GLI ANNI ’50 RIVIVONO ALLO ZODIACO

Bellezze in mostra su fondo vintage

Foto Giovanni Trinchese

 

Ci sono epoche che trasmetteranno sempre in chi le rievoca un’allure di eleganza che altre non avranno mai.

Una di questa e’ il periodo d’oro degli anni 50, dove la donna era l’essenza della femminilità in ogni cosa: nel vestire, nel muoversi, nel porsi, in ogni momento del quotidiano. L’epoca delle pin up, dove le curve mozzafiato erano strizzate in gonne a ruota o in abiti tubino al ginocchio o longuette, dove sul capo delle signore troneggiavano graziosi cappellini o fiori in seta, dove crinoline in tulle uscivano dall’orlo di abiti di satin in seta. La radio suonava melodie romantiche, tutto faceva sperare al buono, alla rinascita che presto sarebbe arrivata. Questa è l’atmosfera che vorremo almeno una volta vivere, per sentirci al riparo dal correre odierno ed al socializzare solo in modo virtuale.

Per una serata e’ stato possibile. Posso confermarlo. L’idea e’ venuta ad Emanuela Mari con un evento chiamato appunto “fifty style”. Dentro questo evento c’era tutto quanto sopra descritto ed anche di più : profumi, colori, eleganza, e bellissime pin up con curve mozzafiato, persino il leggero tratto e la freschezza di una pittrice Savina Serrani che con la mostra dei suoi quadri ha portato l’arte in quel contesto. La location una delle più suggestive a Roma ” Lo Zodiaco” gestito da Davide Mercuri, dove si gode oltre che di ottimi cibi di un panorama mozzafiato, e la regina del mondo si pavoneggia al mondo con la sua immortale bellezza.

Le pin up e performer di burlesque Elektra Kiss, Lune de Nil e Lady Tiger hanno sfilato con gli abiti della Chambre de Sophie di Sophie Sapphire, ed i cappellini realizzati a mano dalla stilista Stefania Belfiore con la sua linea ( www.stybel.it ), mentre Emanuela Mari trasportava i presenti sulle note di alcune canzoni d’epoca. Le tre pin up hanno realizzato negli intervalli fra una sfilata e l’altra due coreografie divertenti in cui hanno esaltato le loro curve in corsetti strizzati, e deliziosi costumi da bagno con culotte, e fra pose di una femminilità ormai dimenticata, e sorrisi deliziosi, hanno incantato il pubblico. Io ero li’ nel ruolo di assistente di scena, makeup artist, costumista, ma soprattutto in quello di amica /collega.

Trovo che il condividere sia la cosa più bella quando si hanno le stesse passioni, e questo ci arricchisce e ci rende sempre migliori. Un applauso a tutti. Di cuore.

Sophie Sapphire
Marzia Bortolotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *