ALLA SCOPERTA DI VANITY

Un altro store visitato da Sophie Sapphire

Foto Giovanni Trinchese

 

Il desiderio di ogni donna è sentirsi bella nei propri panni e sicura di sé. Gli standard della moda impongono modelli e misure molto piccole e diventa ardua la ricerca di abiti che soddisfino le esigenze di chi veste una taglia comoda. Fino a qualche anno fa era difficilissimo trovare qualcosa di sfizioso, allegro e giovanile.

Ma le cose stanno cambiando. Finalmente sono gli abiti ad adattarsi al fisico di chi li indossa e non viceversa. Le fantasie vanno calibrate e i tagli devono essere assolutamente puliti, accarezzando senza mai costringere nè allargare la figura. L’importante è affidarsi a mani sicure ed a negozi specializzati che hanno fatto del loro lavoro una “missione”: quella di vedere tornare il sorriso a clienti disperate che per via della loro taglia sono penalizzate nella scelta di outfit sia da giorno, tempo libero e sera e che le vede spesso costrette alla scelta di abiti tristi, scuri e con dettagli poco curati.

La missione di chi vende abiti per donne curvy è far capire loro che tutto si può osare: colore, verve, eleganza, sensualità, dosando il tutto con lunghezze e tagli tattici che ingannano l’occhio e regalano taglie in meno.

Uno di questi negozi si trova a Roma e si chiama “Vanity”. I titolari, Micol Perugia e Marco Vivanti, gestiscono lo Store con estrema professionalità e competenza. A supportarlo, un team di commesse che accolgono le clienti con sorrisi e disponibilità, che le fa sentire a loro agio per cercare insieme le varie soluzioni senza mai forzare le scelte, per trovare gli outfit per ogni occasione. Quando si entra nello Store Vanity viene voglia di comprare anche per chi, come me, indossa taglie regolari.

La boutique offre cose particolari e davvero bellissime, nella vasta gamma dell’assortimento puoi trovare davvero di tutto, studiato per il mood curvy. Persino una linea di biancheria intima con reggiseni con il giusto sostegno, belli, sensuali e studiati per contenere e mai costringere. Parlando con Micol, mi spiegava che durante il periodo natalizio hanno anche pigiami sfiziosi e divertenti idee regalo.

Ti avvicini agli stand per toccare quelle meraviglie e ti viene voglia di provare. Trovi davvero di tutto, persino la scarpa e la borsa e i bijoux per completare l’outfit. Poche settimane fa i titolari hanno organizzato una sfilata per presentare la collezione primavera/estate ed hanno scelto non modelle professioniste ma proprio le loro clienti! Di età differenziate ma tutte con una gran voglia di divertirsi. Ognuna ha presentato tre outfit diversi: mattino, pomeriggio e sera. Parola d’ordine: colore!

Se il buongiorno si vede dal mattino, vestite così, si prevede una giornata esplosiva. Le signore hanno sfilato portando solarità con mood a tema etnochic, pin up e l’intramontabile black and white, calibrando lunghezze con tessuti impalpabili e morbidi e risaltandone le figure, soprattutto i loro sorrisi che rimangono l’indiscussa curva più bella. Hanno sfilato con disinvoltura ed anche gioco, sentendosi felici di quello che indossavano, invogliando all’acquisto altre clienti venute ad assistere. Avendo ben cominciato con la solarità del mood mattiniero il pomeriggio è stato rappresentato dalla leggerezza e dall’allegria, pensato per pomeriggi al mare, per una passeggiata o per un aperitivo chic con le amiche. Fantasie a fiori a ricordare quasi un quadro di Renoir, una delle modelle, infatti, portava un cappello a ricordare proprio il mood di quel movimento pittorico impressionista, riportandoci indietro nel tempo, ma con l’attualità e la freschezza di oggi.

Abitino di jeans leggerissimo al ginocchio, con coulisse in vita per una giovane ragazza con borsa a mano a completare l’outfit. Poi, tagli geometrici, sovrapposizioni, vedo non vedo e glamour per i colori di tendenza di questa estate, che partono dal bianco candido (vero must di questa stagione) al giallo, al fucsia. Ma l’eleganza davvero unica è sopraggiunta con i modelli da sera e gran sera, giusti anche per una cerimonia importante. Le indossatrici hanno sfilato volando su tacchi altissimi, fiabeschi. La parola d’ordine è stupire ma con classe ed eleganza. Modelli a sirena in blu notte o nel blu china, incredibilmente sagomati sul busto e disegnati sulla figura, cascate di paillettes su bluse con tagli asimmetrici e portate con disinvoltura su gonne in maglina in viscosa lucida ed un abito dal taglio romantico e principesco con la gonna ampia, lunga e gonfia con crinolina e corpetto a bustino a lasciar nude le spalle.

La sorpresa per gli spettatori è arrivata con l’ingresso in passerella di tre suore “Sister act” che hanno portato il colpo di scena finale: hanno abilmente sfilato i loro abiti talari per scoprire un modello di costume da bagno davvero ben disegnato ad esaltare le curve ed a rendere accattivanti ed eleganti le donne curvy anche in spiaggia. Complimenti ai titolari Marco e Micol ed al loro staff per questa bellissima iniziativa e per la cura con cui è stata presentata.

Marzia Bortolotti

Tags from the story
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *