Il successo non è successo

Il primo reading firmato DoppioSenso Unico, scritto e interpretato da Luca Ruocco e Ivan Talarico

Nuovo Cinema Palazzo, 2 marzo, ingresso ore 21.30

Con: Luca Ruocco e Ivan Talarico.
Foto: Antonio Strafella

Intro: Luca è un ragazzo semplice, figlio di commercialista vorrebbe continuare il mestiere di famiglia, ma suo padre gli impone di fare l’attore. All’inizio non vuole, ma scopre presto di avere talento, suo malgrado, e inizia una lunga gavetta nel mondo dello spettacolo.
Tra provini per statue viventi, scene tagliate di fiction, un amore sbocciato durante la domanda per il sussidio di disoccupazione, attori cani e cani parlanti, il racconto procede per divagazioni continue.
Dalla circolazione del sangue al mondo del futuro alle barzellette da caserma, lo spettacolo diverte in una serie rutilante di mondi e situazioni.
Riuscirà il nostro eroe ad arrivare alla fine della gavetta e raggiungere il successo? La risposta alla domanda precedente è forse nel titolo? A noi interessa veramente sapere di lui? E a voi?

Alla fine è successo. O non è successo? Col fatto che ci si è ridotti a pubblicare l’articolo il primo aprile, ci si potrebbe anche aspettare un pesce d’aprile. Ed invece la nuova performance teatrale targata DoppioSenso Unico aveva avuto luogo sul serio al Nuovo Cinema Palazzo il 2 marzo scorso. Per essere poi riprogrammata in un’altra cornice, ossia a La Pecora Elettrica, il 14 aprile. E di date allo scanzonato duo ne auguriamo tantissime altre. Perché, contrariamente a quanto sembrerebbe suggerire l’ironia sorniona del titolo, gli affiatatissimi Luca Ruocco e Ivan Talarico il loro piccolo successo se lo stanno meritando tutto, grazie anche alle reazioni entusiaste del pubblico in sala, che continua ad apprezzare e incoraggiare la loro comicità così fuori dagli schemi.

Luca Ruocco

Noialtri, ovviamente, non li abbiamo certo scoperti con Il successo non è successo. Prima sono venute altre tappe fondamentali, come ad esempio La variante E.K. (2013) e gU.F.O. (2014), che ci hanno permesso di inquadrare le coordinate fondamentali del loro agire in scena, dal coinvolgimento diretto del pubblico allo humour nero e alle trappole del nonsense. Trappole irresistibili, nelle quali è sempre piacevole cadere, che si tratti di gufi, alieni, metafisici becchini o altri curiosi personaggi, coinvolti in situazioni surreali e spiazzanti giochi di parole. Però ne Il successo non è successo, che si appresta a diventare una pietra miliare del loro percorso creativo, l’approccio in un certo senso “metateatrale” è solo una delle stravaganti prerogative che ci hanno fatto intravvedere una crescita notevole, sia a livello ritmico che di presenza scenica. Luca Ruocco incarna qui la paradossale figura dell’aspirante attore quasi costretto nel ruolo dalla famiglia, perché in realtà avrebbe volto fare un mestiere a suo dire più gratificante: il commercialista. Mentre Ivan Talarico, sempre più sciolto al piano, è il cantastorie/demiurgo che ne introduce al pubblico le bizzarre avventure.

Ivan Talarico

Ecco, la “partitura musicale” (qui è proprio il caso di dirlo) messa a punto per questo spettacolo rappresenta in qualche modo la quadratura del cerchio, considerando che l’ottima e veloce interazione dei due in scena si fa portavoce, con un meccanismo persino più oliato rispetto a quanto si era visto in altre occasioni, di quei fulminanti scambi di battute che ne hanno sempre assicurato la presa sul pubblico. L’euforia è contagiosa. Mancano forse i contenuti? Tutt’altro, perché in tale circostanza Luca Ruocco e Ivan Talarico, oltre a ironizzare sull’ambiente dello spettacolo che ben conoscono e in particolare sulla figura dell’attore, rivisitata secondo un’ottica teneramente caricaturale, indirizzano la loro incontenibile vis comica verso tanti altri aspetti di una società contemporanea sempre più precaria, tanto dal punto di vista lavorativo che a livello affettivo, riuscendo il più delle volte a centrare il bersaglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *