Famiglia all’improvviso-istruzioni non incluse

famig1
Quando essere padre significa andare oltre il legame biologico che unisce!

DATA USCITA: 20 aprile 2017

GENERE: Commedia

ANNO: 2016

REGIA: Hugo Gélin

ATTORI: Omar Sy, Clémence Poésy, Gloria Colston, Ashley Walters, Antoine Bertrand

SCENEGGIATURA: Hugo Gélin, Mathieu Oullion

FOTOGRAFIA: Nicolas Massart

MONTAGGIO: Valentin Feron, Grégoire Sivan

MUSICHE: Rob Simonsen

PRODUZIONE: Vendôme Production, Mars Films, TF1 Films

DISTRIBUZIONE: Lucky Red

PAESE: Francia, Gran Bretagna

DURATA: 118 Min

 

famig2

 

Parto dalla fine: PORCA MISERIA! Questa è l’esclamazione “pulita” che è uscita dalla mia bocca, insieme alle lacrime agli occhi, alla fine del film. Un film commedia ma anche molto drammatico. La sinossi è semplice: madre (Kristin- Clemence Poesy) abbandona la figlia Gloria (Gloria Colston) di pochi mesi a quello che pensa possa essere il padre, Samuel (Omar Sy, protagonista di Quasi amici), nata dopo un’avventura estiva. Il padre si ritrova a dover crescere la figlia da sola, sconvolgendo la sua vita fatta di divertimento e senza responsabilità. Si ritrova a dover provvedere, in più in un paese straniero (perché dalla Francia è andato a Londra per ricercare la madre ma è rimasto bloccato lì dopo aver subito il furto dei passaporti), alla crescita della bimba, tutto da solo, anzi, con l’aiuto del suo amico Bernard (Antoine Bertrand). Dopo 8 anni ne ha fatto una splendida ragazzina, vispa, intelligente e molto amorevole che ancora crede di poter incontrare la madre, descritta dal padre come agente segreto sempre in missione, per questo assente.famig3

La figlia aiuta il padre con la lingua perché Samuel ha mai voluto imparare l’inglese, lo accompagna a lavoro, sui set cinematografici dove per vivere fa lo stuntman, e lo “riporta in vita” con la sua voce dopo scene pericolose.

Tutto sta per frantumarsi quando si ripresenta la madre che, pentita, rivuole la figlia a tutti i costi, anche portando Samuel in tribunale.

L’epilogo può sembrare scontato, ma, agli ultimi minuti del film, capita l’inaspettato.

Un dramma odierno dove la figura del genitore single si trasforma in un rapporto di amore assoluto e di crescita reciproca.famig4

Film veloce, divertente ma che colpisce al cuore quando meno te l’aspetti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *