I feel pretty

Come ti divento bella: una triste commedia tutta da vedere.

Titolo originale I Feel Pretty

Paese di produzione Stati Uniti d’America

Anno 2018

Durata 110 min

Genere commedia

Regia Abby Kohn, Marc Silverstein

Sceneggiatura Abby Kohn, Marc Silverstein

Produttore Nicolas Chartier, McG, Amy Schumer

Casa di produzione Voltage Pictures

Distribuzione (Italia) Lucky Red

Fotografia Florian Ballhaus

Montaggio Tia Nolan

Musiche Micheal Andrews

Interpreti e personaggi

Amy Schumer: Renee Bennett

Michelle Williams: Avery LeClaire

: Mallory

Rory Scovel: Ethan

Aidy Bryant: Vivian

Busy Philipps: Jane

Naomi Campbell: Helen

Lauren Hutton: Lily LeClaire

Tom Hopper: Grant LeClaire

Sasheer Zamata: Tasha

Dave Attell: presentatore concorso bikini

Adrian Martinez: Mason

Olivia Culpo: Hope

Jeffrey Grover: Silver Fox

 

Una commedia divertente, a tratti triste/patetica, ma molto realistica. Il 90% delle donne, forse anche di più, non si accetta per quello che è, si vede sempre brutta, grassa, inadeguata , non rispondente a ciò che lo standard di una società che bada molto all’apparenza impone. È ciò che accade anche a Renée , interpretata dalla bravissima Amy Schumer.

Renée incarna tutto ciò che una donna vorrebbe essere : bella ed apprezzata.

Nel film ciò accade grazie ad un “colpo di testa”, ma, nonostante il desiderio di diventare bella sia solo un “desiderio”, il film ci fa capire come le cose possono cambiare, basta solo avere fiducia in se stessi.

Oltre ad Amy Shumer, nel cast troviamo Michelle Williams, Emily Ratajkowsky e Naomi Campbell, ma di queste ultime, ad eccezione di Michelle Williams che anche ha una parte da bella e , apparentemente, fessa per problemi di vocina sottile, l’attenzione è tutta incentrata su Renée .

Un film simile al già visto film Big dal quale, proprio dalle prime scene, prende spunto.

Come in Big anche qui tutto nasce da un desiderio, solo che mentre in Big il desiderio si realizza “realmente”, in Come ti divento bella è solo un colpo di testa dato cadendo dalla bicicletta di spinning che fa sembrare a Renée che il suo desiderio si sia realizzato.

Da qui la sua voglia di rivincita, di essere bella, diviene realtà.

Renée si sente bellissima e si comporta da tale, sicura di sé, partecipa a concorsi di bellezza che prima di sarebbe solo sognata, esce dal buco dove lavora, uno scantinato dove raggruppa dati per Lily LeClaire, per proporsi come centralinista per la stessa Lily LeClaire, una famosa ditta di cosmetici. Il suo essere sicura la porta lontano, ma, come tutte le cose, anche questo ha un prezzo: è vero che fa carriera, incontra l’amore e viene corteggiata anche dal fratello della William , bello e dannato, interpretato da Tom Hopper, ma, nel contempo, adotta degli atteggiamenti anche fastidiosi che la fanno allontanare dalle sue migliori amiche.

Come tutti i bei sogni, i risvegli sono bruschi.

Renée ricade dalla bicicletta di spinning e si ritrova ad essere la Renèe di prima, insicura, sovrappeso e “brutta”.

Prova a riallacciare i rapporti con le amiche scusandosi e dando la colpa alla sua, ormai persa, bellezza, si allontana dal fidanzato e dal luogo di lavoro, dopo aver avuto l’importante incarico di presentare una nuova linea di cosmetici, e scappa perché si sente inadeguata ma, sfidando tutte le sue insicurezze, va alla presentazione del nuovo prodotto e lì si rende conto che lei è sempre stata la stessa, che il vedersi bella era solo un’illusione ed ha la consapevolezza che tutto ciò che ha vissuto nell’ultimo periodo era reale e non frutto del desiderio.

Il monito di questo film,seppur scontato, è molto bello: è importante il modo in cui ti vedi, non come ti vede il mondo, perché se ci credi, anche il mondo ti vedrà così.

BELIEVE IN YOURSELF!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *