SECONDO CAPITOLO DELLE VICENDE DI EOLO E PIUMETTA

Altri viaggi imprevedibili in giro per il mondo

MANUELA CASTELLACCI – EOLO ALLA RICERCA DI PIUMETTA – LA CARAVELLA EDITRICE – 2016

Formato cm 20 x 13 – Pagine 148 – Copertina a colori – Illustrazioni Noemi Stacconi

 

Nel precedente Tutte le lingue del vento del 2014, dal sottoscritto letto con interesse e recensito su queste pagine, avevamo lasciato la strana coppia, Eolo il vento e Piumetta la piuma caduta dal dorso di un’ignara anatra, involontariamente separata per un “incidente di percorso”, con reciproca disperazione vista la tenera amicizia che era nata.

In questa sorta di sequel seguiamo l’affannosa ricerca di Eolo, che per sua natura gira il mondo in continuazione, dell’amica perduta chissà dove, nella circostanza aiutato dal fratello Maestrale e dalla sorella Tramontana.

L’autrice, sempre quella Manuela Castellacci ampiamente apprezzata allora, supera se stessa sul suo stesso territorio, mostrando nuovamente ancora più in evidenza tutti gli elementi del successo precedente: la giusta ironia, con battutine, giochi di parole, scherzi e facezie di ogni tipo che, seppure rivolte naturalmente a un pubblico di bambini, non mancano di divertire anche gli adulti. I tratti caratteristici di Eolo e Piumetta sono sempre quelli, lui saggio, lei impertinente, ma si completano perfettamente; alcuni tra i nuovi personaggi, come Tramontana, risultano un pò più indigesti, ma è chiaro che per la vittoria del “bene” è necessaria anche la presenza del “male”, indicato non a caso con le virgolette in quanto trattasi di male molto veniale.

Fin troppo facile indovinare che Eolo ce la fa a ritrovare Piumetta, ma non finisce certo qui: i due riprendono il loro vagabondare, stavolta con un passeggero aggiunto, Nimbus, una giovane nuvola. Ora sono due contro uno, ad incalzare Eolo con domande curiose e prese in giro neanche tanto velate, ma lui sa ben difendersi, e il risultato è una raffica di dialoghi a tratti surreali ma sempre divertenti ed educativi.

Attraverso le parole del Prof. Eolo molti insegnamenti giungono con freschezza all’attenzione del giovane lettore, non solo quelli morali ma anche scientifici, ovviamente nei limiti dell’età.

In questo volume i due, ormai diventati i tre, riescono perfino nell’impresa di redimere un ubriacone e riportarlo sulla retta via, rimettendolo al lavoro per una buona causa e adottando un tenero cagnolino, tanto per mettere nel pentolone anche l’amore per gli animali.

Infatti tra gli incontri che il trio fa in giro per il mondo ce ne sono sempre di molto curiosi, spesso anche con animali, e ognuno di questi è fonte di una lezione di vita: amicizia, lealtà, solidarietà, tanti valori positivi trasmessi con un linguaggio meta-teatrale che presenta una miracolosa doppia faccia, quella di essere semplici e fruibile per i più piccoli e al tempo stesso mai banale per gli adulti, merito indiscusso dell’autrice.

Confermatissimi anche i disegni di Noemi Stacconi, dal tratto sottile, un pò vintage, sempre però un’esplosione di colori e di positività che di tanto in tanto allietano ancor di più le pagine del libro, certificando l’inseparabilità di Eolo e Piumetta… nonostante tutto!

Alessandro Tozzi

1 Comment

  • La delicatezza e la forza dell’amicizia, rappresentano il perno che muove le storie di questi due libri, si capisce che provengono da una scrittrice, che ha vissuto e vive intensamente, i rapporti più belli della vita come amicizia e amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *