CUORE DEPRAVATO di Patricia Cornwell

cuore depravato

TRAMA:

Cambridge, Massachusetts. Kay Scarpetta riceve un messaggio sul suo telefono che sembra arrivare dal computer di sua nipote Lucy. A questo è collegato un link con un filmato girato da un apparecchio di sorveglianza che riprende Lucy e risale ad almeno vent’anni prima. Ma come è possibile? Kay comincia così a scoprire dei terribili segreti che riguardano la nipote che lei ha tanto amato e cresciuto come una figlia. A questo filmato ne seguono altri, che hanno chiare e pericolose implicazioni legali, che lasciano Kay molto turbata e sola come non lo è mai stata. Non sa cosa fare, né a chi rivolgersi. Non può dirlo a suo marito Benton Wesley, né a Pete Marino e ovviamente non a Lucy. Tutto il suo universo e quello di tutti coloro che lei ama viene messo a repentaglio da questi video misteriosi, mentre Kay è alle prese con il caso della misteriosa morte della figlia di un mogul di Hollywood e il ritrovamento del relitto di un aereo nel triangolo delle Bermude. Dietro tutto questo ovviamente c’è un piano diabolico per distruggere Lucy e non solo lei.

Ennesimo libro legal di Patricia Cornwell colmo di aspettative che puntualmente la scrittrice delude.

La trama sembra non avere ne capo ne coda, i personaggi sono sempre gli stessi compreso il personaggio negativo che dal romanzo precedente si pensava che finalmente fosse stato eliminato fisicamente e invece ecco che rispunta dal nulla e che provoca nuovi disastri secondo i piani occulti della sua geniale mente malata.  Nonostante tutto, il libro è permeato di una suspance tangibile, che prelude ad un qualche evento ineluttabile che purtroppo però non si verifica mai; questo libro sembra un capitolo di transizione che prepara gli eventi per il prossimo libro ma di fatto è fine a se stesso, la troppa suspance serve a mascherare una trama inesistente o quasi, e le lunghe elucubrazioni della protagonista servono solo ad allungare il brodo se mi è consentita l’espressione.

Il finale è assurdo e inaspettato e come sempre per niente conclusivo.

In linea di massima questo romanzo è molto lontano dalla Patricia Cornwell degli inizi, quando i suoi romanzi si leggevano d’un fiato, avevano un inizio e una fine e lo svolgimento dell’intera trama teneva il lettore letteralmente incollato al libro fino alla fine.

Written By

Segni particolari: Informatica di lungo corso, cittadina di internet, residente del web. Nasce assistente al software nei primi anni 90, poi cresce come programmatore di vari linguaggi (c, cobol, Visual Basic, sql, pl1 ecc.) evolve come analista programmatore ma poi cambia rotta, ma non troppo, ricoprendo il ruolo di recruiter (di figure informatiche ovviamente, ma non solo) poi di responsabile del personale e infine di direttore del personale di una nota testata giornalistica politico/economica. Ma non si ferma qui; quasi per caso intraprende con successo la carriera di docente informatico presso importanti aziende e clienti istituzionali nel lontano 2002 e scopre di amare non solo la cattedra ma anche i fogli di calcolo e i database relazionali di cui in breve tempo ne diventa cintura nera. Consegue la certificazione ECDL e l'abilitazione di esaminatore AICA, ed esercita anche come esaminatore ecdl dal 2004. Attualmente la docenza è la sua vita, le da molte soddisfazioni a livello professionale . Materie insegnate: pacchetto office a tutti i livelli, gestione della segreteria, d.lvo 81/2008 (salute e sicurezza). insomma, informatica di lungo corso, amante dei libri dei viaggi degli animali e della birra; attualmente docente transumante con la speranza forse utopica di trovare un pascolo fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *