LA CITTA’ DI GHIACCIO di James Rollins

città di ghiaccio

TRAMA:

Di ritorno da uno scavo, l’archeologa Ashley Carter rimane sconcertata nel trovare dei militari ad attenderla in casa. In una grotta nei pressi di una base militare in Antartide, è stato rinvenuto per caso un antico idolo scolpito nel diamante e, sebbene dalle prime analisi risulti che quell’oggetto risalga all’epoca preistorica, non è stato possibile collegarlo a nessuna civiltà conosciuta. E adesso l’esercito sta organizzando una spedizione archeologica che s’inoltri tra i ghiacci in cerca di risposte… e di altri tesori simili. E vuole che sia Ashley a guidarla. Per lei, è un’occasione da cogliere al volo. Tuttavia, già all’ingresso di quel labirinto di tunnel di ghiaccio, Ashley e la sua squadra avvertono una presenza inquietante aleggiare su di loro. Come se qualcuno – o qualcosa – li stesse seguendo e controllando. E, quando scoprono una grotta piena di diamanti enormi, al cui interno sono incastonati dei teschi umani, per loro è l’inizio di un incubo. Perché sono diventate prede di un nemico spietato e sfuggente, pronto a tutto pur d’impedire al gruppo di portare alla luce il suo segreto…

 

Romanzo interessante ricco di colpi di scena, scoperte archeologiche e anche qualcosa di piu’.

Ma andiamo con ordine.

La storia ricorda vagamente viaggio al centro della terra di Verne che sicuramente l’autore avrà letto magari in tenera età, che è comunque un romanzo che ha lasciato il segno in molti lettori.

In questo libro la storia si svolge in un ambiente inospitale qual è l’Antartide ma nonostante tutto, il ghiaccio e il freddo non sono nemmeno gli ultimi pensieri dei nostri protagonisti.

La storia inizia con un ritrovamento enigmatico che porta con se molti interrogativi che man mano che si svolge la storia avranno le dovute spiegazioni e risposte.

La storia è sviluppata in modo molto rocambolesco, al di sotto della crosta terrestre, in una sorta di città sotterranea abitata da una popolazione primitiva ma molto ingegnosa.

Non mancano i colpi di scena e purtroppo qualche inevitabile perdita tra i membri della squadra, ma alla fine ogni pezzo del puzzle andrà al suo posto e la conclusione sarà stupefacente.

La storia avrà una degna conclusione scientifica seppure con qualche risvolto rosa, ma il mondo continuerà ad andare avanti ignorando l’esistenza di queste popolazioni com’è giusto che sia per il bene di tutti.

Written By

Segni particolari: Informatica di lungo corso, cittadina di internet, residente del web. Nasce assistente al software nei primi anni 90, poi cresce come programmatore di vari linguaggi (c, cobol, Visual Basic, sql, pl1 ecc.) evolve come analista programmatore ma poi cambia rotta, ma non troppo, ricoprendo il ruolo di recruiter (di figure informatiche ovviamente, ma non solo) poi di responsabile del personale e infine di direttore del personale di una nota testata giornalistica politico/economica. Ma non si ferma qui; quasi per caso intraprende con successo la carriera di docente informatico presso importanti aziende e clienti istituzionali nel lontano 2002 e scopre di amare non solo la cattedra ma anche i fogli di calcolo e i database relazionali di cui in breve tempo ne diventa cintura nera. Consegue la certificazione ECDL e l'abilitazione di esaminatore AICA, ed esercita anche come esaminatore ecdl dal 2004. Attualmente la docenza è la sua vita, le da molte soddisfazioni a livello professionale . Materie insegnate: pacchetto office a tutti i livelli, gestione della segreteria, d.lvo 81/2008 (salute e sicurezza). insomma, informatica di lungo corso, amante dei libri dei viaggi degli animali e della birra; attualmente docente transumante con la speranza forse utopica di trovare un pascolo fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *