Claudio Baglioni: 50 anni di carriera!

Lo spettacolare anfiteatro veronese ha fatto da cornice ad uno dei concerti più belli della storia della canzone.

100 uomini sul palco aprono il concerto, e lui che si confonde tra loro.

Ogni canzone è cantata seguendo un ordine cronologico della sua carriera, si comincia proprio con Questo piccolo grande amore, dell’omonimo album del 1972 fino a finire con Con voi, tratta sempre dall’omonimo album del 2003.

Forse dipenderà dai gusti, forse dipenderà dall’anno di nascita ma ieri, all’arena di Verona, c’è stato il Concerto dei Concerti!

In 50 anni di carriera se ne sono spese di belle parole per Claudio Baglioni, ed ora, dopo 50 anni, non riesco a trovare parole per descrivere la spettacolarità del suo concerto.

Saranno frasi dette e ridette ma un cantautore come lui non si trova facilmente.

Lui stesso ribadisce sempre che non solo il successo è stato inaspettato, ma che lavora tutti i giorni per guadagnarselo, e devo dire che se lo guadagna con molta onestà.

Le sue canzoni d’amore, quelle che per scriverle sono molto complicate, quelle che le paragona ad un bicchiere di cristallo, sono state cantante da diverse generazioni.

Ogni volta che sento Baglioni ripercorro gran parte della mia vita: ricordo di averlo fatto odiare da mio padre, e non solo, in quei lunghi viaggi con quella specie di camper (un Ford Transit adibito a camper), con il quale, per anni, abbiamo viaggiato per tutta Europa durante il mese di agosto. Nei miei viaggi non potevano ASSOLUTAMENTE mancare le musicassette di Baglioni e la canzone “Strada facendo”.

La canzone “Mille giorni di te e di me” l’ho cantata dedicandola ad un mio ex fidanzato ai tempi dell’università.

Ricordo quando, per andare a vedere un suo concerto a Roma, dove abitavo, essendo in ritardo, feci un terribile incidente con la macchina, che poi dovetti rottamare, nonostante la brutta esperienza racconto quel giorno con molta ilarità.

A sentire la sua calda voce ancora mi vengono i brividi.

Tanti sono i ricordi legati alle sue canzoni fino a finire alla canzone “Avrai”, che ho dedicato alla persona più importante della mia vita: mia figlia!

Cantare a squarciagola è abbastanza faticoso, ancora oggi, alla sua età, riesce a tenere gran parte delle note lunghissime e lo ha dimostrato ieri, nelle sue 3 ore di diretta.

Certo, forse si sarà notata la stanchezza, forse un po’ di fiato in meno lo si nota, ma alla sua età gli è concesso questo ed altro.

Bellissime anche le coreografie e bravissimi i più di 100 ballerini che ha coinvolto per questo grande spettacolo.

Da sua grande fan ho sempre sognato di incontrarlo, ho provato ad andare sotto casa sua, o quella che era casa sia in Via Suvereto, oggi si definirebbe fare dello stalking, e come risultato ho incontrato il padre che, forse per “spavento”, si è fatto accompagnare dall’autista fino al portone, mi sono presentata a casa di alcuni zii di un mio amico di Campobasso, gli zii che hanno cantato con i genitori di Baglioni in una sua canzone (hanno fatto il coro), che abitavano nel palazzo di via Suvereto.

Uno spettacolo ben studiato, con il palco al centro, da questo il nome del tour “Al centro”, così da sfruttare tutti gli spazi possibili, si rinuncia al megaschermo, forse a discapito da chi era seduto agli ultimi posti in alto, ma il palco stesso diventa un grande schermo per tutti gli spettatori.

Il tour continuerà fino a Marzo ed è da non perdere.

La scaletta:

SCALETTA 1)    Questo piccolo grande amore (da “Questo piccolo grande amore” – 1972) 2)    Porta Portese (da “Questo piccolo grande amore” – 1972) 3)    Quanto ti voglio (da “Questo piccolo grande amore” – 1972) 4)    Con tutto l’amore che posso (da “Questo piccolo grande amore” – 1972) 5)    Amore bello (da “Gira che ti rigira amore bello” – 1973) 6)    W l’Inghilterra (da “Gira che ti rigira amore bello” – 1973) 7)    Io me ne andrei (da “Gira che ti rigira amore bello” – 1973) 8)    E tu (da “E tu” – 1974) 9)    Poster (da “Sabato pomeriggio” – 1975) 10)    Sabato Pomeriggio (da “Sabato pomeriggio” – 1975) 11)    Quante volte (da “Solo” – 1977) 12)    Solo (da “Solo” – 1977) 13)    Un po’ di più (da “E tu come stai?” – 1978) 14)    E tu come stai? (da “E tu come stai?” – 1978) 15)    I vecchi (da “Strada facendo” – 1981) 16)    Ragazze dell’est (da “Strada facendo” – 1981) 17)    Via (da “Strada facendo” – 1981) 18)    Strada facendo (da “Strada facendo” – 1981) 19)    Avrai (singolo del 1982) 20)    Uomini persi (“La vita è adesso” – 1985) 21)    Un nuovo giorno o un giorno nuovo (“La vita è adesso” – 1985) 22)    Notte di note, note di notte (“La vita è adesso” – 1985) 23)    E adesso la pubblicità (“La vita è adesso” – 1985) 24)    La vita è adesso (“La vita è adesso” – 1985) 25)    Mille giorni di te e di me (da “Oltre” – 1990) 26)    Acqua dalla luna (da “Oltre” – 1990) 27)    Noi no (da “Oltre” – 1990) 28)    Io sono qui (da “Io sono qui” – 1995) 29)    Le vie dei colori (da “Io sono qui” – 1995) 30)    Cuore di aliante (da “Viaggiatore sulla coda del tempo” – 1999) 31)    Sono io (da “Sono Io, L’uomo della storia accanto” – 2003) 32)    Tutti qui (da “Tutti qui – Collezione dal 1967 al 2005” – 2005) 33)    Con voi (da “ConVoi” – 2013)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *