L’INCENDIARIO di Lin Anderson

Titolo. L’incendiario

Autore: Anderson Lin

Pagine: 223

Traduttore: Rodinò L.

Editore: Newton Compton

 

Edimburgo. Una terribile serie di incendi dolosi sconvolge la città. Una giovane donna senza fissa dimora rimane uccisa, e Rhona MacLeod, medico legale, viene chiamata da Glasgow a esaminare il corpo orribilmente dilaniato dalle fiamme. A condurre le indagini è l’ispettore Macrae, un uomo collerico e notoriamente misogino, che sembra volerla mettere in difficoltà a tutti i costi – e Rhona è altrettanto determinata a dimostrare quanto vale. Ma a poco a poco, mentre le indagini procedono, tra i due viene a crearsi una strana alchimia, un’intesa così coinvolgente da distrarre la loro attenzione da un pericoloso assassino. Un assassino che è capace di tutto, anche di insinuarsi silenziosamente nelle loro vite…

Romanzo intrigante e coinvolgente, ben costruito e ben congegnato; la storia scorre veloce tra personaggi più o meno convenzionali, tra storie parallele e complementari alla storia principale.

Tra i personaggi più curiosi del romanzo c’è il venditore di giornali, che vive un po’ alla giornata ma che alla fine troverà la sua strada; altro personaggio di secondo piano è il cane della ragazza senza fissa dimora, uccisa all’inizio del romanzo, anche lui svolgerà un ruolo importante nella vicenda e alla fine, dopo varie peripezie e disavventure, ne trarrà vantaggio.

La storia si sviluppa in un breve arco temporale, i personaggi sono molto ben descritti e la trama è intricata ma lineare, senza sbalzi temporali o flash di incomprensibili vicende remote.

La Scozia in inverno si presta bene ad una storia così sfaccettata e “multistrato” come questa; ogni strato contiene una sorpresa che si infila in un filo conduttore come una perla in una collana.

Nel complesso è un thriller ben scritto, i personaggi sono credibili, le situazioni sono realistiche, compresa la strana “simpatia” che pian piano nasce tra il rude e misogino ispettore Macrae e la tenace dottoressa Rhona MacLeod; questa simpatia contribuisce a colorire la storia e accentua ancora una volta i risvolti umani dell’intera vicenda.

Written By

Segni particolari: Informatica di lungo corso, cittadina di internet, residente del web. Nasce assistente al software nei primi anni 90, poi cresce come programmatore di vari linguaggi (c, cobol, Visual Basic, sql, pl1 ecc.) evolve come analista programmatore ma poi cambia rotta, ma non troppo, ricoprendo il ruolo di recruiter (di figure informatiche ovviamente, ma non solo) poi di responsabile del personale e infine di direttore del personale di una nota testata giornalistica politico/economica. Ma non si ferma qui; quasi per caso intraprende con successo la carriera di docente informatico presso importanti aziende e clienti istituzionali nel lontano 2002 e scopre di amare non solo la cattedra ma anche i fogli di calcolo e i database relazionali di cui in breve tempo ne diventa cintura nera. Consegue la certificazione ECDL e l'abilitazione di esaminatore AICA, ed esercita anche come esaminatore ecdl dal 2004. Attualmente la docenza è la sua vita, le da molte soddisfazioni a livello professionale . Materie insegnate: pacchetto office a tutti i livelli, gestione della segreteria, d.lvo 81/2008 (salute e sicurezza). insomma, informatica di lungo corso, amante dei libri dei viaggi degli animali e della birra; attualmente docente transumante con la speranza forse utopica di trovare un pascolo fisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *