L’ANGOLO DI AMIRA

L’ANGOLO DI AMIRA
Segue seconda parte dell'intervista a Roberta Scopigno

Buongiorno a tutti e ben ritrovati……..4588299851_8e4cb055cb

Questo mese vorrei parlarvi di un evento a cui sono stata invitata e volevo fare alcune considerazioni…..l’evento in programma e’ stata una bellissima serata tutto burlesque tenutosi da una grande insegnante del Burlesque con la collaborazione di performers importanti internazionali.

Di solito sono sempre partecipe attivamente agli spettacoli e agli eventi in programma e invece questa volta ho voluto gustarmi questa bellissima serata seduta sulla mia bella e comoda poltrona.

Un bellissimo evento in cui si parlava del burlesque dalla a alla z in modo conciso ma dettagliato nell’esposizione.

Colori, musiche, persone che lavoravano tutte per lo stesso scopo mi hanno fatto sentire a casa…..realta’ diverse dalla quotidianita’, culture lontane dalle nostra, persone che hanno avuto la fortuna di fare del burlesque il proprio lavoro, ognuna il proprio stile, ognuna il proprio  modo di esprimersi ed esprimere emozioni diverse, canto, intrattenimento, glamour, allegria…..un turbine di act, di profumi, di atmosfere, di luci che mi hanno avvolto come fossi in una culla e la sensualita’, a volte piu’ dolce a volte piu’ aggressive, era li intorno a me che inebriava la mia mente, il mio cuore…..e nelfrattempo pensavo, giocavo e mi divertivo con loro che erano li sul palco………in quel momento ho capito che forse tutto questo e’ il mondo che ho sempre sognato, l’essere contornata da cosi’ tanti luccichii, strass, piume. In fin dei conti sono sempre stata molto attratta dal luccichio di paillettes, dall’eleganza di lunghi abiti da sera, dalla sensualita’ di un look inusuale e particolare, da acconciature e trucchi  glamour, da scarpe gioiello con tacco alto…..

La voglia di stare li su quel palco era molta ma allo stesso tempo mi piaceva essere tra il pubblico ad acclamare ed incitare le performes…..questa volta ero dall’altra parte, ero io a dover dare la carica alle ragazze e mi sono divertita come una matta.

Piu’ mi divertivo, piu’ osservavo il burlesque da fuori e piu’ mi innamoravo……

E’ per questo che amo il burlesque, amo le persone che mettono passione in cio’ che fanno, che danno la loro anima per raggiungere un sogno. Provo immensa stima e anche un po’ di invidia (in senso buono) a chi riesce a vivere di tutto questo!

La testimonianza che ho apprezzato di piu’ è stata quella di una donna di più di 80 anni che tutt’ora pratica il burlesque e che ne ha fatto la sua vita, una donna stupenda a mio avviso, una donna che potrebbe essere mia nonna che nonostante la sua eta’ continua a saper essere elegante, sorridente e femminile davanti ad un grande pubblico. Conferma per tutte le donne che il burlesque non ha eta’!

Ed ho capito e compreso ancora di piu’ che il B. è una forma d’arte fantastica dalle mille sfaccettature, imprevedibile, curiosamente sorprendente. Il creare delle attese, il soffermarsi su un gesto o su una parte del nostro corpo o addirittura sullo sguardo di uno spettatore.

Burlesque e’ il far sembrare un gesto o un movimento naturale e spontaneo pur non essendolo attraverso la respirazione, e’ il saper ironizzare sui propri punti deboli, e’ il saper instaurare un dialogo con il pubblico senza usare la parola.

Ed ancora di piu’ posso confermare che il B. e’ amore e amarsi e purtroppo oggi e’ molto difficile ed ecco perche’ continuo e continuero’ sempre a consigliarlo non solo a scopo di divertimento ma anche come una straordinaria terapia.

Evviva la femminilita’!

 

Intervista audio/video a Roberta Scopigno una ragazza dolcissima che ha intrapreso da pochissimo tempo lo studio del B. (SECONDA PARTE)

 images

 Intervista audio/video :  https://youtu.be/1UZZCVqXk0c

 

Amira:  Buongiorno amici

Oggi intervisterò una ragazza che da pochi mesi ha deciso di intraprendere il percorso del Burlesque e sono curiosa di sapere il perché di tale curiosità e se in pochi mesi qualcosa già e’ cambiato in lei oppure no.

Amira: pensi che il B. possa rafforzare o migliorare o addirittura ricongiungere un rapporto di coppia?  

Roberta: Non posso dare conferma per esperienza diretta ma sono certa che il B. sia di supporto all’acquisizione di fiducia in se per una donna, la qualcosa si ripercuote necessariamente anche sul rapporto di coppia, rafforzando aspetti relazionali già presenti o facendoli emergere con la riformulazione di una delle componenti della coppia. Se poi si parla di utilizzare le tecniche acquisite per mettere un po’ di pepe nell’ intimita’…perché negarlo? Perchè privarci della bellissima dote che abbiamo noi esseri umani di condividere giocando?

Amira:  Spesso ci si vergogna molto anche nella coppia nell’indossare magari un intimo particolare oppure relazionarsi giocando……Nel B. e’ molto importante anche la creazione di un personaggio che rappresenti a pieno la tua personalità e la conseguente creazione del costume….ora senza svelarci troppo Roberta chi e’ in realta’? o chi vorrebbe essere?

Roberta: Quel che cerco nella creazione del mio personaggio Burlesque sono delle doti che ho sempre apprezzato e che non ho mai avuto modo di mettere in risalto nella vita quotidiana. Aspiro precisamente ad ottenere una leggerezza, intesa come libertà, da ogni peso derivante dalle preoccupazioni della vita, anche quelle legate alla condizione fisica e luminosità cioè la voglia di brillare, di essere in evidenza agli occhi degli altri senza rinunciare alla mia identità. Ho cercato di convogliare tali caratteristiche anche nel nome che ho scelto man non lo rivelerò in questa sede.

Amira:  mhhhh la nostra Roberta che già sta mettendo in pratica qualche ingrediente del B….il mistero…..la curiosità, l’attesa……e allora lo scopriremo preso nella tua prima esibizione che si terrà a Giugno prossimo…….e raccontaci hai già hai pensato o stai pensando ad una perfomance che non ti imponga limiti ma che tiri fuori la vera Roberta?

Roberta: Mi piacerebbe molto poter dare vita ad una performance completamente improvvisata ma per raggiungere questo scopo credo di voler fare mia la tecnica e riuscire ad eliminare la barriera tra mente e corpo di cui già ho parlato.  Assimilo molto una mia ideale performance di Burlesque ad un’improvvisazione musicale, la quale cosa richiede moltissime capacità tecniche che però non devono essere notate da chi guarda: vorrei che fosse percepita solo spontaneità e non  un mero esercizio di stile in quel che sto facendo.

Amira: Una domanda che sicuramente ti avranno gia’ fatto……i tuoi genitori, parenti e amici sanno che tu frequenti corsi di B? e cosa ne pensano loro?

Roberta: Eh si, domanda lecita, ma finora non mi era mai stata rivolta. Alcuni miei parenti e amici sanno che frequento un corso di B. e credo che non tutti abbiano capito esattamente di cosa si tratti, ma non mi sono state chieste spiegazioni in merito. Non ho ricevuto né elogi né critiche dalle persone a me più vicine. Solamente una collega, tra l’altro della mia eta’ , mi ha detto piena di stupore: “un’insegnante che fa burlesque?”. Anche dietro la sua domanda ho percepito una scarsa conoscenza di ciò che il B. rappresenta davvero per una donna.

Amira: e tu invece come ti poni nei confronti della seduzione e della femminilità? Ti vergogni nel dire che prendi lezione di seduzione?thumb_blogpost-2015-11-20-130507872901-seduzione-femminile-cose-da-fare-e-non.650x305_q95_box-0,179,1280,779Roberta: Non mi vergogno assolutamente di rivelare che prendo lezione di seduzione. Io definisco il B. “scuola di femminilità” una dote che so perfettamente di non possedere. So di avere carenze in questo ambito, perciò non credo di dover provare vergogna nel dichiarare che sto cercando di acquisire qualcosa di naturale per una donna. Nessuno dovrebbe provare disagio nell’approfondire i propri interessi o nel cercare di conquistare qualità che si sa di non possedere. Non ci si imbarazza se si fa un corso di cucina o un corso di ballo, capacità che alcune persone possiedono di default e che altre invece devono sviluppare con l’aiuto di una guida. Io non voglio vergognarmi nel rivelare una mia carenza e nell’ammettere che ho bisogno di un aiuto per incrementare le mie abilità in questo campo.

Amira: Ed io vorrei precisare che “l’ Angolo di Amira” nasce per invitare tutte le donne a non vergognarsi ad essere tali e a migliorare il proprio lato femminile frequentando dei corsi di B……… Tu sai che questa intervista andra’ in giro per il web……cosa vuoi dire a tutte le nostre ascoltatrici e ascoltatori riguardo questa tua esperienza che stai vivendo?

Roberta: Alle persone che leggeranno/ascolteranno questa intervista va innanzi tutto un ringraziamento per il tempo che ci hanno dedicato, poi vorrei ricordare che non è mai troppo tardi per inseguire un sogno o per imparare qualcosa in più dalla vita. Alle donne vorrei trasmettere la stima e la fiducia che troppo spesso scarseggiano dando vita ad episodi di trasformazione fisica anziché all’espressione di quel che sono veramente, solo per la paura di non essere accettate. Agli uomini vorrei dire che la seduzione è un’espressione di femminilità che TUTTE le donne possono mettere in atto, per questo non dovrebbero soffermarsi al piacere della visione ingannevole di forme fisiche perfette, molto spesso innaturali, ma dovrebbero a volte sforzarsi a guardare oltre. E’ faticoso per tutti, uomini e donne, considerare il proprio valore ma dovremmo riconsiderare gli equilibri fra gli esseri umani facendo una scrematura di tutte le superficialità, seppur ben visibili, e dando valore a ciò che “ e’ invisibile agli occhi” come diceva Saint-Exupèry.

Amira: Grazie Roberta la nostra intervista finisce qui purtroppo e a questo punto non vedo l’ora di vederti su un palco e scoprire le tue doti nascoste…….ti ringrazio per esserti resa disponibile  e spero di intervistarti di nuovo a distanza di tempo per rivelare se e quali altri effetti  il B. ha portato nella tua vita.

Roberta: Grazie a te Amira soprattutto per il tuo augurio di una futura esibizione! Ci sentiremo di nuovo, sicuramente, e spero di poteri raccontare di tutti i miei cambiamenti incoraggiati dal B.

 

Per esporre le tue opinioni, per avere risposte alle tue curiosità o per poter essere intervistati scrivimi a crisscristina@yahoo.it.

 

Tutto questo ogni 16 del mese sul quindicinaleonline SULPALCO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *