LE MACRO DI EXCEL

Le macro di Excel sono una procedura relativamente semplice da attuare per poter gestire operazioni ricorsive e calcoli complessi; la difficoltà della macro è capirne il meccanismo iniziale e seguire delle regole rigide affinché la macro funzioni correttamente, poiché modificare una macro non è un’operazione automatica come la creazione ma significa conoscere la programmazione vba.

Voglio creare una macro in modo da non dover ripetere gli stessi calcoli e formati su documenti di excel strutturati allo stesso modo, ma che necessitano degli stessi calcoli.

La macro ha delle regole che se non seguite possono non far funzionare correttamente la procedura.

Inizio e finisco sempre dalla stessa cella che per convenzione sarà la A1, in modo da non doverlo memorizzare, poiché la macro si sposterà contando le righe e le colonne a partire dal setfocus (in questo caso la cella A1)

Non uso mai i comandi da scelta rapida (tipo colore carattere ecc.) perché nella macro non sempre funzionano in esecuzione, uso i comando solo da formato celle.

Purtoppo non posso mettere in pausa una macro  durante la creazione per cui la devo iniziare e finire senza uscire da excel perché tutto ciò che faccio durante la registrazione di una macro viene registrato al suo interno e potrebbe mandarla in errore in fase di esecuzione.

Dalla barra multifunzione Visualizza scelgo Macro e all’interno del menu scelgo registra macro

Appare questa finestra di dialogo

All’interno inserisco il nome assegnato alla macro, il tasto di scelta rapida che mi dovrò ricordare per eseguire la macro, il tipo di memorizzazione macro e l’eventuale descrizione.

Il nome macro deve essere di una parola sola inerente al compito  svolto dalla  macro, in alternativa  si può usare  l’underscore ( _ ) tra 2 parole, non accetta altri caratteri di congiunzione oltre questo.

Il tasto di scelta rapida va scelto evitando quelli già utilizzati dal sistema (CTRL+C, oppure V oppure X ecc.)

Memorizza macro in mi permette di scegliere se memorizzarla in cartella macro personale (e la macro funzionerà su qualunque documento), questa cartella di lavoro (e la macro funzionerà solo sul documento su cui è stata creata), oppure nuova cartella di lavoro e la macro funzionerà dal documento su cui è stata creata e sui nuovi documenti.

Premo ok e parte la registrazione della macro

Eseguo i calcoli utilizzando i comandi e mai le scelte rapide

Questo è il primo calcolo

Estendo il calcolo col quadratino di trascinamento in basso a destra nella cela B13 e trascino fino alla cella F13 e la media è calcolata per tutti i trimestri e anche per l’annuale

Adesso calcolo la somma per trimestre

Trascino il calcolo

E la somma è calcolata

Mi riposiziono in cella A1

Interrompo la macro

Adesso creo un pulsante in barra di accesso rapido per eseguire la macro

utilizzando il menu File e poi il comando opzioni

quindi scelgo barra di accesso rapido

apro il menu a discesa che contiene tutti i comandi (in alto) e scelgo Macro

mi appariranno tutte le macro registrate su questo pc tra cui calcoli2 che scelgo

Poi utilizzo il pulsante aggiungi

Ho inserito il pulsante in barra di accesso rapido

Adesso modifico l’icona, clicco col tasto destro su calcoli2 e mi appare una finestra di dialogo che contiene le icone che posso utilizzare per personalizzare il pulsante macro

Ho modificato il pulsante che apparirà nella barra di accesso rapido in alto vicino al nome del file

Per eseguire la macro calcoli2 basta cliccare sul pulsante in barra di accesso rapido appena creata

Oppure in alternativa posso utilizzare la procedura standard ossia, da barra visualizza, scelgo macro, visualizza macro, esegui.

Posso creare tutte le macro che mi servono per calcolare, formattare, stampare ecc i miei fogli excel, posso inoltre creare tante macro di piccole dimensioni per meglio gestirle e infine crearne una che esegue tutte le mie macro in sequenza. In questo modo se una macro smette di funzionare è più facile ricrearla con lo stesso nome che rifare da capo una grossa macro.

Written By

Segni particolari: Informatica di lungo corso, cittadina di internet, residente del web. Nasce assistente al software nei primi anni 90, poi cresce come programmatore di vari linguaggi (c, cobol, Visual Basic, sql, pl1 ecc.) evolve come analista programmatore ma poi cambia rotta, ma non troppo, ricoprendo il ruolo di recruiter (di figure informatiche ovviamente, ma non solo) poi di responsabile del personale e infine di direttore del personale di una nota testata giornalistica politico/economica. Ma non si ferma qui; quasi per caso intraprende con successo la carriera di docente informatico presso importanti aziende e clienti istituzionali nel lontano 2002 e scopre di amare non solo la cattedra ma anche i fogli di calcolo e i database relazionali di cui in breve tempo ne diventa cintura nera. Consegue la certificazione ECDL e l'abilitazione di esaminatore AICA, ed esercita anche come esaminatore ecdl dal 2004. Attualmente la docenza è la sua vita, le da molte soddisfazioni a livello professionale . Materie insegnate: pacchetto office a tutti i livelli, gestione della segreteria, d.lvo 81/2008 (salute e sicurezza). insomma, informatica di lungo corso, amante dei libri dei viaggi degli animali e della birra; attualmente docente transumante con la speranza forse utopica di trovare un pascolo fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *