino senza temere che l’altra si ubriachi, un gelato …avere l’indipendenza l’una dall’altra.

Proprio la possibilità di potersi dividere rende le loro vite diverse, i loro pensieri diversi.

La loro adolescenza pura ed incontaminata, sfruttata da chiunque le incontri, sta per cambiare.

Lo scenario del film è un ambiente prettamente partenopeo, degradato, drammatico, pieno di immagine sacre, canzoni neomelodiche (di Enzo Avitabile) ed abbastanza surreale e pittoresco.

«Cercavo la straordinaria ribellione della purezza contro la prepotenza della corruzione e ho trovato l’umanità struggente della normalità» ha dichiarato Edoardo de Angelis.

Un film che racchiude di tutto: dall’egoismo alla nobiltà dei sentimenti, dalla sopraffazione fino ad arrivare al riscatto, dalla corruzione alla purezza, c’è di tutto un po’, un film che alla fine “vi separerà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *